Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility

Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Album Fotografico | Download | Links | FAQ |Ricerca Avanzata | le biciclette provate da noi ] mago job
Ultime novità: * è cambiata la denominazione del forum, leggere qui le motivazioni

* per evitare lo spam, l'iscrizione attende l'approvazione degli Amministratori, un po' di pazienza per favore

attenzione che la mail automatica di conferma iscrizione non sempre funziona, provare ad accedere lo stesso o scrivere in amministrazione

* per comunicazioni scrivere a postmaster@jobike.it o contattare uno degli amministratori (elle, job, pixbuster)

* registro bici rubate

* qui tutti i modelli testati da noi a confronto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Discussioni
 Prove e collaudi
 TEST Ninebot by Segway miniPRO 320
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 2

solenero
Utente Attivo



Piemonte


617 Messaggi

Inserito il - 19/02/2019 : 11:36:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sono due mezzi altrettanto validi anche se hanno caratteristIche differenti. Personalmente li uso con soddisfazione entrambi e ho apprezzato questo impegno di Job a descrivere dettagliatamente il segway.volevo solo precisare che la mia esperienza sulla durata della batteria segway é molto positiva

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

claudio02
Utente Master




6464 Messaggi

Inserito il - 19/02/2019 : 15:03:41  Mostra Profilo Invia a claudio02 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
dimenticavo: io ci vado anche al lavoro con la bipa quando nn piove o nn fa troppo freddo.

rimbambito con brio

se il tuo cavallo ti leggesse nn andrebbe più al trotto.

Una persona pessimista fa si di creare delle energie che andranno nella direzione delle sue paure piu profonde, fino alla loro realizzazione. Il pessimismo sincronizza anche i semafori.
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6727 Messaggi

Inserito il - 19/02/2019 : 18:04:36  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
claudio02 ha scritto:
se il tuo cavallo ti leggesse nn andrebbe più al trotto.


Allora mi deve aver già letto


Adesso provo a descrivere alcuni potenziali casi d'uso:

questo me l'ha chiesto proprio una collega:

- lei lavora nella stessa azienda dove lavoro io. Abita in un grosso paese a circa 90 km dalla città dove ha sede l'azienda.
Oggi si muove così: prende l'auto raggiunge la prima stazione utile a 20 km da casa sua, lascia l'auto in parcheggio, prende il treno e arriva alla stazione di destinazione, qui cerca di prendere l'autobus che la porta direttamente davanti all'azienda, se è fortunata, l'autobus arriva esattamente 2 minuti dopo che lei aspetta alla fermata, se lo perde deve aspettare invece altri 15 minuti. Al ritorno idem. L'autobus ci mette di solito un tempo tra i 20 e i 25 minuti per coprire una distanza di 3,5 km . Se tutto va bene, riesce ad arrivare un poco prima dell'inizio dell'orario di lavoro e fare una veloce colazione nel bar dell'azienda prima di iniziare a lavorare.

Io le ho detto che mi pare che il percorso è già piuttosto ottimizzato, e dalla mia esperienza per le ragioni che illustravo sopra a Claudio, sconsigliavo di imbarcarsi in soluzioni come bici elettriche, pieghevoli o scassone da stazione.

Ora che ho provato il segway mi viene da pensare, potrebbe essere un'alternativa plausibile ?

I 3,5 km da fare dalla stazione all'azienda sarebbero per più di 2 km in ciclopedonale e ciclabile e sarebbe da superare un unico semaforo, contro i numerosi che fa l'autobus. Solo appena fuori dalla stazione c'è un chilometro un po' caotico ma fattibile dal segway.

Ma vediamo il grafico dei tempi per percorrere 3,5 km a varie velocità:

Immagine:

50,93 KB

Se il segway andasse ad una media tra i 12 e 14 km/h potrebbe far meglio dell'autobus attorno ai 5 minuti le volte che treno e autobus sono in coincidenza, ma anche 20 e più se salta la coincidenza e tenendo presente che il segway è utilizzabile già dalla banchina del treno all'interno della stazione fino direttamente all'ufficio. Sembra poco, ma per il pendolare può significare saltare o no la colazione.
Si risparmierebbe nel costo mensile dell'abbonamento all'autobus, anche se è da mettere in conto l'acquisto di qualche biglietto quando il tempo fosse veramente inclemente (un po' di pioggia e vento abbiamo visto li regge bene) .

Direi che non avrebbe bisogno di ricaricarlo sul lavoro e potrebbe tranquillamente metterlo negli scomparti chiusi a chiave che abbiamo a disposizione per caschi, zaini ecc. se proprio non lo vuole tra i piedi sotto la scrivania.

Poi, potrebbe servirle durante la pausa pranzo per fare qualche commissione in città, andare in posta o provare ad andare a pranzo in qualche locale che non sia il solito attaccato all'azienda.

Al ritorno, potrebbe decidere di fermarsi per strada a fare qualche spesa veloce o a distrarsi a guardare qualche vetrina piuttosto che passare il tempo in attesa o dentro un autobus, a me non dispiacerebbe proprio, quando usavo la bipa per andare al lavoro era proprio questo che mi piaceva di più, respirare un po' d'aria all'aperto, vedere che succede in città, leggere una locandina o il menu di qualche locale, prendere un gelato al volo... piccole cose che però ti scaricano dalla tensione lavorativa, mentre gli autobus sono un po' alienanti e finisce che hai gli occhi fissi sullo smartphone e non ti rilassi per niente .

Uno sfizio? Alla lunga portarsi 12,8 kg su e giù per i treni ti stufi? Abbiamo già abbastanza orpelli da portare con noi ? Io non ho una risposta , bisognerebbe che la diretta interessata provasse un periodo, secondo me. Senz'altro però mi sembra un caso in cui non c'è il pericolo di impigrirsi ulteriormente.

Questo caso è abbastanza illuminante sulla vita assurda che fa un pendolare, dove tutto è cronometrato e dove non ha nè possibilità, nè voglia di farsi una bella e lunga passeggiata, l'unico obiettivo e di minimizzare i tempi per poter tornare prima possibile tra i suoi cari, i suoi animali o le sue cose.



"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

solenero
Utente Attivo



Piemonte


617 Messaggi

Inserito il - 19/02/2019 : 18:12:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io ho preso il segway proprio per una problematica analoga a quella della tua amica Job. In città é fenomenale, comodissimo e ti dimentichi dei mezzi pubblici della ressa delle ore di punta.é vero che pesa ma lo devi in fin dei conti solo caricare sul treno,auto e lo riponi comodamente in ufficio ...zero furti

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11825 Messaggi

Inserito il - 19/02/2019 : 19:01:05  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ecco Job, proprio per l'uso che hai descritto, mi piacerebbe sentire la tua esperienza non solo nelle fasi di movimento (dove ho visto che è stato fatto un progresso sensibile rispetto ai primi modelli) ma nelle fasi in cui non si è a bordo
Intendo scale, ascensori e poi come gestirlo in negozi o bar o ristoranti







Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

claudio02
Utente Master




6464 Messaggi

Inserito il - 19/02/2019 : 19:10:38  Mostra Profilo Invia a claudio02 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
io sono perfettamente d'accordo con tutte le considerazioni che hai su esposto.

non sono d accordo su:

"personalmente, registro una sconfitta della bipa, che non ha sfondato. Si certo, adesso le vetrine di ogni biciaio mostrano sfavillanti bici elettriche ma sono per lo più tutte destinate ad uso ludico."

registro una sconfitta??non ha sfondato? a parte il fatto che l'uso ludico è un signor uso che toglie dalla circolazione parecchie moto e vari mezzi inquinanti, già ottima cosa.

sempre più persone usano la bici elettrica per recarsi al lavoro, non viceversa.

la sconfitta semmai è che la tua del 2011 ha già tutto quello che ha la 2019, ma le novità arriveranno.

" il primo micidiale cancro che mina l'utilizzo della bipa è il pericolo del furto"

ok ok le rubano, però c'è anche chi può metterla al sicuro sul lavoro, micidiale cancro è la neoplasia del pancreas.

"Uno spunto su tutti che dovrebbe interessare i bipaioli: tra pochissimo uscirà una legge che forse metterà in regola questi mezzi di locomozione e la bici elettrica rischia di restare al palo: ci troveremo con i limiti di legge per la bipa di un motore unico, 250W di potenza, voltaggio massimo 48V mentre potranno girare tra la folla mezzi con 2 motori da 400W a 60V ? Ah, saperlo."

questo semplicemente non succederà, hai tirato una linea arbitrariamente verso il basso sull impiego della bipa in futuro

detto questo trovo interessante il tuo test, non escludo in futuro di aver bisogno di un mezzo simile, ma sogno un elle-test, un job-test con una piba nuova, con celle con una chimica nuova, con un motore nuovo con regen leggero.



Una persona pessimista fa si di creare delle energie che andranno nella direzione delle sue paure piu profonde, fino alla loro realizzazione. Il pessimismo sincronizza anche i semafori.
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


5947 Messaggi

Inserito il - 19/02/2019 : 23:29:08  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Le bipa non hanno ancora esaurito il loro boom, specialmente nell'uso ludico. Quando saranno accettate nel mondo delle bdc... ne venderanno migliaia, ci sono molte più bdc che mtb.
Purtroppo il vero step successivo si avrà se e quando ci saranno batterie migliori, mi pare che da anni siamo fermi ai 3500mah per cella
quel coso potrà avere un ottimo successo in città, soprattutto perchè non si fatica, ripeto per qualcuno anche girare i pedali fa venire l'urticaria, perchè altrimenti non parcheggerebbero a poche centinaia di metri da dove devono andare?
Purtroppo è soprattutto per giovani, o per anziani con mente giovane
Io vedrei interessante una prova comparativa con un comune hoverboard, non dei più scarsi ma che costa 1/3, a parte i gadget tecnologici (antifurto, telecomando ecc) per quella che è la sua funzione principale, cioè spostarsi, il maggior costo vale realmente la pena??
Torna all'inizio della Pagina

Bagigio
Utente Senior



Emilia Romagna


1322 Messaggi

Inserito il - 20/02/2019 : 08:45:59  Mostra Profilo Invia a Bagigio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
andrea 104KG ha scritto:


Purtroppo il vero step successivo si avrà se e quando ci saranno batterie migliori, mi pare che da anni siamo fermi ai 3500mah per cella


Ci vuole pazienza, progrediscono lentamente ma continuamente; solo 9 anni fa giravo con celle da 1.300mAh e mi sembravano tanti, da allora la capacità è quasi triplicata...
All'epoca, per avere un'autonomia decente, dovevo girare con una 10S10P pesante 4,5 Kg, adesso mi basta una 10S4P da un paio di Kg, ingombrante la metà...



B'twin 7 2009 | Bafang SWXH rear | Samsung 29E 36v 14,5Ah | 27.500 Km since 18/10/2010 | mezzo di trasporto quotidiano

Graziella All-Black | Bafang BBS01 | Samsung 29E 36v 11,6Ah | muletto

Nazca Explorer | Bafang BBS01 | Samsung 29E 36v 14,5Ah | 12.800 Km | limousine

+ 3.850 Km con ex CityBike 28" dal 01/09/2009 | Nine front FH154 7*9 | Dennj li-ion 36v 8.4Ah | dismessa

Torna all'inizio della Pagina

chicc0zz0
Utente Attivo


Liguria


772 Messaggi

Inserito il - 20/02/2019 : 09:55:42  Mostra Profilo Invia a chicc0zz0 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
a onor del vero qui rispetto ad alcuni anni fa si vede un po' di gente (anche anziani) usare la bipa per spostamenti quotidiani, e dire che non ci sono piste ciclabili...

Kalkhoff ProConnect Panasonic 26V
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6727 Messaggi

Inserito il - 20/02/2019 : 15:05:44  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
claudio02 ha scritto:
non sono d accordo su:

"personalmente, registro una sconfitta della bipa, che non ha sfondato. Si certo, adesso le vetrine di ogni biciaio mostrano sfavillanti bici elettriche ma sono per lo più tutte destinate ad uso ludico."

registro una sconfitta??non ha sfondato? a parte il fatto che l'uso ludico è un signor uso che toglie dalla circolazione parecchie moto e vari mezzi inquinanti, già ottima cosa.


Continui a fraintendermi, il mio giudizio non è in toto sulla bipa io in questo topic la valuto esclusivamente ai casi che ho citato: il mio, quello dei pendolari, quello di dipigi ecc. dando per assodato che per uso ludico/salutistico sappiamo che è un ottima cosa da circa dieci anni noi di jobike e nel frattempo sono usciti anche importanti studi scientifici a riguardo .

sempre più persone usano la bici elettrica per recarsi al lavoro, non viceversa.


Anche qui: restiamo nel sottoinsieme che ho indicato e a cui si rivolge questo topic e i mezzi alternativi come i "personal transporter" sennò siamo OT .

Io vi posso dire che lavoro in una grande azienda da più di mille persone, attualmente ce ne saranno tre che vengono in bici elettrica e prima eravamo in 4 con me . Dieci anni fa eravamo in 2, si può affermare sia un successo ? Se avete esperienze eclatanti ben venga, illustratele, ma come campione a me è abbastanza sufficiente . Invece posso dire che moltissimi cercano di usare il trasporto intermodale o usano i parcheggi appositi per le auto, anche se un po' lontani dal posto di lavoro, quelli che hanno il SUV ovviamente ci sono e si notano di più ma non sono certo la maggioranza .

ok ok le rubano, però c'è anche chi può metterla al sicuro sul lavoro, micidiale cancro è la neoplasia del pancreas.


per me il furto (e gli atti vandalici non dimentichiamoci) è proprio un cancro dal latino cancer=granchio ed è intesa in senso figurato come qualcosa che ti rode (dal vocabolario Treccani: Vizio morale, oppure tormento, idea fissa, ossessiva: il c. dell’avarizia, dell’invidia, della gelosia; il c. dell’insoddisfazione gli rodeva l’animo).

Bè alzi la mano chi ama la bici e non rode questa cosa dei furti.

Caso recente in cui mi sono sentito in colpa (era mio dovere essere meno contagioso e più prudente):

amica mi chiede consiglio per regalare alla mamma una bici elettrica perchè deve andare ogni santo giorno in ospedale dalla nonna due volte al giorno ed è stanca non ce la fa più ad andarci a piedi (i parcheggi a pagamento la svenerebbero) . Bene, gliela comprano i figli (senza risparmiare troppo su mio consiglio), è felicissima, al secondo giorno parcheggiata al parcheggio bici dell'ospedale, oplà sparita... poi , povera, si è dovuta anche sentire le ramanzine che non si era portata con sè la batteria, che la catena non era in criptonite ecc. ecc.

E questo cancro sta colpendo dappertutto, per esempio ad Amsterdam, regno delle biciclette, non vi consiglio di andare con la vostra e-bike da 4K , dura un minuto. Berlino, Parigi non fanno differenza. Quindi aggiungo una categoria a quelli già citati: i turisti. I primi anni la portavo sul portapacchi esterno del camper, un incubo continuo, si faceva i turni per il caffè all'autogrill, ricordo ancora ad Avignone l'angoscia che avevo nel visitare il palazzo dei papi sapendo che ne avevamo 2 lasciate al parcheggio. Ok, poi le ho ritrovate, non me l'hanno neppure rubata a una festa zingara in Camargue in mezzo ai carrozzoni, però è sempre una roulette russa e io mi sono stufato, in vacanza voglio star sereno e godermela, negli ultimi anni mi sono portato solo la nanoo o la brompton, ma queste, pur potendole occultare meglio, sono ancora peggio da lasciare incostudite, il prossimo anno sicuramente mi porterò il segway, poi magari non lo uso perchè scopro che è inutile, o mi rubano anche quello ma almeno mi occupa poco spazio e costa meno della metà delle mie bici .

Aggiungo altra categoria: studenti e in particolare gli universitari. Da me è impensabile andare all'università in bicicletta normale, infatti ce ne sono ma in modo risibile, troppe salite. Io ai tempi che furono, avevo il mio fedele vespino regalatomi da qualcuno in quanto aveva preso fuoco e aveva la carrozzeria inguardabile. Ricordo ancora i salti mortali che dovevo fare per raggiungere in orario le lezioni e i laboratori dislocati in giro per la città, se non c'era lui ero spacciato e ovviamente lo usavo con qualsiasi tempo anche con la neve . Poi mi rubarono il manubrio, danno quasi zero economico, me ne regalò uno un rottamaio, ma che palle ripassare tutti i cavi. Sarebbe stato bello avere un e-bike quanto meno perchè avrei speso i soldi della benzina in birre , ma non avrei mai avuto i soldi per comprarla e quanto mi sarebbe durata ? Ecco, penso che un universitario almeno da me oggi non usi bici elettriche (anche se non ne ho la prova) . Anche davanti il mio vecchio liceo ci sono schiere di motorini, qualche bici scassona, nessuna e-bike .

"Uno spunto su tutti che dovrebbe interessare i bipaioli: tra pochissimo uscirà una legge che forse metterà in regola questi mezzi di locomozione e la bici elettrica rischia di restare al palo: ci troveremo con i limiti di legge per la bipa di un motore unico, 250W di potenza, voltaggio massimo 48V mentre potranno girare tra la folla mezzi con 2 motori da 400W a 60V ? Ah, saperlo."

questo semplicemente non succederà, hai tirato una linea arbitrariamente verso il basso sull impiego della bipa in futuro


Anche qui mi hai frainteso, "me meto a parlar in triestin, ciò, per capirse ?"

Io non intendevo che i mezzi alternativi batteranno le bipa nè vedo queste al ribasso, mi riferivo che forse ci sarà l'ingiustizia di non poter mettere nelle bipa 2 motori, di non poter avere un voltaggio superiore ai 48V di non poter avere coppie più alte ecc. mentre questi trabicoli già hanno queste cose e possono circolare su marciapiede e ciclabile senza che alcun vigile ti possa far contravvenzione nè sequestro , non vi dà fastidio ? Va tutto ben, madama la marchesa ? Non vi interessa aprire un dibattito ? Ok, fate vobis .

ma sogno un elle-test, un job-test con una piba nuova, con celle con una chimica nuova, con un motore nuovo con regen leggero.


Ma ti dirò che non ho tutti questi sogni, la mia bici mi va bene così anche nel 2019, mi accontenterei, ripeto, che una bici del 2019 avesse di serie le prerogative della mia del 2011, cioè che i prezzi si fossero abbassati per quelle caratteristiche visto che non sono più innovative, che le batterie fossero "open" e dal taglio a scelta,che tutte offrissero il manettino come optional. Che appena comprata non devo cambiare la rapportatura perchè non va bene.
Mi fa una gran pena ad esempio leggere che oggi nel 2019 pilotadd cerca di arrabbattarsi in soluzioni pindariche per ricariche da picnic, quando io ho 1000Wh a disposizione dal 2011, ma Bosch ha deciso che non può essere di serie.


Poi ti dico, io sono un tipo grezzo, trovo dettagli insignificanti se un motore è più pastoso o meno , se spunta un Nm di coppia in più ecc. anche se mi affascina leggere chi invece qui sul forum è più attento a queste cose e più ferrato di me e lascio a voi i test del caso o al mitico e scientifico Pix .

ps- il segway la regen ce l'ha e funziona piuttosto bene, in discesa il recupero oscilla dai 70Wh ai 100Wh . Certo ci vuole un'ora di discesa continua per recuperare un terzo di batteria, non facile trovarla in giro.



"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6727 Messaggi

Inserito il - 20/02/2019 : 16:11:27  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
andrea 104KG ha scritto:
Io vedrei interessante una prova comparativa con un comune hoverboard, non dei più scarsi ma che costa 1/3, a parte i gadget tecnologici (antifurto, telecomando ecc) per quella che è la sua funzione principale, cioè spostarsi, il maggior costo vale realmente la pena??


Questa è una domanda che mi sono fatto anch'io ma non ho la risposta, non sono mai salito su un hoverboard, però dai commenti in rete mi pare di capire che c'è una bella differenza. Io posso dire che se cerchi su youtube filmati di gente che casca o fa incidenti con l'hoverboard, ne trovi a migliaia, sul segway ne ho visti veramente pochissimi e tutti imputabili a grosse sciocchezze .

Però 500€ voi li giudicate tanti soldi,e in effetti in senso assoluto pochi non sono, però se dovessimo comprare questo materiale in Italia (non dalla Cina) quanto spenderemmo ?

hai:
- 2 motori da 400W l'uno,
- 1 batteria da 60V 315 Wh
- 1 giroscopio e gps
- 1 centralina con software abbiamo visto piuttosto sofisticato + app dedicata per smartphone sia android che ios.
- 1 impianto luci
- materiale costruttivo di ottima qualità (lega di magnesio e plastica morbida)
- certificato polvere e acqua IP54
- 2 pneumatici tubless (per quanto piccini hanno il loro costo)


"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


5947 Messaggi

Inserito il - 20/02/2019 : 19:45:17  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non dico che costa tanto, è che sarebbe utile una prova comparativa con un hoverboard da 180-200 euro, ovviamente non quelli da 80 euro nel supermercato Ho visto che ci sono anche con manubrio, magari da sicurezza e impedisce di cadere in certe situazioni, non ne ho idea
A vantaggio della bici c'è che è difficile che ci sia qualcuno che non sa utilizzarla, mentre comunque quel coso costa in rapporto al reale utilizzo possibile (se non ci prendo la mano che faccio lo rivendo?)
Inoltre a mio modo di vedere DEVI avere sempre i marciapiedi e senza gradini, una bici non ha questi problemi, è da considerare!

Modificato da - andrea 104KG in data 20/02/2019 19:49:06
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility © 2000-06 jobike Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,44 secondi. Versione 3.4.06 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Platinum Full - Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.