Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility

Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Album Fotografico | Download | Links | FAQ |Ricerca Avanzata | le biciclette provate da noi ] mago job
Ultime novità: * è cambiata la denominazione del forum, leggere qui le motivazioni

* per evitare lo spam, l'iscrizione attende l'approvazione degli Amministratori, un po' di pazienza per favore

attenzione che la mail automatica di conferma iscrizione non sempre funziona, provare ad accedere lo stesso o scrivere in amministrazione

* per comunicazioni scrivere a postmaster@jobike.it o contattare uno degli amministratori (elle, job, pixbuster)

* registro bici rubate

* qui tutti i modelli testati da noi a confronto

 Tutti i Forum
 Discussioni
 PEDELECafè
 Coronavirus, scelte sensate?

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Aggiungi Spoiler Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale Inserisci linkInserisci EmailInserisci FlashInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista Insert YouTube
   
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
Sergiom2 Inserito il - 08/02/2020 : 19:37:27
Oggi è stata ricoverata allo Spallanzani una seconda persona dei 56 rientrati pochi giorni fa.
Ma 12 ore di aereo dal momento che sono già due i casi non significa aver infettato tutti?
L'aereo pressurizzato non è che ha aria di montagna ma ha aria in ricircolo per molto tempo.
Basta un infettato che infetta tutti gli altri.
Mi auguro di sbagliare ma se in un aereo c'è una persona infetta il rischio che dopo 12 ore di volo il contagio si è diffuso è altissimo.

50   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
supersimbol2 Inserito il - 10/05/2020 : 21:38:59
https://www.corrieredellosport.it/news/attualit/cronaca/2020/05/10-69641013/coronavirus_e_boom_di_covid-party_feste_organizzate_per_contagiarsi_e_diventare_immuni/

se non sono scemi............so morti.......
luc_maz48 Inserito il - 23/04/2020 : 11:32:06

Steu851 ha scritto:

Aggiungo che la mia previsione che ci saranno più vittime indirette che per causa diretta del virus comincia ad avverarsi, le morti per infarto sono passate dal 5 al 20% perchè prima per paura di andare in ospedale poi per carenza di strutture tutte impegnate per la Covid19 non ricevono cure adeguate in tempo, le cronache cominciano a riportare anche casi di suicidio


E anche qui, concordo aggiungendo che:
L'"errore umano" giustificante che mi spaventa di più e da qui.... le scelte "insensate"!


luc_maz48 Inserito il - 23/04/2020 : 11:27:47

Steu851 ha scritto:

Senza tornare indietro alla Spagnola, tra il 1968 ed il 1970 l'influenza di Hong Kong fece più di un milione di vittime ma passò inosservata
https://www.glistatigenerali.com/parigi/il-non-racconto-dellinfluenza-di-hong-kong-il-non-racconto-della-morte/


Hai pienamente ragione, però a quei tempi ahimè eravamo scarsamente informati o forse è meglio dire (volutamente non informati)!
E, peggio ancora non istruiti sia ben chiaro, (parlo per me).
Era la fine degli anni sessanta (avevo 20anni), dove c'era ancora una parte della popolazione senza la luce elettrica!

Non credo!


Steu851 Inserito il - 23/04/2020 : 10:19:29
Aggiungo che la mia previsione che ci saranno più vittime indirette che per causa diretta del virus comincia ad avverarsi, le morti per infarto sono passate dal 5 al 20% perchè prima per paura di andare in ospedale poi per carenza di strutture tutte impegnate per la Covid19 non ricevono cure adeguate in tempo, le cronache cominciano a riportare anche casi di suicidio
Steu851 Inserito il - 23/04/2020 : 09:53:20
Senza tornare indietro alla Spagnola, tra il 1968 ed il 1970 l'influenza di Hong Kong fece più di un milione di vittime ma passò inosservata
https://www.glistatigenerali.com/parigi/il-non-racconto-dellinfluenza-di-hong-kong-il-non-racconto-della-morte/
luc_maz48 Inserito il - 22/04/2020 : 21:49:15

Non saprei definirla....

Morto dopo test negativo infetta reparto
Mandato a casa da reparto Covid e ricoverato in reparto no covid

https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/04/22/morto-dopo-test-negativo-infetta-reparto_6383133f-5b16-4c56-999a-5fda1f5f4444.html

Sfortuna o.....





vittorisk Inserito il - 14/04/2020 : 10:13:02
pilotaDD Inserito il - 13/04/2020 : 17:48:09
Nel giudicare l'enormità delle vittime ricordiamoci delle malattie endemiche nel terzo mondo o dell'Asiatica di mezzo secolo fa che fece milioni di vittime.

Se veramente servissero due, cinque o venti metri per limitare i contagi molto di quello che stiamo facendo da 5 settimane sarebbe senza senso, mero fumo negli occhi, ma fumo pure molto tossico...

Tanto varrebbe rassegnarsi all'inevitabile e rischiare la vita di pochi per salvare i più (dalla morte di fame).

Poi se uno se lo può permettere e non vuole correre rischi si riempie casa di cibo a lunga conservazione e prodotti per l'igene e si rinchiude per un anno da solo...

Ma... forse la storia dei due,cinque,venti metri è una bufala?

berna_48 Inserito il - 13/04/2020 : 17:38:29
Mi auguro che non sia vero, altrimenti sarebbe quasi meglio la teoria di Boris Jonson "immunità di gregge", in poco tempo si risolve la situazione, anche se con un dispendio di vite umane enorme, tanto con questi dati ci arriviamo ugualmente ad infettarci tutti anche se più lentamente magari ce la facciamo a curare più persone, se poi riusciamo a salvarle è un'altro discorso, mi piacerebbe sapere quanti sono guariti di quelli sottoposti alla terapia intensiva
vittorisk Inserito il - 13/04/2020 : 17:13:38
berna_48 ha scritto:
Leggi qua e qua


con questi dati diventa difficile (impossibile?) gestire il trasporto pubblico:
treno aereo metro autobus sarebbero tabu'

e non solo.. ascensori, uffici, locali commerciali, quasi tutta la vita urbana sarebbe compromessa, dovremmo tornare ad un modello di vita rurale?
berna_48 Inserito il - 13/04/2020 : 17:00:08
claudio02 ha scritto:

oggi da "il fatto quotidiano"

"La distanza di sicurezza viene portata a 2 metri, non più uno,"

finalmente mi hanno ascoltato


Leggi qua e qua
claudio02 Inserito il - 13/04/2020 : 16:10:17
oggi da "il fatto quotidiano"

"La distanza di sicurezza viene portata a 2 metri, non più uno,"

finalmente mi hanno ascoltato
luc_maz48 Inserito il - 27/03/2020 : 12:26:05

job ha scritto:

luc_maz48 ha scritto:
L'autore della discussione, che chè se ne dica è stato "lungimirante"!


L'autore, in isolamento forzato anche dal forum, fa sapere tramite l'amministrazione che ringrazia !





Grazie! Grazie anche all'amministrazione!
Per il detto: quello che è giusto è giusto!



job Inserito il - 27/03/2020 : 10:37:57
luc_maz48 ha scritto:
L'autore della discussione, che chè se ne dica è stato "lungimirante"!


L'autore, in isolamento forzato anche dal forum, fa sapere tramite l'amministrazione che ringrazia !
luc_maz48 Inserito il - 24/03/2020 : 11:20:41

Da titolo.... scelte sensate?

Quanti dubbi ancora!
L'autore della discussione, che chè se ne dica è stato "lungimirante"!


berna_48 Inserito il - 23/03/2020 : 15:58:39
claudio02 ha scritto:
...
"Può non bastare un metro di distanza" come distanziamento precauzionale tra le persone."

ascoltate co2


Quoto co2
Hai perfettamente ragione.
Non c'è bisogno di starnuti o tosse per "sparare" goccioline infette, basta soltanto non indossare la mascherina e parlare ad alta voce, come mi è capitato questa mattina a fare la spesa, non si chetava un secondo, sono dovuto uscire dopo averglielo fatto notare
claudio02 Inserito il - 23/03/2020 : 11:55:19
claudio02 ha scritto:


non si sa molto sulla virulenza, le goccioline di flugge possono arrivare a trasportare il virus a circa 2 metri, tosse, starnuti...


l'acqua del web è sempre torbida, vi scrive chiunque, il premio nobel o l'imbecille (umberto eco)


"EMERGENZA CORONAVIRUS
Esperti:1 metro distanza
potrebbe non bastare
23/03/2020 11:40
"Può non bastare un metro di distanza" come distanziamento precauzionale tra le persone."

ascoltate co2
MilleMiglia Inserito il - 20/03/2020 : 21:48:55
Maledetta primavera
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 19:21:24
barbararusso__
Il caldo, la paura, il non poter bere per 5 ore. Il dolore al naso per la mascherina così stretta che quasi non respiri. Il timore di toccarti anche un solo piccolo spazio del viso rimasto scoperto. La vescica piena. Il prurito ovunque. Tutto surreale. Sembrava un film. RESTATE A CASA. Il divano è di sicuro più comodo di un letto di ospedale, ve lo posso assicurare.
#rianimazione #covid_19 #infermiera #iononrestoacasa #roma #meglioannoiatocheintubato


Immagine:

48,08 KB
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 18:46:54


Immagine:

76,35 KB

corona.virus.c19emergency
8Marzo... lì sotto ci sono Io, c’è un Infermiera, c’è una Donna... dovete stare a casa,è l’unico modo che abbiamo per non far circolare il virus...Io lavoro per Voi,Io ho fiducia in Voi,siate Auto-responsabili,mi fido di Voi,come Voi vi fidate di me...Io ci metto il mio impegno,la mia forza di volontà,la mia passione,la mia professionalità...STATE A CASA... niente polemiche,niente accuse,solo per favore siate responsabili per voi,per i vostri cari,per i vostri nonni,per i vostri figli. #coronavirus #8marzo #festadelladonna #infermiera #stateacasa
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 17:48:09


Immagine:

63,64 KB

foto_di_versi

E poi c’é chi nel marasma generale continua a lottare.
C’é chi non si pone nemmeno le domande perché non sta avendo tempo.
C’é chi da giorni vive nei reparti di terapia intensiva portando a termine due, tre, quattro turni, finché c’é bisogno.
C’é chi non si preoccupa se la Serie A sia stata rimandata o meno perché ha troppe persone da curare.
C’é chi ha scelto di fare il medico perché ha una vocazione dentro.
C’é chi ha deciso di guardare in faccia la morte tutti i giorni usufruendo dei mezzi che la scienza mette a dispozione.
C’é chi si vede arrivare 300 infetti da coronavirus al giorno e decide di combatterli 301 volte.
C’é chi in questo momento merita un applauso lungo ore, ma speriamo che per loro un enorme GRAZIE possa bastare.
.
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 16:32:14
VIP Very Important Person
(la celebrity che vorrei)


Immagine:

59,07 KB

corona.virus.c19emergency

Ciao, bimbi oggi facciamo un post poco più serio. Abbiate pazienza. Ci chiamate eroi, mettete fuori dagli ospedali striscioni in cui vi fate sentire con noi e VI RINGRAZIO per questo, ma non siamo eroi. Siamo i soliti operatori sanitari (medici, infermieri, oss) che lavorano allo stesso modo. Vorrei che foste voi, adesso, gli eroi di questo periodo: cercate di seguire le disposizioni che vengono date dal ministero. Non uscite se non necessario, non spostatevi dalla zona rossa. Non affollate luoghi chiusi. Se dovete andare, giustamente, al supermercato per comprare del cibo e fare la spesa, assicuratevi di non essere troppi e state a distanza di sicurezza dalle altre persone. Non andate in locali la sera e se volete uscire per una passeggiata siate coscienziosi e non state addosso ad altre persone estranee e soprattutto non fatelo tutti i giorni ma che siano uscite molto sporadiche. Lo so che fa strano, che non è “normale” condurre una vita così. C’è chi ora non va più a scuola, in università, tanti lavoratori sono a casa, mentre altri ancora non chiudono l’attività o non possono chiuderla ed è necessario che si vada a lavoro. Capisco bene che vedere una persona cara o da noi conosciuta e non poterla avvicinare sia strano ed anche poco emozionale per come siamo abituati. Ma forse ora l’essere eroi significa fare queste cose che di eroico sembrano non avere nulla ma vi garantisco che dagli ospedali sono le uniche poche cose che possono davvero fare la differenza. L’eroe è quella persona che supera l’ordinario per compiere gesti straordinari e che vanno al di là della consueta normalità… bene, se vogliamo usare la parola “eroi” usiamola, ma siate voi i primi a rendervi straordinari davanti a tutto questo.
prudente Inserito il - 13/03/2020 : 16:13:02
supersimbol2 ha scritto:

#vorreistareacasa........pure io, ragazzi che inferno stare bardati così, 6 ore con la mascherina ti sfiancano come un'immersione ma non sei in vacanza.....
speriamo duri poco e restate a casa

Daje! Daje!! Daje!!!
prudente Inserito il - 13/03/2020 : 16:11:06
andrea 104KG ha scritto:

Infatti, senza contare che la maggior parte dei tagli è stata dovuta alla necessità di mantenere il valore dell'euro essendo questa la moneta anche dei tedeschi... e se ci daranno un po' di flessibilità poi comunque dovremo ripagarla fortissimamente.. per me è l'occasione per uscire dall'euro... se vogliamo sopravvivevere... opinione personale ovviamente.

Ieri Buttafuoco spiegava in tv che sarà il morto ad insegnare a piangere.
Ormai i conti vengono tutti al pettine. La Natura e la Storia sono in piena eruzione. Figurati quanto può contare ormai Christine Lagarde.
Ormai spendiamo quello che ci pare fino a default e poi si ricomincia.
E per parafrasare Battiato: non ci servirà l'inglese.
supersimbol2 Inserito il - 13/03/2020 : 15:55:05
#vorreistareacasa........pure io, ragazzi che inferno stare bardati così, 6 ore con la mascherina ti sfiancano come un'immersione ma non sei in vacanza.....
speriamo duri poco e restate a casa
andrea 104KG Inserito il - 13/03/2020 : 15:36:25
Infatti, senza contare che la maggior parte dei tagli è stata dovuta alla necessità di mantenere il valore dell'euro essendo questa la moneta anche dei tedeschi... e se ci daranno un po' di flessibilità poi comunque dovremo ripagarla fortissimamente.. per me è l'occasione per uscire dall'euro... se vogliamo sopravvivevere... opinione personale ovviamente.
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 14:58:46
VIP Very Important Person
(la RockStar che vorrei)


Immagine:

48,79 KB

_mauragram_
Aiutateci, AIUTIAMOCI.
MilleMiglia Inserito il - 13/03/2020 : 14:04:05
Dalla Cina un team di 9 esperti e 31 tonnellate di materiale sanitario... dalla nostra cara “ugnione europea“ confini chiusi.
Fanculo di cuore.
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 13:29:32
VIP Very Important Person
(l'Opinionista che vorrei)


Immagine:

60,12 KB

_valiii__
Usciamo da turni di 6 ore con queste facce. Siamo stanchi, stravolti, con emozioni contrastanti e una paura che non riusciamo a nascondere.
Quando arriviamo a lavoro ci bardiamo e sappiamo che per 6 ore non possiamo mangiare, bere e fare pipì.
Indossiamo protezioni che fanno male e ci fanno sudare.
Ma non è questo che ci spaventa. La passione per il nostro lavoro ci dà la carica giusta, le persone che ci amano ci danno la forza necessaria.
Stiamo affrontando un'emergenza sanitaria che è un vero pasticcio.
Ognuno di noi può contribuire in qualche modo.
Noi infermieri non possiamo stare a casa. Chi può farlo, lo faccia senza indugio.
Grazie.
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 12:59:28
Immagine:

32,3 KB

"Una persona che ne salva un'altra è un eroe
ma se ne salva dieci o cento è un infermiere o un medico."

Wuhan
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 12:37:08
VIP Very Important Person
(il Testimonial che vorrei)



Immagine:

57,72 KB

mcbsj
Sono le 2 di notte e quelli in faccia non sono i segni di una serata divertente, ma i segni della mascherina che porto ogni giorno. Ti senti soffocare, ti manca l’aria ma non puoi starci tanto a pensare, ci sono ancora molte ore da affrontare lavorando. Il naso mi fa male, sono stanca e sogno il mio letto ma...show must go on! #iorestoacasa #infermiera

tbiresearch
Thank you for your post. We infermieras in the U.S. are preparing for it too. God bless you. Be well. My heart goes out to you and the italian infermieras because the international news says you are working so hard.
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 12:23:33
VIP Very Important Person

Immagine:

66,4 KB

Ale.Pugliese
Modena, Italy

23.02.20. Diario di bordo, ore 05.43, condizioni attuali.
Turno di notte difficile: io che vedo le vostre storie alle feste di carnevale, io che lavoro e alla radio mandano uno speciale di Ultimo per tutta la notte (radio difettata che non permette di cambiare frequenza radio).
Ad ognuno, la propria mascherina.
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 11:40:25
VIP Very Important Person
(le Influencer che vorrei)


Immagine:

83,77 KB

boobi30
Buona festa del donna da tutte noi!!!!
#girlpower #nurse #infermiere #rianimazione #noistiamoconlospedaledicrema
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 11:30:18
VIP Very Important Person

Immagine:

67,06 KB

Quando tutto questo finirà, perché sconfiggeremo questo nemico, ricordatevi di chi c'è stato per noi, non affollate i pronto soccorsi per futili motivi, non sfondate i pronto soccorsi se non riescono a salvare un vostro familiare, se vedete un medico, un infermiere offritegli un caffè, abbracciateli, perché loro per tutti noi ci sono stati!!!
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 11:20:02
VIP Very Important Person

Immagine:

69,16 KB

Lorenzo Pintori


Come infermiere ammetto che la paura è tanta... Ma non abbiamo paura di entrare in contatto con il virus, ma di poter accidentalmente contagiare quelle che sono le persone a noi più vicine e più care! Perché noi a casa non possiamo stare ...
Tutto questo mi fa riflettere ....
Prima del coronavirus quando venivano tagliati i posti letto nelle rianimazioni, quando i concorsi per infermieri erano bloccati, quando medici e infermieri emigravano all’estero per una paga decente dov’era la politica?
Finita quest’emergenza cambierà davvero qualcosa?
Oppure la classe dirigente tornerà a far finta di nulla continuando a togliere fondi alla sanità?

È facile ora dare degli eroi a infermieri e medici ma i ringraziamenti e gli elogi servono a poco se un domani non cambierà qualcosa e non ci sarà una presa di coscienza sul fatto che per anni è stato fatto un vero e proprio stupro della sanità pubblica.

Non so quanti sarebbero disposti di voi per 1500€, con neanche 40€ lordi di indennità di rischio infettivo al mese, a fare quello che stiamo facendo con così tanto sacrificio ed efficenza
vittorisk Inserito il - 13/03/2020 : 10:46:13
VIP Very Important Person

Immagine:

69,17 KB
Leti.Fumagalli da Instagram

“Bisogna vedere il lato positivo delle cose” mi dicono sempre. Non sono mai stata brava a farlo, vedo sempre per primo il lato negativo, perciò inizio da lì.
Facciamo turni con orari diversi dal solito, ci svegliamo alle 4.30 di mattina o torniamo a casa alla 1.30 di notte, pranziamo e ceniamo a orari assurdi, in turno teniamo i dispositivi di protezione per ore e fanno male.
Fanno così male che la sera, quando mi sdraio a letto, sento ancora la pelle del viso tirare dove la mascherina mi ha lasciato i segni. Una sera, mentre mi stavo per addormentare, pensavo che assomiglia alla sensazione di quando vai al mare e ti bruci il naso e le guance, peccato che il mare non lo vedo da mesi.
A casa rispettiamo le distanze, in reparto prestiamo attenzione a ogni movimento che facciamo, sappiamo che il rischio zero non esiste.. Ma nonostante la paura, siamo fieri del nostro lavoro, dell’impegno che ci mettiamo. In turno ci aiutiamo, ci supportiamo, collaboriamo e cooperiamo.
Ci scambiamo idee su come migliorare, ci controlliamo l’un l’altro mentre ci vestiamo e ci svestiamo, pensiamo l’uno all’altro.
E se questo, oltre che tra infermieri, succedesse tra tutti noi?
Se pensassimo agli altri oltre che a noi stessi?
Da questa situazione ne possiamo uscire molto più solidali, uniti, responsabili.
Solo così torneremo quanto prima alla normalità.
Solo così potremo andare al mare e sentire la pelle del viso tirare per colpa del sole e non di una mascherina.

pilotaDD Inserito il - 12/03/2020 : 21:00:32
Ieri su radio rai davano ben altra chiave di lettura...

Operazione a fini interni dove si sta cercando di far passare l'idea che l'epidemia è originata in Italia...

Dopo l'asiatica tocca all'italiana...

Bel colpo al made in Italy...
vittorisk Inserito il - 12/03/2020 : 20:52:25
bubunapoli ha scritto:

stiamo avendo più attestati di incoraggiamento dai cinesi che
da tutto il mondo occidentale…

La vicinanza cinese nasce dall'esperienza dolorosa del virus
quella europea mi sembra mera formalita' con slogan riciclati,
magari sbaglio...
bubunapoli Inserito il - 12/03/2020 : 19:12:26
stiamo avendo più attestati di incoraggiamento dai cinesi che
da tutto il mondo occidentale…

vittorisk Inserito il - 12/03/2020 : 18:21:31
VIP Very Important Person

Immagine:

73,44 KB
Chiara Bosi
Si lo so... più che un' infermiera sembro un' austronauta, ma purtroppo questo famoso Covid19 così ci fa lavorare e ve lo posso assicurare, non è per niente semplice e piacevole sentirsi oppressa da quelle mascherine che aderiscono talmente tanto da non farti respirare. Ma questo è un nulla in confronto a quello che questo virus è capace di causare.. Sì nella maggior parte dei casi può essere simile a un'influenza, ma nella restante parte dei casi può essere davvero aggressivo e far evolvere la situazione rapidamente. Per questo è troppo presto per abbassare la guardia. Sì lo ammetto, ho avuto paura e tuttora ne ho, perché ci troviamo di fronte a qualcosa che ci è ancora troppo sconosciuto e non sappiamo fino a che punto possa arrivare. Ma nonostante ciò io, così come tutti i miei colleghi e tutti gli altri operatori sanitari, continuo a lottare e non mollo, no non mollo, anche se il virus l'ho incontrato e chi lo sa, magari anche contratto ma è troppo presto perché si manifesti. Non ci sentiamo degli eroi, credetemi, ma solo persone che come voi svolgono il loro lavoro con amore e dedizione e che come voi hanno paura ma nonostante ciò lottano per poter salvare più vite possibili. A volte ci sentiamo anche un po' abbandonati e alla deriva ma cerchiamo di andare avanti nel migliore dei modi anche perché continuano ad esserci persone che hanno bisogno della nostra assistenza per altri motivi e non solo per questo tanto citato Covid19.
Spero solo che la situazione possa evolvere nei migliori dei modi e che questo periodo difficile passi velocemente per poter tornare alla vita di prima.
vittorisk Inserito il - 12/03/2020 : 17:38:35
VIP Very Important Person

Immagine:

28,74 KB

Si chiama Sabina Baggioli e si autodefinisce «una infermiera di Sala Operatoria, ex Neurorianimazione, passata dall’oggi al domani in Corona-Ria», il reparto dedicato alla rianimazione dei pazienti affetti da coronavirus, al terzo piano dell’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco, in Lombardia, una delle regioni più colpite dal coronavirus. Ha il volto provato dalla stanchezza, e non potrebbe essere altrimenti visto che da settimane lavora giorno e notte per combattere questa grave emergenza che ha colpito l’Italia. Sabina ha voluto affidare a Facebook quella che è diventata la sua nuova vita.

«Sono passati dieci giorni o due anni, non capisco, non ricordo. Mi guardo allo specchio e mi vedo stanca ed invecchiata. Ognuno di noi lavora per due o per tre», scrive Sabina in un post su Facebook. «Giochiamo fuori casa, posti nuovi o quasi, colleghi nuovi o quasi. Pochi riposi, non ci sono ferie o permessi, non ci sono figli o compagni. Dormo male, ho bisogno di aria e son sempre rinchiusa». Poi, l’infermiera di Lecco racconta una storia, corredata da una foto: «Dall’inizio settimana è la prima volta che riusciamo a buttar giù qualcosa nello stomaco per cena. Ci facciamo portare le pizze, arriva il ragazzo ed esco a prenderle. Ho tolto la cuffia e la mascherina, ho i capelli in aria e puzzo di disinfettante. Il ragazzo dalle pizze mi dice ‘i soldi non servono, mettili pure via, una signora che aspettava le pizze ha sentito che dovevamo consegnare alla Rianimazione e ha voluto pagare lei. Ha detto di ringraziarvi tanto e vi augura buon lavoro’. Ecco una infermiera di Sala Operatoria, ex Neurorianimazione, passata dall’oggi al domani in Corona-Ria, dopo una giornata di merda, spettinata e che puzza di disinfettante, che si commuove con sette pizze in mano davanti a un ragazzo della pizzeria Rida. Buonanotte combattenti».

https://www.giornalettismo.com/stanchezza-infermiera-coronavirus/
vittorisk Inserito il - 12/03/2020 : 15:48:42


Immagine:

45,22 KB
vittorisk Inserito il - 12/03/2020 : 13:03:00
VIP Very Important Person

Immagine:

64,75 KB
Pietro Vassallo, infermiere di Brescia, posta sul suo account Instagram questa foto, che lo mostra prostrato e stanco in questi giorni di emergenza. E scrive un lungo e significativo commento:

"Scusateci se da qualche giorno siamo meno pazienti del solito , scusate se alziamo di più il tono, scusateci se siamo più irritabili... ma quei camici, quelle maschere, quell alcool sulle mani ci stanno dilaniando naso, mani, testa e cuore. Siamo sempre concentrati ad ogni “ semplice” compito lavorativo : cerchiamo di non farvi soffrire durante un prelievo venoso o arterioso, nonostante farlo con due paia di guanti non sia per niente semplice , cerchiamo di farvi sentire meno a disagio quando vi mettiamo dentro un casco per respirare meglio , cerchiamo sempre di sorridervi anche se con la maschera non lo vedete noi CONTINUIAMO a farlo perché è la prima arma che serve a farvi guarire. Continuate ad essere coraggiosi perché insieme noi riusciremo a vincere questa battaglia. Per i cittadini che stanno ( apparentemente ) bene .... ABBIATE BUON SENSO E SIATE RESPONSABILI , state a case ed uscite solo per necessita. Per chi è tornato dalle famiglie giù al sud siate RESPONSABILI ( io sono SICILIANO CREDETE CHE NON VOGLIA RIABBRACCIARE AL PIÙ PRESTO I MIEI CARI? Anche se fossi stato libero non lo avrei fatto proprio perché li amo). Per una volta non ci facciamo prendere in giro dal mondo. Oggi la CINA , Whuan , siamo NOI, e non è un discorso di DITTATURA O DEMOCRAZIA , ma di intelligenza e BUON SENSO. Noi lavoriamo sul campo , voi credetemi che più seguite le regole più ci aiutate. Forza ragazzi , forza italiani, forza ITALIA#127470;#127481;"
pilotaDD Inserito il - 11/03/2020 : 23:28:46
Arcipelago ha scritto:

OMS: è pandemia!
Da ieri sono in autoisolamento con mia moglie a Scandriglia in piena campagna. Abbiamo fatto spesa on line. Ma qualche giro in solitaria con l'ebike lo farò i Monti Lucretili sono qui accanto.
Purtroppo se continuerà così niente raduni.


Abbiamo due mesi prima della data prevista per l'Elba

Possiamo farcela.

Sarebbe bello festeggiare insieme.
vittorisk Inserito il - 11/03/2020 : 23:22:33


Immagine:

48,93 KB

Sara Colombo, infermiera dell'Azienda socio sanitaria territoriale Ovest di Milano.

“Le cicatrici sono segno di sofferenza ma anche di guarigione", scrive Sara Colombo su Facebook, sotto una foto in cui mostra i segni della mascherina sul volto e le dita che fanno il segno di vittoria.

"State a casa gente, state a casa. Fatelo per voi, fatelo per i vostri cari. Fatelo per gli sconosciuti, fatelo per i più deboli. Fatelo per noi", continua l'infermiera, "La mia vita e quella dei professionisti che lavorano con me si è catapultata in un mondo parallelo da inizio settimana.. ci facciamo forza a vicenda e ci mettiamo un sorriso sotto quelle mascherine che ci lasciano dei solchi che arrivano fino all'anima. Vogliamo aiutare chi ha bisogno di noi, dobbiamo aiutarli, possiamo aiutarli. Aiutateci a farlo, dovete solo seguire le raccomandazioni. Ve lo chiediamo per favore".
vittorisk Inserito il - 11/03/2020 : 23:00:17
Senza dimenticare la rivolta nelle carceri italiane: 12 morti, 19 tuttora evasi, non si fermano i disordini in oltre 20 penitenziari italiani da Nord a Sud, da Venezia a Palermo.

A Foggia evasioni di massa – La situazione peggiore si è registrata a Foggia, con oltre 70 detenuti detenuti evasi. In un caso i fuggitivi hanno rapinato un meccanico di auto e attrezzi nella zona del Villaggio Artigiani, l’area nella quale si trova il carcere. Quattro detenuti evasi sono stati fermati sulla tangenziale di Bari: avevano appena rubato un’auto, intercettata grazie al numero di targa. Nel frattempo il penitenziario foggiano, secondo alcune fonti della polizia, era finito completamente in mano ai rivoltosi, che hanno rotto le finestre e divelto un cancello della block house, la zona che li separa dalla strada. All’ingresso della casa circondariale è stato appiccato un incendio.


https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/10/coronavirus-carceri-in-rivolta-altri-3-detenuti-morti-a-rieti-nuove-proteste-a-siracusa-e-caserta-a-foggia-evasione-di-massa-23-ricercati-la-procura-di-milano-apre-inchiesta-sulla-sommossa-a-san/5730183/
Arcipelago Inserito il - 11/03/2020 : 21:18:46
OMS: è pandemia!
Da ieri sono in autoisolamento con mia moglie a Scandriglia in piena campagna. Abbiamo fatto spesa on line. Ma qualche giro in solitaria con l'ebike lo farò i Monti Lucretili sono qui accanto.
Purtroppo se continuerà così niente raduni.
vittorisk Inserito il - 11/03/2020 : 21:10:26


Immagine:

15,4 KB

Caldo, afa... sensazione di respiro corto, goccioline di sudore che cadono dal viso, un viso che senti sciogliere sotto la maschera FP3, gli occhiali di plastica, la visiera , la cuffia ; avvolto da un camice impermeabile magari di due taglie in più perché la tua non c'è, sotto questi strati un corpo che deve muoversi, deve essere veloce e scattante, deve compiere manovre in urgenza... "Il paziente va intubato"... "sta desaturando".... "è ipoteso"... corri, continui a sudare... prepari il farmaco con due paia di guanti che ti limitano i movimenti abitudinari delle mani ... sudi ancora e ancora dopo ore passate così non hai respiro ma non puoi bere, non puoi riposare, non puoi fare pipi' vestito in quel modo... In tutto ciò l'ansia di poterti contaminare facendo i gesti che per abitudine facevi prima, questa ansia fa da sottofondo ad ogni manovra, ogni pensiero, ogni azione che devi compiere, devi ripeterti costantemente di non poterti più toccare la testa se l'elastico per i capelli ti fa male, se ti prude il naso sopporti, se hai quel rebreathing insopportabile nella tua mascherina ci continui a respirare dentro ancora e ancora e finisci il tuo lavoro...
"Va broncoaspirato", ti avvicini, esegui le manovre per liberare le vie aeree dalle secrezioni, sei molto vicina e l'ansia di quelle goccioline malefiche aumenta quando fai procedure così invasive ma alla fine il paziente respira meglio, e anche tu inizi a respirare meglio...
Il sollievo è vedere saturazioni che salgono, pressioni che si stabilizzano, diuresi che riprendono ( le nostre missioni giornaliere)... la fatica di tenere in condizioni stabili chi stabile non è... pazienti che sembrano usciti con lo stampino: insufficienze respiratorie gravi... e tu vai avanti e vai avanti, goccia dopo goccia di sudore, affanno, preoccupazione e qualche battuta con i colleghi per cacciare via la paura... Paura che aleggia costantemente ma che non ferma alcuni di noi dal presentarsi a lavoro per far fronte a questa emergenza covid19...
Lavorare in una situazione del genere e trovare ancora in rete video e messaggi (di personaggi più o meno noti ma anche di persone con cui ho semplicemente un amicizia su Fb) che sottovalutano il fenomeno, sentire di mercati aperti, di nuovi assalti ai supermercati mi fa porre la domanda "ma per CHI sto rischiando ogni turno che passa, ogni ora della mia vita il contagio?"
Per chi sottovaluta ancora la cosa, per chi dice "sono giovane e non mi ammalerò" vi dico che non è così, lo tocco con mano ogni giorno e vorrei quasi facessero un bel GF [Grande Fratello, ndr] nelle nostre rianimazioni.
Alla domanda "Perché sto andando a lavorare?" rispondo che moralmente lo faccio per tutte le persone che sono diventate "effetti collaterali" dell'irresponsabilità altrui e obbligatoriamente perché il nostro sistema sanitario in questo momento non può fare a meno di NOI (se potessi sarei su un isola tropicale fidatevi) .
Caldo, afa, sudore.... e' il momento di svertirsi... e devi essere ancora più meticoloso di quando ti vesti perché adesso sei "sporco" e non devi toccare le parti pulite del tuo corpo.... il collega ti guarda... all'inizio lo fate in due perché questa pratica non era nella vostra ordinaria routine prima della crisi... via il camice impermeabile con il primo paio di guanti... appallottoli il tutto per non toccare il davanti... non devi e non puoi sporcarti... togli il resto (che ormai è appiccicato al tuo corpo) con altrettanta parsimonia e cura.
Segui la procedura con la costante ansia di toccare magari quel filo di capelli che è uscito per sbaglio dalla cuffia o gli occhi che bruciano e lacrimano per il caldo... vai avanti e ti svesti, la senzazione di libertà provata è difficile da descrivere... ti lavi quelle mani, ormai lise, dalle tante volte che le hai già passate con i prodotti a base alcolica...
Ora sei pulito ma ti senti così stanco e appiccicoso che vorresti entrare subito in doccia.... un bel sogno... ma sai che non puoi perché magari hai altre 6 ore di turno davanti e tra mezz'ora dovrai rivestirti e ricominciare da capo quell'agonia... ne approfitti per bere (non troppo per non rischiare di dover andare in bagno quando poi sarai vestita), mangiare uno snack e fare la pipi' che ti tenevi da un ora... Ti "svaghi mentalmente" nel poco tempo che hai per stare fuori poiché sai che la persona che in piena crisi se ne è andata al carnevale a lanciare i coriandoli è nello stanzone che ti aspetta così come il povero malato cronico che ha sempre rispettato le regole! Ma noi non facciamo queste distinzioni dentro le mura di un ospedale... il fine ultimo è sempre la CURA nei limiti del possibile!
... Allora fai un bel respiro... cerchi la forza che hai dentro, ti guardi allo specchio e ti ricambia lo sguardo un un viso che non sembra nemmeno il tuo tanto è stanco e segnato... con quel viso dovrai tornare a casa a fine turno dalla tua famiglia , esausto, con il fardello sulle spalle della RESPONSABILITÀ, il pensiero di essere a contatto diretto (anche se con i DPI) con il virus ti ha portato ormai da settimane ad evitare contatti con familiari fragili, amici, conoscenti, bimbi piccoli ... con la sensazione perpetua di perdere "pezzi di vita" di chi ti sta intorno, restare in un limbo che ti impone il tuo ruolo in questa crisi con la consapevolezza che il giorno seguente la sveglia suonerà, interrompendo i tuoi sogni agitati per dirti che è il momento di tornare nuovamente sul campo.

Ps: Da piccola volevo fare la scrittrice di libri per bambini (forse è meglio che approfitti di questa crisi per cambiare lavoro :D ) :) spero attraverso questo post di avervi trasmesso anche un minimo delle sensazioni che proviamo ogni giorno... Ringrazio chi in questi giorni difficili anche con un semplice messaggio mi sia stato vicino.

Non sapevo nemmeno se allegarla... è la foto mia più brutta della storia e non sarò il top per i canoni estetici imposti dai social ma questa è realtà.
claudio02 Inserito il - 11/03/2020 : 20:50:35
in quarantena anche l ucraina..
vittorisk Inserito il - 11/03/2020 : 19:34:59
VIP Very Important Person

Immagine:

87,02 KB

e poi passata la tempesta ...
https://www.huffingtonpost.it/entry/quanti-di-voi-farebbero-il-nostro-lavoro-di-infermieri-ora-e-con-il-nostro-compenso_it_5e5cdb85c5b6beedb4ee2807

Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility © 2000-06 jobike Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,51 secondi. Versione 3.4.06 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Platinum Full - Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.