boh!      Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility     boh!

Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Album Fotografico | Download | Links | FAQ |Ricerca Avanzata | le biciclette provate da noi ] mago job
Ultime novità: * è cambiata la denominazione del forum, leggere qui le motivazioni

* per evitare lo spam, l'iscrizione attende l'approvazione degli Amministratori, un po' di pazienza per favore

attenzione che la mail automatica di conferma iscrizione non sempre funziona, provare ad accedere lo stesso o scrivere in amministrazione

* per comunicazioni scrivere a postmaster@jobike.it o contattare uno degli amministratori (elle, job, pixbuster)

* registro bici rubate

* qui tutti i modelli testati da noi a confronto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Discussioni
 Kit e fai da te
 Ultracapacitori
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 10:47:26  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nessuno ha preso in considerazione o ne ha parlato degli ultracondensatori come alternativa alle celle al litio che usiamo?

T4R
Utente Master



Campania


2556 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 11:53:25  Mostra Profilo Invia a T4R un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Si però purtroppo per densità di energia sono ancora inferiori alle celle attuali. L'unico vantaggio sarebbe l'elevatissima velocità di ricarica. In questo momento potrebbero affiancare celle con C di scarica bassini ed aiutarle nei transitori di carica e scarica. Da sole non ancora, e forse mai. Perché come migliorano loro migliorano pure le celle classiche ed il gap rimarrà sempre.


Saluti Pino

Cagiva E-lefantino ready to run Cyclone 48V
Decatlhon 9.1 Lmt GM 1Kw in meritato riposo
Tecnobike DH Modified
HopTown the RED one.

Le moto sono oggetti che fanno sognare. Hanno colori e suoni diversi, hanno forme che rivelano l'ispirazione di chi le ha concepite. A volte queste creazioni sono autentici oggetti d'arte motoristica che trasformano il proggettista in artista.
Claudio Castiglioni

Corro perchè provo una sensazione unica, non lo sò spiegare ma è qualcosa di speciale, nascosto dentro di me.
Marco Simoncelli
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 12:36:54  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Lo pensavo anche io, anche perchè visto la loro tensione dei singoli condensatori di soli 2,7-2,85-3V max, per arrivare a 36V bisogna metterli in serie e così si perde ancora in capacità..
Giusto per sperimentare ho ordinato un 2,85V 3400F, come dici tu si potrebbero abbinare alle batterie che abbiamo per i motori più esigenti di energia..
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


2174 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 14:12:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ma un condensatore non è a scarica istantanea ? Non rilascia tutta l'energia di botto? Come si utilizza come batteria?
Torna all'inizio della Pagina

T4R
Utente Master



Campania


2556 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 14:20:06  Mostra Profilo Invia a T4R un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
No, si scarica tutto si, ma se continui a chiedere corrente.
La scarica la decide sempre il connubio centralina/motore.


Saluti Pino

Cagiva E-lefantino ready to run Cyclone 48V
Decatlhon 9.1 Lmt GM 1Kw in meritato riposo
Tecnobike DH Modified
HopTown the RED one.

Le moto sono oggetti che fanno sognare. Hanno colori e suoni diversi, hanno forme che rivelano l'ispirazione di chi le ha concepite. A volte queste creazioni sono autentici oggetti d'arte motoristica che trasformano il proggettista in artista.
Claudio Castiglioni

Corro perchè provo una sensazione unica, non lo sò spiegare ma è qualcosa di speciale, nascosto dentro di me.
Marco Simoncelli
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 15:07:33  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E poi gli ultracapacitori sono particolari, si comportano come una batteria e come un condensatore.
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 19:41:58  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non pensavo ma forse per il trasporto pubblico penso che il futuro sia proprio la via degli ultracapacitor, ci sono già citta come Germania, Cina e Giappone che usano questo sitema, cicli stimati 1.000.000 ma è un dato indicativo perchè teoricamente non hanno una reale vita ciclica.
https://www.youtube.com/watch?v=ZWcJxq1Lia8#t=228.094784
https://www.youtube.com/watch?v=t3rg-SsPJuU
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11154 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 22:44:25  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
I supercondensatori, per essere utilizzati come batteria, hanno bisogno di centraline molto particolari perchè la loro tensione non cala del 25% come le litio (diciamo da 40 a 30 volt) ma, per poterne sfruttare la carica, si deve scendere fino al 10 %
Significa che una batteria di supercondensatori da 40V iniziali arriva a 4V a fine scarica !!!
Ci vuole perciò uno step-up e ci vuole molto efficiente altrimenti non si riesce ad utilizzare molta parte dell'energia immagazzinata nei supercondensatori


Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 16/07/2017 : 23:45:44  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Si ok avranno anche bisogno di centraline particolari, sta di fatto che intanto in diversi paesi del mondo, ci sono i mezzi pubblici che utilizzano gli ultracapacitor, visto la loro resistenza agli stress, la capacità di una carica ultrarapida e cicli infiniti, stanno sempre prendendo più piede.
Molto probabilmente per le nostre bipa sarà difficile che vengano usati.
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


23990 Messaggi

Inserito il - 17/07/2017 : 11:20:13  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@Rotolo: Ne sei certo? Tutti i filmati che ho potuto vedere a riguardo si riferiscono a batterie al Litio di velocissima sostituzione: In pratica l'autobus passa in un tunnel e in pochi secondi la batteria esausta viene tolta e una fresca di carica prende il suo posto...

Perfino in Formula1 dove gli ultracapacitori avrebbero un senso in abbinamento alle Power Unit viene ancora usata tecnologia al Litio.
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 17/07/2017 : 17:49:31  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dai un'occhiata a questo video che è come quelli che ho postato prima, potrebbe essere un fake, però non mi sembra.
https://www.youtube.com/watch?v=xV6JOGowK8o
Torna all'inizio della Pagina

gizeta
Utente Medio


Piemonte


329 Messaggi

Inserito il - 17/07/2017 : 21:23:00  Mostra Profilo Invia a gizeta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
All'ultimo salone dell'auto di Torino c'era una vetturetta ibrida progettata e costruita dal Politecnico di Torino. Un piccolo motore 4t 50cc. teneva in carica un lotto di supercondensatori, ma gli studenti che ho interpellato non sono stati ion grado darmi informazioni più precise, soprattutto sulla trasmissione. Però mi hanno fatto rilevare la "enorme " capacità di quei condensatori, nell'ordine delle centinaia di Farad. Forse qualcosa si muove anche in questo campo.
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 17/07/2017 : 22:26:02  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io per sperimentare e testare, ma soprattutto per pura curiosità e divertimento, ho preso questo.
Sicuramente si sta muovendo qualcosa come in tutte le altre strade alternative al petrolio.

http://www.maxwell.com/products/ultracapacitors/k2-2-85-series
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


2174 Messaggi

Inserito il - 18/07/2017 : 00:06:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
interessante articolo credo un pò datato
https://perplesso.wordpress.com/2014/05/22/supercondensatori-maxwell-d-cell-da-350-farad/
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11154 Messaggi

Inserito il - 18/07/2017 : 23:45:09  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ecco: un sistema a supercondensatori lo vedo bene sugli autobus

Il loro muoversi prevede molte fermate dove è possibile sfruttare la carica molto veloce: in pratica il "tempo morto" durante la salita e discesa dei passeggeri viene utilizzato per caricare

Nell'interessante filmato linkato da Rotolo parlano di 7-10 minuti per 15-20 km di autonomia: significa che i punti di ricarica devono essere vicini altrimenti il tempo di sosta non è sufficiente a caricare per arrivare alla fermata successiva
E qui si evidenzia il lato negativo: occorre realizzare una estesa struttura di punti di ricarica piuttosto potenti che lavorerebbero ciascuno molto poco ... ma si potrebbe attrezzarli con supercondensatori per trasferire velocemente la carica al bus

Parlano poi di durata doppia (!) rispetto alle batterie litio che è molto meno di quanto mi aspettassi
E indicano un costo del 40% inferiore che però temo venga vanificato dalla necessità dei molti punti di ricarica


Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 20/07/2017 : 19:18:38  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ecco qua il bestione è arrivato, adesso inizieranno i test anche con questo, tempo permettendo..

Immagine:

117,79 KB
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 21/07/2017 : 19:43:08  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ecco i risultati delle prime prove, per caricarlo velocemente ho usato una funzione del cb che ho per modellismo, programmato a 2,85V e 25A di carica.
Dopo ripetute cariche e scariche la capacità del condensatore si è sempre fermata a 2350mAh sia in carica che scarica, sinceramente pensavo molto di più.
Però la corrente di scarica è spaventosa, la mia pinza amperometrica ha il fondo scala a 400A, beh non sono bastati neanche lontanamente e la cosa bella è che anche maltrattandolo, è rimasto sempre freddo.
Conclusioni, sono deluso dalla capacità e dall'autoscarica che per quanto minima, è sempre presente, invece impressionato dalla scarica che è capace di erogare senza fare una piega.
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


23990 Messaggi

Inserito il - 21/07/2017 : 21:25:27  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
I problemi sono proprio la bassa concentrazione di energia (2350mAh con una cella di quelle dimensioni è veramente poca cosa) e il fatto che il capacitore la eroga solo portando la tensione da 2,85V fino a 0V, cosa che su una batteria (ad esempio) da 36V-13S comporta una tensione a piena carica di 37V e di 0V a fine scarica, quasi ingestibile, se si pensa che danno fastidio i 10V di differenza di una comune LiIon...

Anzi, dai dati di etichetta si evince che quel capacitore è dato per 3,84Wh, quindi in teoria dovrebbe immagazzinare solo 3,84Wh:2,85V=1347mAh.
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 21/07/2017 : 23:20:20  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho letto anche io i dati, infatti cercavo di capire il calcolo che hanno fatto per tirare fuori i 3,84Wh, perchè ho caricato e scaricato diverse volte ma il risultato è sempre stato di 2350mAh tra l'altro sempre molto preciso.
Per il resto trovo interessante il fatto di poter mettere praticamente in corto con chiodini o altri metalli da fondere, e il condensatore non scalda e apparentemente non patisce.
Una tra le poche cose che mi piace molto è il drop praticamente a zero, nel senso che se gli chiedo 10Ah continui, lui scende di tensione solo per il consumo e non per l'effetto drop, per esempio se si trova a 2,65V e il carico è di 10Ah, lui scende a 2,645-2,642 e così via, ma se tolgo il carico rimane alla tensione che era anche sotto carico.
Sarebbe bello combinare i pregi delle batterie con quelli degli ultracapacitori.
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 22/07/2017 : 21:37:22  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ma se metto i condensatori in parallelo si somma la capacità, diminuisce anche la resistenza interna e di conseguenza l'auto scarica?
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom1961
Utente Medio



114 Messaggi

Inserito il - 23/07/2017 : 00:14:46  Mostra Profilo Invia a Sergiom1961 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Rotolo ha scritto:

Ecco qua il bestione è arrivato, adesso inizieranno i test anche con questo, tempo permettendo..

Immagine:

117,79 KB

Che dimensioni ha?
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 23/07/2017 : 05:14:07  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
60x138mm
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


23990 Messaggi

Inserito il - 24/07/2017 : 13:47:05  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
I capacitori in parallelo sommano la capacità unitaria, in serie invece sommano la tensione di lavoro...

L'autoscarica NON ha niente a che vedere con il collegamento in parallelo o con la resistenza interna, è intrinseca di un progetto e non ci si può fare niente!!!
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 24/07/2017 : 19:33:17  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Conosco bene come sommare un condensatore in serie o parallelo, speravo solo che mettendoli in parallelo la resistenza interna si comportasse come nelle batterie e di conseguenza anche l'autoscarica.
Comunque questo era solo un esperimento per vedere come si comportano questi ultracapacitori, hanno molti pregi ma non paragonabili alle batterie di ultima generazione per non dire quelle che usciranno in futuro.
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


23990 Messaggi

Inserito il - 24/07/2017 : 21:57:32  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Guarda che nelle batterie l'autoscarica non diminuisce affatto mettendo più elementi in parallelo, anzi...

Se ad esempio prendi in esame le "vecchie" NiCd e NiMh (afflitte da rilevante autoscarica) potrai notare che su nessun progetto ci sono celle in parallelo, se si ha bisogno di capacità elevate si usano celle più grandi, ma mai si collegano in parallelo tra loro proprio per non peggiorare l'autoscarica: L'unica cosa che migliora collegando più celle LiIon in parallelo (e quindi diminuendo la resistenza complessiva) è il drop sotto sforzo, niente altro che questo...

Gli ultracapacitori sono elettrolitici, e come tali hanno bisogno di una leggera corrente di scarica per mantenere intatto il velo di ossido che isola gli elettrodi, infatti se li abbandoni per lunghi periodi si deteriorano.
Torna all'inizio della Pagina

bitzo
Nuovo Utente


Piemonte


34 Messaggi

Inserito il - 25/07/2017 : 18:16:34  Mostra Profilo Invia a bitzo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Test molto interessanti, grazie per la averli condivisi.
Vale la pena usarli a mo di tampone tra batteria e controller? Se si in che condizioni e per quali esigenze?
Torna all'inizio della Pagina

Rotolo
Utente Medio


Piemonte


497 Messaggi

Inserito il - 25/07/2017 : 20:20:09  Mostra Profilo Invia a Rotolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Potrebbero essere usati come spunto in partenza o forti salite, solo che le loro dimensioni e tensioni molto basse dei singoli condensatori, impongono ingombri importanti e scomodi per una bipa.
Vengono già usati nei bus usati in città per percorsi di pochi km e con possibilità di ricarica tra una fermata e l'altra, o nei treni per gli spunti in partenza, ma per i mezzi di trasporto tradizionali tipo auto, hanno ancora poca capacità.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility © 2000-06 jobike Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,5 secondi. Versione 3.4.06 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Platinum Full - Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.