Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility

Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Album Fotografico | Download | Links | FAQ |Ricerca Avanzata | le biciclette provate da noi ] mago job
Ultime novità: * è cambiata la denominazione del forum, leggere qui le motivazioni

* per evitare lo spam, l'iscrizione attende l'approvazione degli Amministratori, un po' di pazienza per favore

attenzione che la mail automatica di conferma iscrizione non sempre funziona, provare ad accedere lo stesso o scrivere in amministrazione

* per comunicazioni scrivere a postmaster@jobike.it o contattare uno degli amministratori (elle, job, pixbuster)

* registro bici rubate

* qui tutti i modelli testati da noi a confronto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Discussioni
 Prove e collaudi
 NCM Milano 48 volt
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 26

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6780 Messaggi

Inserito il - 29/07/2019 : 23:12:07  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

Corrisponde a quanto dichiarato da tutti i possessori... Quanto alla inadeguatezza su salite estreme direi che è normale, ci vorrebbe un motore ancora più "corto" di questo.

Avevi sbloccato la potenza a 350W oppure eri in versione "legal"???


Avevo sbloccato, ma forse ero in 4a non in 6a.

Anch'io penso sia normale, non mi ha deluso, io infatti non ho detto che non va in salita, confermo che è l'hub che va meglio in salita di quelli che ho provato io, ho detto che non è rivoluzionario (e non poteva esserlo appunto), tanto da poter pensare di entrare in competizione con i centrali sui percorsi estremi.

Oggi comunque, ho provato una delle salite spauracchio delle mie parti , il muro che va dalla strada costiera a Santa Croce, con un tratto da pendenza paurosa in pavè di quello grossolano dove si ballonzola.

Immagine:

21,16 KB

E' partita in tromba, ridicolizzando l'inizio salita che è già bello tosto, ma sul 24% prima del pavè è scesa ai 10km/h , sul pavè è scesa sotto la soglia fatidica dei 10 e ha cominciato ad arrancare, tirando di braccia sul manubrio sono riuscito a non scendere sotto gli 8,5 che è una velocità pazzesca per quel tratto, e ne siamo usciti fuori abbastanza bene entrambi. Ho subito tastato motore e centralina ed erano praticamente alla stessa temperatura di inizio salita, veramente ottimo risultato.

Quindi brevi strapponi li si fa (ma riuscivo a farli anche con un bpm standard e rapporti adeguati da mtb anche se non a quella velocità) e taglia anche la testa al toro sulla rapportatura, che mi domandavo fosse troppo dura e che una corona più piccola come ha messo sergiom sarebbe meglio, invece, almeno per me, va bene così perchè riesco comunque ad aiutare il motore, mentre poi sul veloce frullerei senza aiutare per niente.

Ora, è evidente, (tralasciando l'offroad) che salite lunghe con pendenze del genere, praticamente non esistono su asfalto, ma mi resta il dubbio che riesca a fare salite lunghe continuative con qualche strappone in mezzo, erano queste le salite dove i vari bpm, ezee mollavano il colpo (lasciamo perdere il bionx che s'arrostiva alla prima rampa) .



"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


6695 Messaggi

Inserito il - 29/07/2019 : 23:39:51  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bè certo non potendo usare il cambio ha per forza dei limiti, ma 10kmh sul 24% non mi paiono poco, tralasciando gli 8,5kmh sul 27% che sono del tutto eccezionali, nel senso che non ci sono da nessuna parte su strada o vedremo la fila di auto ferme che tornano indietro .
Buffo che quel motorello sia addirittura migliore di un bpm, dovrebbe essere un suo fratellino minore ma evidentemente c'è qualche miglioria che lo rende addirittura più scalatore del modello più grosso. come dimensioni com'è?
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


28813 Messaggi

Inserito il - 30/07/2019 : 09:18:22  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@Andrea: Il "trucco" è che la NCM usa un motore che a 36V farebbe appena 19-20Km/h e poi lo sovralimenta a 48V dandogli perfino un po' di "pepe" in più tramite centralina da 350W continui e 720W di picco, mentre quasi tutte le altre bici commerciali con motore nel mozzo montano motori che a 36V fanno 27Km/h, quindi NON salgono!!!

Anche la E-Mootika che è alimentata a 48V sale molto meno perchè ha un motore da 48V-36Km/h, e infatti è sbloccabile come velocità massima: Si tratta di scelte costruttive, la NCM ha preferito accaparrarsi i ciclisti che abitano in collina e montagna, mentre la E-Mootika ha scelto gli smanettoni che in pianura sentono i 25Km/h come un limite troppo stretto!!!

Se guardi i dati della Bafang vedrai che non hanno in listino un motore così corto, il BPM (16) infatti che è il più coppioso a 36V gira già a 192RpM a vuoto e 170RpM sotto carico, mentre il motorello della NCM fa appena 150RpM sotto sforzo... Probabilmente equivale all'oramai introvabile BPM (17) che tante soddisfazioni regalava in salita alimentato a 72V, una bestia!!!
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6780 Messaggi

Inserito il - 30/07/2019 : 09:40:51  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Quoto in toto quello che dice Barba (bella forza direte voi), infatti un tedesco che l'ha sbloccato e sovralimentato a 59V, dice di riuscire a spingerlo con ruota da 27,5 a 32 km/h senza aiuto, 34 km/h con aiuto e a 36 km/h muore.
Che se non ho sbagliato i calcoli, mi viene circa 280 rpm che a 36V sono circa 170 rpm .

E' un motore con circonferenza più piccola del BPM ma piuttosto pesante, il modello bafang che si avvicina di più come misure (e anche come disegno) e che quindi presumo possa essere la base di questa versione è il RM G020.350.DC

Dalle caratteristiche mi pare di capire sia leggermente più veloce: cosa vuol dire n0 (Rpm) e nt (Rpm) ? E la coppia viene data a 45 Nm


"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


28813 Messaggi

Inserito il - 30/07/2019 : 09:46:29  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dovrebbero essere gli RpM a vuoto e sotto carico...
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6780 Messaggi

Inserito il - 30/07/2019 : 09:52:56  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

Dovrebbero essere gli RpM a vuoto e sotto carico...



Ah ok grazie, ha gli stessi giri del poderoso RM G060.350.DC che viene dato addirittura a 80 Nm

"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


6695 Messaggi

Inserito il - 30/07/2019 : 13:35:15  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
80 Nm sono tantissimi alla ruota, peccato sia solo per fat bike
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11888 Messaggi

Inserito il - 30/07/2019 : 23:37:29  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
job ha scritto:

.... Inoltre, non so se magari è un difetto della mia, quando si supera la soglia di velocità d'assistenza scelta, perchè magari inizia una discesa, poi il motore non riprende subito al rientro della velocità di soglia ma 2 o 3 km/h in meno . Ad esempio in assistenza 3 il motore mi si staccava intorno ai 18 km/h, poi si riattaccava ai 15km/h lasciando un po' di tempo la bici in balia delle sole mie gambe, questo effetto si sente molto sul vallonato, quando si alternano continuamente discese e salite leggere. Ovviamente così sicuramente si risparmia la batteria, ma alla lunga mi ha un po' seccato, devo dire.....


Come detto nel pixtest al paragrafo "avvio dell'assistenza" () è il "rovescio della medaglia" del funzionamento di molte centraline di ultima generazione
Il lato bello è che quando inizia una salita la centralina compensa subito la diminuzione di velocità inviando più potenza al motore per mantenere più possibile la velocità iniziale
Job lo hai sperimentato anche tu?

Queste centraline non sono "allenanti" perchè spingendo di più sui pedali si ha un modesto (e poco gratificante) incremento della velocità; ma è un funzionamento pensato per i commuter che non vogliono arrivare sudati

Altra cosa:
penso che questo motore, appunto alimentato a 48V, possa sopportare velocità minime anche un pò inferiori ai 7km/h sfruttando il maggior range di funzionamento dato dalla tensione più elevata; credo sia questa la ragione per cui hai sentito il motore non particolarmente caldo



Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


6695 Messaggi

Inserito il - 30/07/2019 : 23:59:53  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mi sa che sono come le torque simulation di bms battery.... aumentano la potenza al diminuire della velocità. però ricodo che avevo messo un acceleratore perchè era veramente scocciante ottenere pochi watt se superavo una certa velocità. Pensandoci bene però non è nemmeno così perche le torque simulation non ti danno la massima potenza in salita, ma la potenza necessaria secondo loro per salire. Mi spiego, con acceleratore e centralina da 20a (36v) faccio una salita al max, circa 700w, a 22 kmh. Se la faccio col pas in torque simulation non faccio più dei 17-18 kmh perche la centralina limita gli ampere al crescere della velocità. Anzi più pedali forte, meno la centraliana di da perchè aumentando la velocità diminuisce gli ampere. Quindi non è come la milano che se batte tutti i record di velocità su strada deve dare il massimo.... si capisce che sono confuso?
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11888 Messaggi

Inserito il - 31/07/2019 : 00:27:21  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

Le "torque simulation" sono centraline controllate in corrente
Cioè il motore riceve sempre i 36V (più correttamente: riceve la tensione totale della batteria)
Quando il motore rallenta, erogano una corrente costante (perciò circa una potenza costante) il cui valore è determinato dal livello di assistenza impostato
La caratteristica di questo tipo di centraline è che si raggiunge (a sforzi crescenti diminuendo il livello di assistenza) sempre la massima velocità

La centralina della Milano è controllata in tensione perciò i vari livelli regolano i volt che arrivano al motore, determinando velocità massime diverse

E adesso mi sono spremuto troppo le meningi e allora vado a prendere un pò di fresco in giardino

Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6780 Messaggi

Inserito il - 31/07/2019 : 11:04:22  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
pixbuster ha scritto:
Job lo hai sperimentato anche tu?

Assolutamente si, sono andato a rileggermi attentamente il tuo test e non posso che confermare tutto quello che avevi già descritto benissimo e in dettaglio tu ! Ragazzi, dopo che una bici passa nelle mani del Pix, non c'è più niente da aggiungere, leggetevi attentamente i suoi test riga per riga e saprete se quella bici fa per voi o no.

L'unica cosa di diverso che ho trovato, è l'aiuto del walk-assist, tu riuscivi a fare la rampa al 27% a me non aveva la forza di fare un praticello dalla pendenza sicuramente inferiore, forse perchè avevo la batteria con sole 2 tacche ?

Queste centraline non sono "allenanti" perchè spingendo di più sui pedali si ha un modesto (e poco gratificante) incremento della velocità; ma è un funzionamento pensato per i commuter che non vogliono arrivare sudati


Anche qui quoto, spingendo sui pedali forte in pianura, si rischia di superare la soglia di velocità impostata, con l'effetto deleterio di questo effetto io-io di perdere subito diversi km/h a causa del cessare dell'assistenza che poi riprende a soglie più basse.
In salita, invece, quando non c'è possibilità che il motore superi la soglia di velocità a cui è stato impostato, si può aiutare il motore con vigore e si ha un po' di gratificazione osservando il grafico degli Ah che se si spinge sui pedali si accorcia (io riuscivo a farlo calare solo una tacca per la mia forma fisica )


Questo sistema di assistenza che come abbiamo visto ha un suo perchè e , secondo me, dovrebbe aiutare la longevità del motore e batteria, non è proprio nel mio stile di guida e mi lascia anche un po' perplesso sull'utilizzo di persone anziane (per la quale era destinata questa bici) che , forse, possono rimanere sconcertate e non sentirsi sicure.

Vorrei provare l'acceleratore a pollice, ma sembra introvabile sul mercato in questo momento .


Altra cosa:
penso che questo motore, appunto alimentato a 48V, possa sopportare velocità minime anche un pò inferiori ai 7km/h sfruttando il maggior range di funzionamento dato dalla tensione più elevata; credo sia questa la ragione per cui hai sentito il motore non particolarmente caldo


Questa sarebbe una gran cosa, infatti voglio provarlo su salite lunghe perchè gli strappi sotto il chilometro, magari seguiti da discese, non sono significativi per valutare il surriscaldamento.



"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6780 Messaggi

Inserito il - 12/08/2019 : 11:33:45  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Aggiornamento, per far chiarezza su di un punto dibattuto:

La velocità massima attorno ai 26,6 Km/h , confermo che è gestita da cut -off tachimetrico come è indicato da Pixbuster nel suo test e non è la velocità massima fisiologica del motore .

Infatti, impostando il diametro ruota a 20, la bicicletta corre un po' di più, raggiungendo i 29,7 km/h (misurata con gps) senza sforzo muscolare eccessivo, e la centralina continua a erogare potenza anche oltre, ma il motore non spinge quasi più, ma con notevole sforzo muscolare (almeno per le mie capacità) si riesca a toccare fino a 31 km/h (a motore spento in piano non riesco con le mie capacità a raggiungere questa velocità) . Ovviamente i consumi aumentano.

I 3 km/h in più ottenibili, non mi sembrano significativi, però c'è da dire che senza il cut-off non c'è quello spiacevole stacco attorno ai 27 km/h e riattacco solo a velocità inferiore e permette di spingere molto a muscoli anche in pianura se si ha piacere di fare un po' di allenamento senza che la velocità di crociera oscilli e lo sforzo muscolare sia disomogeneo .





"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


28813 Messaggi

Inserito il - 12/08/2019 : 21:08:13  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bene... Comunque SergioM aveva fatto la stessa manovra e anche se dal display la velocità pareva aumentare a 29,5Km/h in pratica con il GPS la cosa era risultata fittizia e lui aveva riprogrammato la ruota da 28"...
Torna all'inizio della Pagina

Paolorusso
Utente Medio



223 Messaggi

Inserito il - 12/08/2019 : 21:42:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

Bene... Comunque SergioM aveva fatto la stessa manovra e anche se dal display la velocità pareva aumentare a 29,5Km/h in pratica con il GPS la cosa era risultata fittizia e lui aveva riprogrammato la ruota da 28"...

Mi era sembrato di leggere che la velocità indicata era sì sballata ma inferiore a quella reale. Ovvero sul GPS era di circa 30.
Se su qualsiasi ciclocomputer metti ruota 20 e hai una 26 leggi velocità inferiori al reale e non superiori. Poi quella di Sergiom era da 26 non 28.
Torna all'inizio della Pagina

mibe
Utente Attivo


Trentino - Alto Adige


725 Messaggi

Inserito il - 21/08/2019 : 23:50:56  Mostra Profilo Invia a mibe un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sono consapevole che il mercato sia dominato da bipa full con motore centrale e sensore di sforzo. Ma questa discussione così partecipata dimostra che c'è molto interesse anche verso questo tipo di motorizzazione. Se fossi quindi un produttore di biciclette elettriche (e ce ne sono sicuramente diversi che leggono Jobike) mi deciderei presto a produrre delle bipa con almeno un modello per tipologia (city, trekking e mountain) con le caratteristiche della Milano (costo, tipo motore 48 volt, capacità elevata della batteria, buona componentistica) e probabilmente (se riuscissi a creare anche delle buone realizzazioni a livello estetico) farei ottime vendite (la Milano e la Moscow ne sono testimoni). Mi stupisce un po' che ciò non sia ancora avvenuto.

La vita è come una ruota.
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


28813 Messaggi

Inserito il - 22/08/2019 : 08:14:08  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il fatto che i motori nel mozzo oramai vengano utilizzati solo su bici di fascia bassa è veramente una cavolata epocale, e personalmente ogni volta che vedo un MTB con motore centrale che circola in città con alla guida persone che MAI farranno del fuoristrada mi fa incavolare alquanto...

Ovviamente sono i clienti a sbagliare prodotto ma anche le case produttrici non è che siano senza colpe, quindi mettiamoci una pezza, perchè le Bipa con motore nel mozzo secondo me sono assai migliori di qualsiasi bici con motore centrale per almeno l'80% degli utenti!
Torna all'inizio della Pagina

SHILAH
Utente Senior




1370 Messaggi

Inserito il - 22/08/2019 : 09:44:06  Mostra Profilo Invia a SHILAH un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

Il fatto che i motori nel mozzo oramai vengano utilizzati solo su bici di fascia bassa è veramente una cavolata epocale, e personalmente ogni volta che vedo un MTB con motore centrale che circola in città con alla guida persone che MAI farranno del fuoristrada mi fa incavolare alquanto...

Ovviamente sono i clienti a sbagliare prodotto ma anche le case produttrici non è che siano senza colpe, quindi mettiamoci una pezza, perchè le Bipa con motore nel mozzo secondo me sono assai migliori di qualsiasi bici con motore centrale per almeno l'80% degli utenti!

I clienti non sbagliano prodotto perché sono tanti e la massa non è sempre scema. Se sono in pianura ne vedo ancora parecchie di bici con hub e la maggior parte a scavalco basso. Sono bici per muoversi e andare a fare le commissioni e vanno anche bene. Però le bici con hub vanno alla velocità prevista dal motore e non dal ciclista e sono abbastanza imprecise in fase di partenza e di fermata che sono frequenti in un percorso cittadino. Le bici con il centrale e torsiometro sono più precise in questo e ormai non è assolutamente vero che sono faticose.
Se uno le trova faticose vuol dire che è meglio che non vada più in bici perché non ha più forza o riflessi per farlo.
Avendo più volte cambiato BPM e bbs sugli stessi telai è innegabile che l'equilibrio e la distribuzione dei pesi della bici cambiano sempre in meglio con il motore centrale e non di poco.


Invece è corretto dire che se vai in giro con una Mtb con ruote artigliate da 2,80 e fai solo percorsi cittadini hai sbagliato qualcosa ma quel qualcosa sono semplicemente le gomme. Infatti il meccanico che mi ha venduto la Sants con motore Shimano non fa fuoristrada spinto e usa pneumatici semi slick su una full con motore Shimano e dual battery in parallelo con 1.200 wh e la seconda batteria è home made. Sono giri da più di cento km e 2000 mt di dislivello minimo.
Chiaro che se tu usi bici sempre con acceleratore e motore un po' sopra le righe e non fai fuoristrada è preferibile l'hub ma la maggior parte degli utenti preferisce essere in regola.
Torna all'inizio della Pagina

andrea28
Utente Medio



Lombardia


373 Messaggi

Inserito il - 22/08/2019 : 10:51:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ci sono anche le persone che vogliono farsi aiutare dal motore causa l'età (68) e si erano dimenticate le salite.
Una buona percentuale di coppia proporzionale alla salita ti ringiovanisce. Un hub, sostituendosi alle mie gambe, non può

Atala B-cross cx 500 Marzo '18

Modificato da - andrea28 in data 22/08/2019 10:52:18
Torna all'inizio della Pagina

Gufoz99
Nuovo Utente



15 Messaggi

Inserito il - 22/08/2019 : 19:46:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Oggi ho affrontato il monte grappa dalla parte di romano d'ezzelino. Batteria al 100% e bipa con impostazioni di fabbrica. per arrivare all'inizio della salita ho fatto circa 6km quasi pianeggianti. Sono circa 26km e si va da circa 200m a 1770m. In realtà non sono arrivato fino in cima mi mancavano gli ultimi 2,4km. Sono salito a velocità 4, mettendoci un po' di gamba a 19/20km/h. La potenza assorbita era quasi sempre su 5 tacche. Batteria a 1 tacca prima di scendere.
Torna all'inizio della Pagina

Gufoz99
Nuovo Utente



15 Messaggi

Inserito il - 22/08/2019 : 19:50:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
salita monte grappa da romano
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


6780 Messaggi

Inserito il - 23/08/2019 : 12:32:52  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
andrea28 ha scritto:
Un hub, sostituendosi alle mie gambe, non può


Chiariamo che non è l'hub che "non può" , piuttosto il tipo di centralina e il sistema di gestione dell'erogazione di potenza .

Ti assicuro, visto che ho usato e uso quasi tutti i tipi di sistema su quasi tutti i tipi di bicicletta in circolazione, che se vuoi fare allenamento lo puoi fare con pari risultati (se non migliori) anche con un hub.

E vorrei chiarire per l'ennesima volta che oggi una bicicletta con motore al mozzo, acceleratore asservito alla pedalata e con partenza senza pedalare fino ai 6 km/h sarebbe legalissima in Italia, e sarebbe, a mio avviso, godibilissima per un range di persone molto ampio, dal vecchietto con riflessi ed equilibrio instabile, all'impiegato che va a lavorare ma anche a chi vuol fare cicloturismo e anche allo sportivo che vuole usare la bici per tenersi in forma.

Senza parlare, che ad un hub si può associare un torsimetro nè più nè meno che ad un motore centrale.

I clienti non sbagliano prodotto perché sono tanti e la massa non è sempre scema.


I clienti non sbagliano prodotto quando in bella mostra ci sono tutte le tipologie e tutti i prezzi. Purtroppo il mercato risulta carentissimo di offerta del tipo di bicicletta che ho illustrato qui sopra, per forza che la massa si rivolge altrove, se non sa neanche che esiste un prodotto e se gli si racconta che l'acceleratore è illegale e che gli hub non vanno in salita .

Però le bici con hub vanno alla velocità prevista dal motore e non dal ciclista e sono abbastanza imprecise in fase di partenza e di fermata che sono frequenti in un percorso cittadino.


Anche qui meglio essere più precisi come sopra: l'hub non c'entra nulla con "vanno alla velocità prevista dal motore" e nemmeno con "sono abbastanza imprecise..." . Come ho detto sopra, queste cose sono legate a "scelte" commerciali, un hub con manettino parte istantaneamente con il walk-assist e si ferma istantaneamente rilasciando l'acceleratore. Un hub con torsimetro idem .

Le bici con il centrale e torsiometro sono più precise


Anche qui mi pare più corretto dire "le bici con il centrale col torsimetro" il centrale è più preciso in che ? Poi potrei contestare pure il torsimetro, ritengo l'acceleratore più preciso ancora del torsimetro .


in questo e ormai non è assolutamente vero che sono faticose.


Su questo posso essere d'accordo, ma se posso scegliere tra un mezzo che mi permette da fatica 0 a 100% con tutti i range intermedi e un mezzo che mi permette da fatica poca a 100% con range imposti, scelgo il primo .

Avendo più volte cambiato BPM e bbs sugli stessi telai è innegabile che l'equilibrio e la distribuzione dei pesi della bici cambiano sempre in meglio con il motore centrale e non di poco.


Vero, ma in genere avvertibile solo in fuoristrada e dipende dalla bici, posso dire che nella Milano non si avverte per nulla, anche aggiungendo peso sul portapacchi, si guida ancora senza mani e in salita non impenna.

Per restare in tema discussione, posso dire che il tipo di assistenza della Milano a me non va proprio proprio perchè legato alle 6 velocità preimpostate, ma anche così, con qualche accortezza riesco a renderla allenante ugualmente, se voglio.
Confermo, che il sistema adottato, rende imprecise le partenze e gli arresti e che la velocità minima è esagerata e io non mi sento tanto convinto a farla usare a persone anziane quale sarebbe la destinazione del modello che sto provando io. E poi l'acceleratore non verrebbe permesso per tutelare la sicurezza ? Mah

La Milano, se avesse un manettino legale, sarebbe veramente godibilissima per tutti, tant'è vero che i display con acceleratore disponibili aftermarket sono introvabili, tedeschi e francesi fanno ripulisti appena escono anche se sono in una versione illegale per i loro paesi. Molti ho letto sono soddisfatti anche dell'acceleratore che funziona solo fino a 6km/h e poi si stacca proprio perchè rende le partenze istantanee e rapide e sembra decisamente più efficace del walk-assist presente di serie con i bottoncini .

"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
Torna all'inizio della Pagina

mibe
Utente Attivo


Trentino - Alto Adige


725 Messaggi

Inserito il - 23/08/2019 : 12:48:35  Mostra Profilo Invia a mibe un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Analisi a mio parere perfetta job. C'è da dire che probabilmente il margine di guadagno per il venditore su bipa da 4.000 euro è maggiore rispetto a quello che hanno su bipa da 1.000/1.500 euro. Però gli acquirenti potenziali di bipa simil Milano, se ben informati dai venditori sulle (molte) potenzialità di questo tipo di bipa, potrebbero essere molti.

La vita è come una ruota.

Modificato da - mibe in data 23/08/2019 12:50:06
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


6695 Messaggi

Inserito il - 23/08/2019 : 18:42:16  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Come bici da città ad esempio l'acceleratore (anche se limitato a 6kmh) sarebbe perfetto. Sono 2 anni che d'estate mi muovo con un legalissimo hub in zona mare (illegale perchè ha l'acceleratore ma rischio, la potenza è ridicola...) quando ti trovi in zona pedonale e in pianura puoi andare avanti con 30w alla velocità dei pedoni in tutta sicurezza. Col torsimetro devi avere il raporto giusto e star li a cambiare....
Il pas ti fa fare continui salti in avanti pericolosissimi.
L'acceleratore è il massimo!
Per fortuna la cinesissima centralina che ho è intelligente, fa prevalere l'acceleratore sul pas e non interferiscono per nulla... peccato che è illegale
Senza contare che in pianura posso consumare pochissimo, molto meno di un torsimetro, ho fatto un giro di 51km con 10km di salite con spunti anche al 15%.... consumati 7,8ah di una batteria da 10ah di 3 annie mezzo fa che droppa 5v... e gistoperchè gli ultimi 10km di pianura li ho voluti fare al massimo, 25kmh, altrimenti consumavo meno!
Mi ero portato 2 batterie monopattino di scorta che sono servite solo come 2 kg di zavorra, come se col mio peso ce ne fosse bisogno
Torna all'inizio della Pagina

gizeta
Utente Attivo


Piemonte


670 Messaggi

Inserito il - 23/08/2019 : 20:55:03  Mostra Profilo Invia a gizeta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Quando sento parlare di accelleratori alzo le antenne... Trovo perfetta l'analisi di job. E molto opportuni i commenti di Andrea. Certamente il manettino asservito sarebbe una soluzione ideale. Per me che uso la bici nei boschi sia con hub che con centrale l'acceleratore in alcune occasioni, è indispensabile (ripartenze in salita, canali dove rischi di toccare se pedali, passaggi difficili dove devi giocare con le pedane,ops! volevo dire pedali). E' altrettanto vero che a parte queste condizioni limite, mi piacerebbe di più avere il sensore di sforzo. Penso non sarebbbe impossibile progettare una centralina in grado di gestire e integrare i 3 sistemia piacimento (PAS, acceleratore e torsimetro) e mi sembra che BikeeBike già lo faccia.

Modificato da - gizeta in data 23/08/2019 21:09:46
Torna all'inizio della Pagina

mibe
Utente Attivo


Trentino - Alto Adige


725 Messaggi

Inserito il - 23/08/2019 : 22:49:10  Mostra Profilo Invia a mibe un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ma il manettino che equipaggia la maggior parte delle bipa Frisbee (bipa che ha anche Pix) che dosa la potenza/quantità dell'apporto dell' assistenza del motore, anche quello è fuorilegge?

La vita è come una ruota.

Modificato da - mibe in data 23/08/2019 22:50:13
Torna all'inizio della Pagina

chicc0zz0
Utente Attivo


Liguria


826 Messaggi

Inserito il - 23/08/2019 : 23:48:27  Mostra Profilo Invia a chicc0zz0 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
job ha scritto:
Purtroppo il mercato risulta carentissimo di offerta del tipo di bicicletta che ho illustrato qui sopra



ma invece ci sono dei kit hub con le caratteristiche da te descritte?

Kalkhoff ProConnect Panasonic 26V
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11888 Messaggi

Inserito il - 24/08/2019 : 00:30:54  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mibe ha scritto:

Ma il manettino che equipaggia la maggior parte delle bipa Frisbee (bipa che ha anche Pix) che dosa la potenza/quantità dell'apporto dell' assistenza del motore, anche quello è fuorilegge?


E' legalissimo: la partenza può avvenire col soft-start ma il sistema di PAS delle Frisbee è rapidissimo e bastano 15 centimetri di strada perchè avvii il motore; il manettino perciò non avvia la bipa ed è asservito alla pedalata

Vabbè visto che per ora la TCMobility non ne produce più apro un thread sulla Frisbee Atlas: ho appena sostituito la mia con un'altra uguale ma nuova e non con i 35000 km che aveva nelle ruote la precedente

Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

mibe
Utente Attivo


Trentino - Alto Adige


725 Messaggi

Inserito il - 24/08/2019 : 00:41:30  Mostra Profilo Invia a mibe un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Va bene, ma allora l'acceleratore che non è legale è quello che ti permette di accelerare senza pedalare (e quello che sarebbe disponibile, ma è introvabile, della Milano è come quello della Frisbee)?

La vita è come una ruota.
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


28813 Messaggi

Inserito il - 24/08/2019 : 09:30:59  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Se leggi il codice della strada ti togli ogni dubbio, le bici a pedalata assistita non si devono avviare in alcun modo se non si pedala (fatto salvo il tasto Walk fino a 6Km/h) e si devono arrestare immediatamente qualora si smetta di pedalare: Come vedi la gestione dei livelli di assistenza NON è specificata, quindi avere 3-5-9 livelli settabili da display oppure un acceleratore che dosa molto più finemente l'assistenza non fa alcuna differenza.

Al limite per alcuni può essere scomodo visto che comunque la manopola va mantenuta in posizione con la mano destra, ma anche questo problema si può risolvere indurendo la manopola stessa in modo da eliminarne il ritorno automatico, tanto anche se resta bloccato al massimo basterà tirare i freni per spegnere immediatamente il motore!
Torna all'inizio della Pagina

SHILAH
Utente Senior




1370 Messaggi

Inserito il - 24/08/2019 : 13:19:35  Mostra Profilo Invia a SHILAH un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
job ha scritto:

andrea28 ha scritto:
Un hub, sostituendosi alle mie gambe, non può


Chiariamo che non è l'hub che "non può" , piuttosto il tipo di centralina e il sistema di gestione dell'erogazione di potenza .

Ti assicuro, visto che ho usato e uso quasi tutti i tipi di sistema su quasi tutti i tipi di bicicletta in circolazione, che se vuoi fare allenamento lo puoi fare con pari risultati (se non migliori) anche con un hub.

E vorrei chiarire per l'ennesima volta che oggi una bicicletta con motore al mozzo, acceleratore asservito alla pedalata e con partenza senza pedalare fino ai 6 km/h sarebbe legalissima in Italia, e sarebbe, a mio avviso, godibilissima per un range di persone molto ampio, dal vecchietto con riflessi ed equilibrio instabile, all'impiegato che va a lavorare ma anche a chi vuol fare cicloturismo e anche allo sportivo che vuole usare la bici per tenersi in forma.

Senza parlare, che ad un hub si può associare un torsimetro nè più nè meno che ad un motore centrale.

I clienti non sbagliano prodotto perché sono tanti e la massa non è sempre scema.


I clienti non sbagliano prodotto quando in bella mostra ci sono tutte le tipologie e tutti i prezzi. Purtroppo il mercato risulta carentissimo di offerta del tipo di bicicletta che ho illustrato qui sopra, per forza che la massa si rivolge altrove, se non sa neanche che esiste un prodotto e se gli si racconta che l'acceleratore è illegale e che gli hub non vanno in salita .

Però le bici con hub vanno alla velocità prevista dal motore e non dal ciclista e sono abbastanza imprecise in fase di partenza e di fermata che sono frequenti in un percorso cittadino.


Anche qui meglio essere più precisi come sopra: l'hub non c'entra nulla con "vanno alla velocità prevista dal motore" e nemmeno con "sono abbastanza imprecise..." . Come ho detto sopra, queste cose sono legate a "scelte" commerciali, un hub con manettino parte istantaneamente con il walk-assist e si ferma istantaneamente rilasciando l'acceleratore. Un hub con torsimetro idem .

Le bici con il centrale e torsiometro sono più precise


Anche qui mi pare più corretto dire "le bici con il centrale col torsimetro" il centrale è più preciso in che ? Poi potrei contestare pure il torsimetro, ritengo l'acceleratore più preciso ancora del torsimetro .


in questo e ormai non è assolutamente vero che sono faticose.


Su questo posso essere d'accordo, ma se posso scegliere tra un mezzo che mi permette da fatica 0 a 100% con tutti i range intermedi e un mezzo che mi permette da fatica poca a 100% con range imposti, scelgo il primo .

Avendo più volte cambiato BPM e bbs sugli stessi telai è innegabile che l'equilibrio e la distribuzione dei pesi della bici cambiano sempre in meglio con il motore centrale e non di poco.


Vero, ma in genere avvertibile solo in fuoristrada e dipende dalla bici, posso dire che nella Milano non si avverte per nulla, anche aggiungendo peso sul portapacchi, si guida ancora senza mani e in salita non impenna.

Per restare in tema discussione, posso dire che il tipo di assistenza della Milano a me non va proprio proprio perchè legato alle 6 velocità preimpostate, ma anche così, con qualche accortezza riesco a renderla allenante ugualmente, se voglio.
Confermo, che il sistema adottato, rende imprecise le partenze e gli arresti e che la velocità minima è esagerata e io non mi sento tanto convinto a farla usare a persone anziane quale sarebbe la destinazione del modello che sto provando io. E poi l'acceleratore non verrebbe permesso per tutelare la sicurezza ? Mah

La Milano, se avesse un manettino legale, sarebbe veramente godibilissima per tutti, tant'è vero che i display con acceleratore disponibili aftermarket sono introvabili, tedeschi e francesi fanno ripulisti appena escono anche se sono in una versione illegale per i loro paesi. Molti ho letto sono soddisfatti anche dell'acceleratore che funziona solo fino a 6km/h e poi si stacca proprio perchè rende le partenze istantanee e rapide e sembra decisamente più efficace del walk-assist presente di serie con i bottoncini .


Avresti anche ragione se il mitico acceleratore legale fosse un prodotto di massa e le centraline evolute anche ma non è così. Tcm aveva prodotti con il manettino legale ma adesso mi sembra che abbia in catalogo altre bici che sono di derivazione tedesca e più precisamente Prophete. Una bici di quella marca era in vendita a 1000 euro in un Lidl di Monaco nel 2016 e aveva il bbs01.
Io non so per quale motivo un acceleratore legale non abbia avuto fortuna ma suppongo che,se ci fosse, il ciclista probabilmente lo userebbe sempre al massimo in salita visto che, per uso utilitaristico e non sportivo questa rappresenta solo una scocciatura da eliminare nel più breve tempo possibile. A questo punto il motore dovrebbe erogare sempre più di 500w continui e non 250 come previsto dalla normativa. Con il torsiometro questo non succede perché ogni tanto la sua elettronica lo fa rallentare anche se il ciclista tiene una pedalata costante in modo da far rientrare il motore nei limiti e fare in modo che non si surriscaldi troppo.Inoltre il torsiometro sente meglio anche gli Rpm del ciclista e dà tanta potenza a rpm più elevati di quelli di una pedalata tranquilla. Hub con il torsiometro erano nel catalogo Atala del passato anno ma adesso non mi sembra di trovarle in quanto sono state sostituite da un pas evoluto.
Io penso sia inutile magnificare le potenzialità dell'acceleratore se questo non è legale e ci sarà pure un motivo se le case non lo adottano. Vero che 8l kit bikeebike ha sia pas che acceleratore e nella versione Evolution montata sulle Pedroni c'è anche il torsiometro ma è anche vero che nessuno che si conosca ha provato quella bici da 120 nm di coppia e Pedroni adesso monta Polini.
In sostanza, da quel che ho capito io che non sono un tecnico il torsiometro farcito da altra e abbondante elettronica è il grimaldello per fare erogare 700 w ad un motore da 250 w.
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


28813 Messaggi

Inserito il - 24/08/2019 : 14:43:40  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
L'uso del sensore di sforzo fa si che con una modesta batteria si riescano a percorrere molti chilometri in più rispetto ad una con il sensore di rotazione, quindi a mio avviso è il preferito dalla ditte perchè permette di usare batterie microscopiche e poco costose...

Quanto all'acceleratore non sono daccordo con te, uso da sempre bici non a norma con l'acceleratore che comanda direttamente la centralina e non ho mai danneggiato nessun motore nè tantomeno ho avuto medie ridicole per gli alti consumi derivanti dal suo impiego: Con una batteria da 1000Wh sono riuscito a percorrere 164Km (salite comprese) con un motore nel mozzo senza torsiometro nè pas e con una bici "cancello", quindi come vedi dipende da chi usa cosa...

Per contro l'uso di un pas poco progredito è la cosa peggiore in assoluto, è pericoloso e fa consumare una marea di corrente inutile rispetto ad un acceleratore, asservito o meno al pas...
Torna all'inizio della Pagina

mibe
Utente Attivo


Trentino - Alto Adige


725 Messaggi

Inserito il - 24/08/2019 : 16:30:37  Mostra Profilo Invia a mibe un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La Frisbee Euro 7 col manettino l'ho avuta, quindi so come funziona. Ricapitolando se l'acceleratore/manettino è del tipo Frisbee e quindi interviene solo dopo l'intervento del PAS a seguito del movimento dei pedali è legale. Se invece interviene indipendentemente dal PAS (come un motorino) è ovviamente non a norma. Giusto? Esistono altri tipi/modalità di manettino/acceleratore?

La vita è come una ruota.
Torna all'inizio della Pagina

SHILAH
Utente Senior




1370 Messaggi

Inserito il - 24/08/2019 : 16:37:32  Mostra Profilo Invia a SHILAH un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

L'uso del sensore di sforzo fa si che con una modesta batteria si riescano a percorrere molti chilometri in più rispetto ad una con il sensore di rotazione, quindi a mio avviso è il preferito dalla ditte perchè permette di usare batterie microscopiche e poco costose...

Quanto all'acceleratore non sono daccordo con te, uso da sempre bici non a norma con l'acceleratore che comanda direttamente la centralina e non ho mai danneggiato nessun motore nè tantomeno ho avuto medie ridicole per gli alti consumi derivanti dal suo impiego: Con una batteria da 1000Wh sono riuscito a percorrere 164Km (salite comprese) con un motore nel mozzo senza torsiometro nè pas e con una bici "cancello", quindi come vedi dipende da chi usa cosa...

Per contro l'uso di un pas poco progredito è la cosa peggiore in assoluto, è pericoloso e fa consumare una marea di corrente inutile rispetto ad un acceleratore, asservito o meno al pas...


Continuiamo a parlare di un acceleratore che praticamente non esiste su nessuna bici in commercio senza spiegare perchè non esiste nel mercato legale delle bici e intanto Olympia fa uscire vari modelli con batteria da 900 wh (50 celle in formato 21700) dentro il tubo obliquo e motori Oli e Ananda rimarchiati M100. Quindi si paragona una tipologia di bici che non esiste con una che invece c'è. Magari i centrali costano, a parità di telaio e componenti 300 o 400 euro in più di una bici con hub e pas ma se consideriamo 8 anni di vita di una bici sono 50 euro all'anno.
La verità è che gli hub non sono progrediti. Io ho un sistema bpm2 Alcedo del 2013 che uso comunque perchè va bene e io mi adatto facilmente a tutto ma l'offerta delle centraline è la stessa di quell'anno.
Con l'hub BPM legale a 36 v non riesco a fare la stessa velocità media nella salita tipica che mi porta a casa rispetto allo Shimano e al bbs01 legale che ho paura a tenere per 4 kilometri a livello 9. Anche lì ci vorrebbe il manettino anche solo per cambiare marcia ma non esiste un manettino legale per il bbs. Il sistema con il BPM portato a velocità massima e amperaggio massimo si blocca a metà salita. Se rinuncio a metterlo alla velocità che mi porta ai 25 km orari e lo tengo su Low dove va a 18 di massima va avanti ma non va forte.
Poi se, come stava succedendo ieri, un cane senza guinzaglio ti attraversa la strada e tu lo centri e lo ammazzi e ti fai anche male cadendo sono cazzi se hai il manettino anche se la colpa non è tua. Per fortuna che lo ho evitato e ho solo tirato giu' un rosario di porchi a bassa voce
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 26 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility © 2000-06 jobike Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,83 secondi. Versione 3.4.06 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Platinum Full - Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.