Stampa Pagina | Chiudi Finestra

Attenzione: pericolo bici elettrica

Stampato da: Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility
URL Discussione: http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=27020
Stampato il: 21/10/2019

Discussione:


Autore Discussione: ciuccio
Oggetto: Attenzione: pericolo bici elettrica
Inserito il: 18/11/2013 18:07:02
Messaggio:

Salve a tutti ho ritenuto doveroso scrivere su questo forum per mettere a conoscenza quanta più gente possibile sul pericolo rappresentato dal modello di bici in allegato riportato:
My times city, commercializzato da cicloone nel 2010 (dopo non so)

Brevemente, vi dico che si è aperto in due il telaio mentre affrontavo una salitella, fuorisella, e sono finito col mento sull'asfalto:
una botta allucinante, sangue da tutte le parti e corsa al pronto soccorso.
10 gg di prognosi, con 6 punti di sutura e escoriazione dei canali uditivi, fatica a masticare (tuttora presente) e deglutire.


Ho chiamato cicloone, che si è distinta per serietà declinando ogni responsabilità, ma comunque promettendomi una telefonata che non è mai giunta.


Allegato: my times city.pdf
526,65 KB

Immagine:

664,94 KB

Risposte:


Autore Risposta: ciuccio
Inserita il: 18/11/2013 18:10:15
Messaggio:



Allegato: my times city.pdf
526,65 KB


Autore Risposta: MilleMiglia
Inserita il: 18/11/2013 18:19:22
Messaggio:

Dai che nella sfiga ti è ancora andata bene, 10gg e sei (quasi) come nuovo... Brutto spavento sicuramente...
Purtroppo la foto non è chiarissima, ma è chiarissimo che si è aperta in due la bici..

Metterei in evidenza questo avvertimento, come monito per tutti, soprattutto per chi si avvicina per la prima volta al mondo della bici elettrica, e soprattutto per chi si chiede... :
"perchè spendere 2000 € quando con molto meno posso comprare ... un cancello come questo che mi si apre in due tra le mani???"

ciuccio hai tutta la mia solidarietà, anche se ti serve a poco... guarisci in fretta.


Autore Risposta: ecocar
Inserita il: 18/11/2013 18:23:00
Messaggio:

Porca miseria! Quanto pesi? E' un telaio in alluminio?
Però che bravi questi Cinesi! Guarda quante belle conformità a normative varie! Oltre al danno la beffa! Quelle conformità sono utili solo a riempire le tasche degli enti certificatori e a far stare tranquilli gli utenti... finchè non ci si spacca la faccia!


Autore Risposta: Nicot
Inserita il: 18/11/2013 18:32:47
Messaggio:

Quoto @MilleMiglia!!!

Auguri di pronta guarigione a @ciuccio.


Autore Risposta: baldiniantonio
Inserita il: 18/11/2013 18:36:37
Messaggio:


in bocca al lupo,riprenditi presto e valuta tutte le azioni risarcitorie per il grave danno subito!


Autore Risposta: giordano5847
Inserita il: 18/11/2013 18:36:38
Messaggio:

Cavoli che botta! Ho visto uno che con la bici da uomo gli si è spezzato un pedale, era in pedi e lungo una salita ...
Una curiosità: quanto l'hai pagata?
Visto che avrebbero rispettato tutte le normative riportate sul documento forse c'è qualche cosa che non funziona e qualche altra bici ha lo stesso problema!
Una letterina da un avvocato no?


Autore Risposta: MilleMiglia
Inserita il: 18/11/2013 18:42:08
Messaggio:

Ma come minimo!! Poi sono io il cattivo che quando vedo questi cancelli consiglio a tutti di starne molto alla larga..


Autore Risposta: giordano5847
Inserita il: 18/11/2013 18:53:19
Messaggio:

MilleMiglia ha scritto:

Ma come minimo!! Poi sono io il cattivo che quando vedo questi cancelli consiglio a tutti di starne molto alla larga..
Oltretutto a scavalco basso con un tubo solo e d'alluminio.
L'alluminio cede di schianto il ferro si piega!
Diffidate di un telaio così, i telai seri, anche in acciaio, dovrebbero essere con doppio tubo.


Autore Risposta: ciuccio
Inserita il: 18/11/2013 19:16:52
Messaggio:

La bici (Cicloone)
la pagai 690 euro: batteria 36 V 10,5 Ah litio.
Non so se passare dall'avvocato o dall'associazione consumatori (a guarigione avvenuta)
Comunque qualcosa faccio e non escludo denuncia per lesioni.

Grazie per la solidarietà, so che potevo lasciarci la pelle:
la fortuna è che non la usasse mia moglie e che si è aperta in salita e non a 40 km/h in discesa; poi io peso solo 65 kg...
Consigli dettagliati per (improbabile zione risarcitoria):
bici comprata su ebay.


Autore Risposta: ciuccio
Inserita il: 18/11/2013 19:27:14
Messaggio:



Immagine:

2288,67 KB


Autore Risposta: pixbuster
Inserita il: 18/11/2013 19:31:40
Messaggio:

Mi dispiace moltissimo per il tuo incidente !

Guarisci prestissimo !!!

Riguardo alle normative indicate nel pdf, non sono quelle che riguardano la robustezza dei telai

Deve essere citata la norma EN14764 relativa alla robustezza delle bici da turismo e non c'è alcuna norma fra quelle indicate che la riguardi
Devono ottemperare alla EN15194 (EPAC, cioè sicurezza e funzionamento corretto della parte elettrica-elettronica); anche qui non ho trovato che riferimenti a norme parziali e mi pare obsolete
Devono infine ottemperare alle norme EMC sulla compatibilità elettromagnetica e qui mi pare che richiamino normative giuste

Direi che telaio aperto, chiuso o monotrave (tutti gli scooter lo hanno e non si spaccano) non è importatnte se sono progettati e realizzati correttamente (materiali giusti, spessori adeguati, saldature corrette)


Autore Risposta: claudio02
Inserita il: 18/11/2013 19:40:28
Messaggio:

se metti una foto un po piu grande possiamo aiutarti nella conta delle piastrine..

accidenti che brutta avventura, quoto millemiglia.

riprenditi presto e torna ad aggiornarci.

grazie per averci avvisato.


Autore Risposta: MiG-31 Foxhound
Inserita il: 18/11/2013 20:11:28
Messaggio:

quoto tutti indistintamente....

e questa volta tocca a me essere il " ridimensionatore mascarato"






Autore Risposta: Bicifacile
Inserita il: 18/11/2013 20:27:44
Messaggio:

Auguri di pronta guarigione. Certo deve essere stata una gran brutta sensazione.
Anni fa a un mio amico si ruppe il canotto dello sterzo. Finì la discesa contro un albero e si fece 6 mesi di ospedale.
La bici è un mezzo fantastico ma non è buona cosa risparmiare sulla qualità.
Nessuno salirebbe su un aereo che sa che costa poco a scapito della sicurezza. Invece quando si acquista la bici spesso sembra che il prezzo sia la cosa più importante.


Autore Risposta: 8grunf
Inserita il: 18/11/2013 20:37:41
Messaggio:

Auguri di guarire presto.

Potresti mettere una foto "in pianta" della rottura?

Sarei curioso di vedere la sezione del tubo colassato.


Autore Risposta: ecocar
Inserita il: 18/11/2013 21:33:10
Messaggio:

Dalla foto mi sembra che nella zona di rottura ci fosse un foro preesistente (forse per far passare dei fili all'interno del telaio). E' vero?


Autore Risposta: leonardix
Inserita il: 19/11/2013 07:54:56
Messaggio:

In bocca al lupo e pronta guarigione!


Autore Risposta: Barba 49
Inserita il: 19/11/2013 09:26:20
Messaggio:

Brutta esperienza, appena ti sei ripreso vai dai venditori e mordili sul collo!!!

Con un peso come il tuo (e presumo quello di tua moglie) non esiste che un telaio si rompa così.


Autore Risposta: windmillking
Inserita il: 19/11/2013 09:48:46
Messaggio:

Ciao

auguri di una pronta guarigione !!!

io comunque un giretto alla associazione dei consumatori lo farei , non so se riuscirai a recuperare qualcosa, ma almeno la soddisfazione di farli agitare un poco la avrai.

marco


Autore Risposta: Stefanschen
Inserita il: 19/11/2013 09:59:39
Messaggio:

Ostia che rogna!
Hai tutta la mia solidarietà.....
Guarisci presto
Stefano


Autore Risposta: job
Inserita il: 19/11/2013 10:29:03
Messaggio:

Siete così sicuri che non vi possa succedere su bici costose e blasonate ?

Non parliamo poi, tra le bici muscolari: è piena la rete di casi documentati di telai rotti all'improvviso di case molto blasonate.


Flyer C8 :

Immagine:

40,79 KB

Giant Twist :

Immagine:

50,99 KB


Autore Risposta: MilleMiglia
Inserita il: 19/11/2013 10:58:46
Messaggio:

Benappunto Job, visto che può succedere/succede con telai di bici costose-blasonate-top di gamma,
figuriamoci di quanto possano aumentare le probabilità che succeda con un telaio di m€rd@ come quello del nostro sfortunato amico...


Autore Risposta: claudiobosticco
Inserita il: 19/11/2013 11:00:30
Messaggio:

job ha scritto:

Siete così sicuri che non vi possa succedere su bici costose e blasonate ?

Non parliamo poi, tra le bici muscolari: è piena la rete di casi documentati di telai rotti all'improvviso di case molto blasonate.

eh si, tutto si può rompere e le casistiche sono le più varie.
C'è addirittura chi fa business riparando i telai in carbonio http://www.brokencarbon.com/previous-work/

riguardo alla sfiga avuta da Ciuccio, non posso fare a meno di notare che la rottura potrebbe essere partita dalla saldatura sotto al tubone...mi sa che qualche difettuccio il progetto ce l'ha

in generale, un'ispezione periodica di quei punti critici (soprattutto nei dintorni del tubo di sterzo...), alla ricerca di micro-crepe, può essere salutare.


Autore Risposta: Paolo1
Inserita il: 19/11/2013 12:58:49
Messaggio:

job ha scritto:

Siete così sicuri che non vi possa succedere su bici costose e blasonate ?

Non parliamo poi, tra le bici muscolari: è piena la rete di casi documentati di telai rotti all'improvviso di case molto blasonate.


Flyer C8 :

Immagine:

40,79 KB



La foto della FLYER rotta credo sia molto vecchia e
si potrebbe dire che sia l'eccezione che conferma la regola.

Dall'immagine si evince che si tratta di un modello fuori produzione,
probabilmente risalente a quasi 10 anni fa,
lo confermano il tipo di adesivo ma sopratutto il tipo di pedali
che erano montati sui primi esemplari, probabilmente del 2001.

Forse si tratta dell'unica immagine reperibile in internet di possibile danno sui telai FLYER .
Se ne esistessero altre mi piacerebbe saperlo.

In ogni caso, FLYER è talmente certa della qualità delle proprie biciclette
da potersi permettere di garantire i propri telai per 10 anni.

Una conferma della robustezza del telaio della FLYER
penso possa confermarla proprio Job che acquistando uno dei modelli base
ne ha fatto un uso non del tutto "ortodosso" portandola in terreni impervi
ed in situazioni estreme, al limite dell'uso previsto per questo modello di bici,
pensato prevalentemente per la strada e gli sterrati non impegnativi.

A parte gli esperimenti con la batteria (fortemente sconsigliati)
credo che Job non possa lamentarsi del servizio che la sua Flyer T4 ha fatto
e che ha suscitato in lui un tale entusiasmo da poter attribuire a questa bici
la responsabilità ed il merito della nascita di questo forum.

Ecco la FLYER prima della consegna

Immagine:

36,05 KB




Autore Risposta: Nicot
Inserita il: 19/11/2013 13:59:30
Messaggio:

job ha scritto:

Siete così sicuri che non vi possa succedere su bici costose e blasonate ?



Hai ragione, il pezzo difettoso può sempre esserci, ma con quelle di solito dovrebbe funzionare la garanzia!


Autore Risposta: Bengi
Inserita il: 19/11/2013 14:24:20
Messaggio:

Mi sembra di capire che le rotture abbiano riguardato sempre comunque telai aperti ... (cosiddetti da donna) che saranno anche più comodi, ma che strutturalmente sono sicuramente molto più esposti a cedimenti proprio per la geometria non certo ottimale per una bici...

Credo anche che la rottura in un punto prossimo alla serie sterzo possa essere dovuta anche ad un urto violento della ruota anteriore contro un ostacolo massiccio. In tal caso il punto di collasso è proprio quello delle foto, agevolato dal fatto che in quel punto i telai sono spesso forati per il passaggio interno delle guaine....

Forare un telaio è sempre un'operazione a rischio non tanto per il foro in sè (che ovviamente indebolisce la struttura) ma soprattutto per le cricche anche microscopiche che inavvertitamente si possono creare e che in presenza di cicli ripetuti di stress possono progressivamente amplificarsi portando infine al cedimento strutturale ...



Autore Risposta: claudio02
Inserita il: 19/11/2013 14:33:24
Messaggio:

chi ha rotto la flyer così? e come? e quando? e perchè? con quali energie in gioco??

potrebbe aver fatto un frontale con un auto per quello che ne sappiamo.

non voglio difendere la flyer come se fossi l importatore ufficiale, ma una foto così rende l acqua inutilmente torbida all occhio del neofita.

io ho la kff come prima bipa..

la seconda ha il telaio cinesissimo, ma marca conosciuta e triplo strato di alluminio.

poi si sa..si sta come d'autunno sugli alberi le foglie..


Autore Risposta: garchofa
Inserita il: 19/11/2013 14:38:49
Messaggio:

Ma Bengi!: cosi sembra che stai dando la colpa al guidatore!

Meglio diamo la colpa agli extracomunitari!!


Dai ciuccio, Guarisci presto!!, e poi ti regalo un telaio in acciaio!


Autore Risposta: ecocar
Inserita il: 19/11/2013 15:09:11
Messaggio:

MilleMiglia ha scritto:

"perchè spendere 2000 € quando con molto meno posso comprare ... un cancello come questo che mi si apre in due tra le mani???"



Non credo sia un problema di economia, infatti, se questa bipa fosse stata ancora più economica, avrebbe avuto un telaio in acciaio e l'incidente non sarebbe successo... Si possono fare ottime bipe economiche, magari rinunciando al top della tecnologia e dell'estetica, ma non alla sicurezza.


Autore Risposta: MilleMiglia
Inserita il: 19/11/2013 16:05:20
Messaggio:

MilleMiglia ha scritto:



Metterei in evidenza questo avvertimento, come monito per tutti, soprattutto per chi si avvicina per la prima volta al mondo della bici elettrica, e soprattutto per chi si chiede... :
"perchè spendere 2000 € quando con molto meno posso comprare ... un cancello come questo che mi si apre in due tra le mani???"




ecocar se quoti solo una parte di quello che ho scritto ne snaturi un po' il senso... così credo si capisca che non sto facendo un discorso solo economico...


Autore Risposta: claudio02
Inserita il: 19/11/2013 16:32:04
Messaggio:

MilleMiglia ha scritto:

[quote]MilleMiglia ha scritto:


.. se quoti solo una parte di quello che ho scritto ne snaturi un po' il senso...


fanno così anche con il M5S.


Autore Risposta: nuvolari69
Inserita il: 19/11/2013 17:44:25
Messaggio:

Beh.. A me dispisce molto per coloro che hanno avuto problemi di rottura del telaio... Io posso però dire che sono stato molto fortunato in proposito...
Ho comprato una MayaPlus da donna della " Mi-Gi ".
Dopo quasi un anno dall'acquisto sono stato contattato dalla casa costruttrice che mi ha avvisato del fatto che nel lotto di bici al quale apparteneva la mia bipa era stato riscontrato un difetto alle saldature del telaio e mi hanno offerto gratuitamente la sostituzione della bicicletta con una nuova senza nessun costo aggiuntivo.

E non solo.. Ho chiesto loro se potevo avere un modello da uomo invece che da donna e loro hanno accettato e così mi hanno inviato una bellissima July Plus con la quale mi trovo soddisfatto.

Io penso che la soluzione dei problemi non dipenda dal costo della bicicletta, anche perchè quasi tutte le biciclette hanno dei telai made in Cina comprese quelle più blasonate.. Penso invece che tutto dipenda dalla serietà della casa costruttrice.
E' del tutto normale che su prodotti costruiti a larga scala a volte si possa riscontrare qualche difetto, ma se il costruttore è serio come quello presso il quale ho comprato io la mia bipa, questi problemi si risolvono.

Consiglio pertanto di comprare biciclette presso costruttori seri e affidabili che possono garantire una ottima assistenza post-vendita come è capitato a me.


Autore Risposta: elle
Inserita il: 19/11/2013 17:54:16
Messaggio:

al di là di paragoni improponibili (è logico che una flyer abbia un telaio di altra qualità rispetto a una cinese rimarchiata,
anche se ha qualche certificato da ostentare), credo che la questione fondamentale stia nel comportamento della casa:
quando la foto che ha postato job è comparsa sul sito pedelec francese, diversi anni fa,
dopo qualche giorno il capo della flyer in persona è intervenuto sul forum per farsi carico del problema,
chiedere di esaminare il telaio e proporre soluzioni...
in questo caso invece pare che le cose stiano andando in modo diverso


Autore Risposta: nuvolari69
Inserita il: 19/11/2013 18:02:36
Messaggio:

Beh.. A me dispisce molto per coloro che hanno avuto problemi di rottura del telaio... Io posso però dire che sono stato molto fortunato in proposito...
Ho comprato una MayaPlus da donna della " Mi-Gi ".
Dopo quasi un anno dall'acquisto sono stato contattato dalla casa costruttrice che mi ha avvisato del fatto che nel lotto di bici al quale apparteneva la mia bipa era stato riscontrato
un difetto alle saldature del telaio e mi hanno offerto gratuitamente la sostituzione della bicicletta con una nuova senza nessun costo aggiuntivo.

E non solo.. Ho chiesto loro se potevo avere un modello da uomo invece che da donna e loro hanno accettato e così mi hanno inviato una bellissima July Plus con la quale mi trovo soddisfatto.

Io penso che la soluzione dei problemi non dipenda dal costo della bicicletta, anche perchè quasi tutte le bici elettriche hanno dei telai made in Cina comprese quelle più blasonate come le haibike..

Penso invece che tutto dipenda dalla serietà della casa costruttrice quando insorgono certi problemi.
E' del tutto normale che su prodotti costruiti a larga scala a volte si possa riscontrare qualche difetto, ma se il costruttore è serio come quello presso il quale ho comprato io la mia bipa, questi problemi si risolvono.

Consiglio pertanto di comprare biciclette presso costruttori seri e affidabili che possono garantire una ottima assistenza post-vendita come è capitato a me.



Autore Risposta: ecocar
Inserita il: 19/11/2013 19:22:10
Messaggio:

MilleMiglia ha scritto:

MilleMiglia ha scritto:



Metterei in evidenza questo avvertimento, come monito per tutti, soprattutto per chi si avvicina per la prima volta al mondo della bici elettrica, e soprattutto per chi si chiede... :
"perchè spendere 2000 € quando con molto meno posso comprare ... un cancello come questo che mi si apre in due tra le mani???"




ecocar se quoti solo una parte di quello che ho scritto ne snaturi un po' il senso... così credo si capisca che non sto facendo un discorso solo economico...



Ho messo il "quote" perchè stavo rispondendo a questa specifica frase e non volevo ingombrare il post ricopiando cose già scritte, presumendo che chi legge la discussione le abbia già lette nel tuo post completo. Scusa, non volevo snaturare il tuo commento, ma solo riprenderne una parte come spunto per il mio.


Autore Risposta: nuvolari69
Inserita il: 19/11/2013 21:16:29
Messaggio:

Premesso che Nelle ditte di produzione di qualsiasi genere (bici,auto, caschi per motociclette ecc., i controlli non vengono mai fatti pezzo per pezzo ma vengono fatti a campione,
io ritengo che un difetto di fabbrica può sfuggire anche alle migliori marche e non solamente a quelle economiche.. L'importante e saper porre rimedio e non fregarsene sollevandosi
da ogni responsabilità nel caso in cui insorgessero dei problemi al cliente....Ancor migliore dimostrazione di serietà si dimostra quando non solamente si pone rimedio ma
si previene anche ogni possibilità che i problemi sorgano come nel mio caso specifico...
Infatti, nel merito del richiamo della mia bicicletta mi è stato spiegato che non era sicuro che fosse difettosa perchè non in tutte le bici dello stesso lotto sono stati riscontrati quei
difetti alle saldature durante i controlli, ma solamente su alcune... e pertanto hanno preferito ritirare tutto il lotto per sicurezza.. Trovatela voi una ditta che fa queste cose
nel'interesse del cliente e gli sostituisce pure la bici dopo un anno con una completamente nuova..


Autore Risposta: nuvolari69
Inserita il: 19/11/2013 21:28:39
Messaggio:

ecocar ha scritto:

MilleMiglia ha scritto:

MilleMiglia ha scritto:



Metterei in evidenza questo avvertimento, come monito per tutti, soprattutto per chi si avvicina per la prima volta al mondo della bici elettrica, e soprattutto per chi si chiede... :
"perchè spendere 2000 € quando con molto meno posso comprare ... un cancello come questo che mi si apre in due tra le mani???"




ecocar se quoti solo una parte di quello che ho scritto ne snaturi un po' il senso... così credo si capisca che non sto facendo un discorso solo economico...



Ho messo il "quote" perchè stavo rispondendo a questa specifica frase e non volevo ingombrare il post ricopiando cose già scritte, presumendo che chi legge la discussione le abbia già lette nel tuo post completo. Scusa, non volevo snaturare il tuo commento, ma solo riprenderne una parte come spunto per il mio.



SE NASCE DIFETTOSA, STAI CERTO CHE PURE UNA HAIBIKE DA 4000 EURO TI SI PU0' APRIRE COME UN CANCELLO SOTTO AL SEDERE..
Bisogna solamente stabilire se girano più i maroni che ti si crepa sotto al sedere una bici da 1000 euro oppure una da 4000..
specialmente se quando poi vai in assistenza, la ditta declina
ogni responsabilità si rifiuta di risolverti il problema....


Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility : http://www.jobike.it/forum/

© 2000-06 jobike

Chiudi Finestra