Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility

Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Album Fotografico | Download | Links | FAQ |Ricerca Avanzata | le biciclette provate da noi ] mago job
Ultime novità: * per evitare lo spam, l'iscrizione attende l'approvazione degli Amministratori, un po' di pazienza per favore

attenzione che la mail automatica di conferma iscrizione non sempre funziona, provare ad accedere lo stesso o scrivere in amministrazione

* per comunicazioni scrivere a postmaster@jobike.it o contattare uno degli amministratori (job o pixbuster)

* qui tutti i modelli testati da noi a confronto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Discussioni
 La prima bici
 NCM Moscow 48V 624Wh
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 8

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


7436 Messaggi

Inserito il - 06/08/2019 : 22:30:34  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Come ti ha detto Barba in altro post (ed è scritto in ogni meandro del forum), i motori centrali non hanno magie particolari, semplicemente, i loro giri vengono ulteriormente ridotti dai rapporti del cambio, come tu se metti la prima di una mtb frulli sui pedali ma ti muovi pianissimo così il motore frulla, pur andando la bici molto piano (sempre che metti le marce basse) . I motori invece nel mozzo della ruota girano per forza sempre alla stessa velocità della ruota, quindi quando la velocità scende tanto, il motore gira tanto piano e questo non gli fa bene (come non farebbe bene al motore centrale se girasse troppo piano innestando un rapporto di 1:1) .

Comunque il rendimento del motore della NCM dovrebbe essere simile al grafico che ti posto qui sotto, essendo un motore molto corto.

Come puoi vedere la curva verde rappresenta il rendimento del motore, ovvero in che percentuale l'energia assorbita finisce alla ruota e non diventa calore inutile e dannoso.

In tutti i motori elettrici questa curva è molto ripida all'inizio per poi stabilizzarsi su buoni valori simili al valore massimo ottenibile .

Come puoi vedere, nel caso del tuo motore, dovresti avere già oltre il 74% di rendimento a 10 km/h che è buonissimo e fa scongiurare un arrosto anche su salite prolungate.


Immagine:

48,93 KB

Io, recentemente, con la Milano ho fatto questa salita con 30 gradi all'ombra e nè il motore nè la centralina si erano scaldati, certamente si è trattato di un tratto duro ma molto breve, mi riprometto di fare prove su salite più lunghe.


"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
"bumblebee" NCM Milano 24/07/2019
"steamroller blues" NCM Aspen 19/12/2019
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 06/08/2019 : 22:55:26  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Da esperto bruciatore di hub anche grossetti ti dico che io per bruciarli salivo su spunti del 30% (brevi) e lunghe salite oltre il 20% e la velocità arrivava anche a 5-6 kmh. E lo facevo tutti i giorni!! figurati che il tsdz2 che è un centrale sulle stesse salite arriva a 104gradi, (ho messo il termometro ma non cambiatola testa ) cioè si brucia pure lui... Al tuo i 10kmh gli fanno un baffo
E comunque lo senti, quando il motore non ne vuole sapere più di salire ed è più lo sforzo muscolare che quello che ti da il motore, allora sei in pericolo. di solito su motori corti accade sotto gli 8kmh.
Inoltre difficile fonderlo in una volta sola (ho fatto anche quello comunque ma era un motore cute molto più fragile ed ero finito in un posto difficile da descrivere...) di solito ci vogliono molte scaldate ripetute. Infine di solito da settembre ad aprile le temperature esterne più basse ti mettono al sicuro... Io tornavo dal mare passando per campi a metà luglio a mezzogiono, praticamente avrei fuso di tutto...

Modificato da - andrea 104KG in data 06/08/2019 22:56:12
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 07/08/2019 : 18:11:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie per le preziose risposte. Se quella velocità pericolo invece la raggiungi a batteria scarica ma non la faresti quando è carica c'è lo stesso rischio? Insomma la stessa velocità ma con voltaggio batteria basso. La soluzione in quei casi è fermarsi oppure abbassare l'assistenza o è peggio?

Ma i venditori delle bici parlano di questi limiti?

Modificato da - -sandro- in data 07/08/2019 18:18:18
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 07/08/2019 : 21:09:41  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Se la batteria anche mezza scarica è in grado di dare molti ampere il rischio c'è sempre. Abbassare l'assistenza aiuta (il motore non te) anche perche se non ce la fa non ce la a nessun livello. Nessun produttore lo dice apertamente ma lo fanno capire dicendo non adatta alla montagna.. comunque poi mi feci in casa un motore ultracorto e non si è bruciato malgrado i maltrattamenti (però l'avevo raffreddato ad olio dielettrico)
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 00:03:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
NCM non mi pare lo dica però c'è una recensione di un utente ha bruciato il motore al 30% di pendenza.
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 08:30:51  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non ci trovo niente di strano, è ovvio che se con qualsiasi motore si affrontano salite (per lui) impossibili si brucia, ancor più se l'aiuto muscolare è ridotto o assente...

Sinceramente talvolta mi pare che qualcuno venga da Marte, ma con le auto non avete mai avuto l'acqua in ebollizione a causa di una salita lunga in periodo estivo?

I poveri motori che usiamo poi non hanno nemmeno il beneficio del raffreddamento ad acqua, quindi cosa pretendiamo?
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 09:20:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Perché non semplicemente mettere un blocco software nel motore ad una certa temperatura così da evitare danni?

Sono terrorizzato ad usarla adesso su nuovi sentieri...
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 12:41:51  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Le bici sono fatte per essere usate.Non ha senso lasciarle ferme. Usarle provoca un qualche tipo di usura sempre e comunque. Inoltre se non le usi non ti diverti. Se poi si brucia (non credo proprio) vuol dire che ci hai fatto qualcosa di eccezionale. Dulcis in fundo il massimo danno che puoi fare sono 200 euro.. vale la pena proccuparsi? Per questo uso le bici al massimo e se si distruggono vuol dire che mi sono divertito. Se stavano in garage sotto un cellophane erano sempre nuove (tranne la batteria che si deteriora comunque) ma non ha un gran senso. Se però lo stress è troppo vendila e compra una nativa centrale. Che comunque si romperà se usata come e fprse più dell'altra. E i pezzi costeranno di più... Sarò estremista
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 12:47:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
No hai ragione, secondo voi con motori con più watt il problema si risolve? nel senso che i casi dove si salve sotto stress diminuiscono?
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 13:22:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Certo ma la tua è già 350/720W. Sempre se hai modificato quel parametro nel menu nascosto

Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 13:30:10  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Risolvi solo con un centrale se vuoi fare sentieri tosti.
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 14:46:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
job ha scritto:

I motori invece nel mozzo della ruota girano per forza sempre alla stessa velocità della ruota, quindi quando la velocità scende tanto, il motore gira tanto piano e questo non gli fa bene (come non farebbe bene al motore centrale se girasse troppo piano innestando un rapporto di 1:1) .


Solo i motori gearless girano alla stessa velocità della ruota. Lui ha un geared con un rapporto di 5:1 quindi il motore gira 5 volte in più rispetto alla ruota.
Ma poi, perché fasciarsi la testa prima di rompersela?
Usala e vedi che succede... Penso che, comunque, abbia un blocco termostatico...

P.s. prova a scrivere a Leoncycle e vedi che ti dicono al riguardo...

Modificato da - Sergiom2 in data 08/08/2019 14:59:39
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 15:21:12  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@Paolorusso: Difficilmente le bici con motore nel mozzo hanno un sensore di temperatura, sono i centrali che avendo il controller integrato nel carter del motore di solito lo hanno e si bloccano in caso di surriscaldamento.

Il fatto che quel motore sia un geared significa ben poco, i gearless infatti suppliscono alla mancanza di un riduttore con le dimensioni molto più generose, e infatti i motori da oltre 1000-2000W sono geared e non gearless...

@Sandro: Se lasciando la stessa centralina che hai adesso sostituisci il tuo motore con uno nativo da 1000W è ovvio che non si brucerà mai, ma sarà un gearless enorme e pesante, tanto da renderti impossibile percorrere fondi sconnessi!
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


7436 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 15:55:39  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Paolorusso ha scritto:
Solo i motori gearless girano alla stessa velocità della ruota. Lui ha un geared con un rapporto di 5:1 quindi il motore gira 5 volte in più rispetto alla ruota.
Ma poi, perché fasciarsi la testa prima di rompersela?
Usala e vedi che succede... Penso che, comunque, abbia un blocco termostatico...


Certo, mi ero riferito come "motore" allo scatolotto esterno (che il non esperto considera appunto il motore non sapendo cosa ci sia dentro) per non aggiungere confusione a chi fa fatica a comprendere perchè un motore centrale ha un comportamento diverso da un motore alla ruota. In effetti allora per dirla tutta, anche il motore centrale ha una riduzione interna prima di essere ulteriormente ridotto dal cambio esterno, ma ai fini della spiegazione le cose non cambiano nulla .

Anche io volevo dire a Sandro di non fasciarsi la testa e di fare un po' di esperienza, visto che mi pare che non utilizzerà il mezzo in sentieri tecnici ma su carrarecce dalle pendenze non eccessive.
Poi, le prime volte, fai qualche salita e ogni tanto ti fermi e tocchi con la mano sia il motore che la centralina, se uno dei due scotta, per sicurezza, sai che è meglio farla raffreddare un po' a meno che non sai che tra pochissimo inizia la discesa dove si raffredda in un battibaleno.

Però sono però andato a vedere i commenti su amazon e in effetti, da qualche commento capisco l'inquietudine di sandro, qualcuno parla di far fuori il motore su pendenze continuative del 10% (che mi sembra molto strano):

cito:

La bici si è guastata in quanto i percorsi che pratico sono di alta montagna con pendenze anche al 30%, il venditore in prima battuta mi ha mandato i ricambi ruota posteriore con motore al mozzo e centralina che ho portato da un meccanico per la sostituzione. Mi è stato detto che il motore montato sulla bici non era adatto ai percorsi che pratico io pertanto ho chiesto il reso. Il venditore ha accettato e mi ha rimborsato il 100% di quanto speso nonostante avessi percorso 30km (20 oltre il limite per la prova prodotto). Il prodotto è adatto a percorsi di città o di collina, non di montagna con pendenze elevate, in compenso il venditore è davvero efficiente, preciso, puntuale e onesto.
Per avere un prodotto adeguato alle mie esigenze ho dovuto spendere circa il triplo di quello che costava questa bici.


Ho riscontrato però per 2 volte un guasto al motore, senza alcun allarme preventivo: dopo aver percorso salite con dislivello di circa 600/700m, il sistema ha smesso di leggere la velocità e ciò comporta che in pianura la bici non assista più come in condizioni normali (invece che lavorare fino a 25 km/h arriva a massimo 18 km/h). L'assistenza del venditore è stata ottimale e in ambedue i casi si è offerto di sostituire la ruota posteriore, inviandola nuova e chiedendo di rimuovere dalla vecchia camera d'aria, copertone e pacco pignoni (attenzione, serve estrattore apposito!). Alla fine ho restituito la bicicletta e sono stato rimborsato. In definitiva, prodotto ok per pianura e dislivelli limitati, se si cerca una bici per salite più impegnative (tipo 10 km al 10% di media) meglio stare su una bici con motore sui pedali o si rischia di avere i suddetti problemi.


Recensisco dopo un po' di prova in cui ho testato la Moscow .Sono maestro istruttore di Mtb ma questa è la prima elettrica che provo. La usa mia moglie per lavoro e devo dire che fa quello per cui è stata presa. Dieci chilometri in circa 25 minuti , senza problemi .Consiglio chiunque voglia prendere una elettrica , di prenderla Mtb in ogni caso : qualsiasi altra bici , specialmente in Italia con mille buche per strada, non è adatta. Qui avete ammortizzatori e due bei copertoni larghi con grip . La bici non è assolutamente adatta invece a fare percorsi tecnici e anche nel fuoristrada bisogna sempre stare attenti alle buche . Con il peso della bici , più il motore sulla ruota dietro , più il vostro peso il cui baricentro poggia proprio sempre lì , ai 27 all'ora se non vi alzate fuorisella sentirete un grande colpo per poi accorgervi che avete la ruota a terra.


sulle salite molto pendenti dopo qualche minuto si sente un rumore meccanico crescente proveniente dal motore e la bicicletta si spegne improvvisamente (molto pericoloso)



Invece alla domanda di qualcuno:

Buongiorno, abito a Genova,una città con moltissima salita e poca pianura.per un utilizzo quotidiano è adatta o esiste un modello più adatto?

Leoncycle risponde:

Sì è adatta, con coppia di 55Nm. Esiste anche la versione NCM Moscow Plus con componenti migliorati.


e altri utenti:

Ciao, io l'adopero sulle strade forestali in Trentino e si arrampica senza sforzo anche sulle salite più dure, quindi te la consiglio tranquillamente.


Secondo me è adatta sopratutto x il prezzo "contenuto" 80 km li ho fatti sui monti della lessinia con saliscendi e delle salite ripide con sforzo continuo.
Qualità prezzo ottimi rispetto alle concorrenti da oltre 2000 euro.


"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
"bumblebee" NCM Milano 24/07/2019
"steamroller blues" NCM Aspen 19/12/2019
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 15:59:25  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Mi preoccuperei più dei magneti che se esposti ad alte temperature perdono irreversibilmente gran parte della loro efficienza.

Tipi di perdite di temperatura (= perdite di magnetizzazione in seguito all'esposizione ad alte temperature)

A seconda di quanto è elevata la temperatura si distingue fra tre tipi di perdite:
Perdita di temperatura reversibile
Intervallo di temperatura: appena sopra la temperatura massima di esercizio
Il magnete ha una magnetizzazione più debole soltanto finché è caldo.
Quando si raffredda, riacquista completamente la sua potenza originaria.
In questo caso, è indifferente quante volte si riscalda e si raffredda il magnete.
Perdita irreversibile
Intervallo di temperatura: chiaramente al di sopra della temperatura massima di esercizio
Il magnete si indebolisce in modo duraturo, anche dopo che si è raffreddato.
Riscaldare il magnete più volte alla stessa temperatura non aumenta le perdite irreversibili.
Grazie a un campo magnetico esterno sufficientemente intenso, un magnete indebolito in modo irreversibile può essere nuovamente magnetizzato e tornare alla sua potenza originaria.
Perdita permanente
Per temperature intorno alla temperatura di Curie, la struttura dei magneti permanenti comincia a modificarsi in modo duraturo. In questo caso, una nuova magnetizzazione non è più possibile.
Tutti i tipi di perdite di temperatura descritte sopra compaiono in questo video. L'autore distingue tra "scaldare" (reversibile), "riscaldare" (irreversibile) e "arroventare" (permanente). Alla fine un magnete viene persino fuso. Probabilmente, non sorprende affatto che in seguito non fosse più presente alcuna magnetizzazione.

Modificato da - Sergiom2 in data 08/08/2019 16:01:29
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 17:05:18  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mah, i motori si bruciano ma bisogna fargliene vedere molte.. non credo assolutamente che quel motore si bruci al 10%, sono appena tornato da un giro sul san Bartolo con salita segnata al 10% e con un hub legale e batteria di 3 anni fa.. non certo un motore come quello della moscow e con 350w è andato su benissimo. Come dicevo c'è un giro di 18,20km attorno alle miei colline dove il tsdz2 arriva a 104 gradi e io l'ho fatto tutti i giorni per oltre due anni col bpm. Si è bruciato ma penso che per 2 anni si brucia anche il tsdz2. Certo se si va fuori strada e intendo fuori da strade o stradine si incontrano pendenze micidiali e l'hub si blocca. Se uno pretende di fare all mountain non ce la fa. Ma se si tratta comunque di strade, anche se bianche ma percorse da veicoli di qualche tipo con un hub corto ci si va. Si fatica un po' si ma ci si va.. poi se uno a paura cambia bici meglio che stare con l'ansia 'oddio si rompe'. Quello che dice che a 27kmh tra le buche fora il copertone... per 3 kg in più sulla ruota? Secondo me fora anche una qualsiasi front... basta non alzarsi dalla sella altro che 3 kg. Se poi confronta con una full da 5000 euro per forza sono diverse. Anche la mia rockrider 6.3 da 300 euro essendo una full va meglio in discesa di qualunque front..
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 17:14:53  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sono ancora più confuso :D
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 17:55:21  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Allora, i PEGGIORI magneti al Neodimio-Boro o altre terre rare iniziano a perdere irreversibilmente magnetizzazione quando superano gli 80°C, e posso garantirvi che quando i magneti raggiungono questa temperatura gli avvolgimenti sono già cotti da tempo!!!

Poi confido che i cinesi non usino per forza i magneti PEGGIORI in commercio, e questo ci dà ancora più margine!!!
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


7436 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 17:56:46  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Comunque mi fiderei più dei jobikers che delle risposte su Amazon:

Questa ,ad esempio, è stupenda:

Domanda: Il motore eletrico e a spazzole o quello di ultima generazione?
Risposta: Si il motore è a spazzole dì ultima generazione .



io proverò a strapazzare adeguatamente la Milano (tanto non è mia ) su salite prolungate (ovviamente su asfalto o sterrati facili visto la tipologia di bici) e ti farò sapere Sandro .

"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
"bumblebee" NCM Milano 24/07/2019
"steamroller blues" NCM Aspen 19/12/2019
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 17:57:44  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Meravigliosa risposta!!!
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 18:18:32  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
job ha scritto:

Comunque mi fiderei più dei jobikers che delle risposte su Amazon:

Questa ,ad esempio, è stupenda:

Domanda: Il motore eletrico e a spazzole o quello di ultima generazione?
Risposta: Si il motore è a spazzole dì ultima generazione .



io proverò a strapazzare adeguatamente la Milano (tanto non è mia ) su salite prolungate (ovviamente su asfalto o sterrati facili visto la tipologia di bici) e ti farò sapere Sandro .


Grazie, tanto io fino al 23 non la userò :(
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 20:59:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

Allora, i PEGGIORI magneti al Neodimio-Boro o altre terre rare iniziano a perdere irreversibilmente magnetizzazione quando superano gli 80°C, e posso garantirvi che quando i magneti raggiungono questa temperatura gli avvolgimenti sono già cotti da tempo!!!

Poi confido che i cinesi non usino per forza i magneti PEGGIORI in commercio, e questo ci dà ancora più margine!!!

I cinesi usano quello che gli dici di usare.
Penso che questo motore è sì prodotto in Cina ma con delle specifiche ben precise date da chi l'ha commissionato.
È costruito dalla Bafang ma è marcato Das Kit, e non è né un BPM né un Swxh.
Dicono X15 ma non trovo niente in rete.

PRESTAZIONI POTENTI: Il nostro motore posteriore Das-Kit X15 da 250 W offre una coppia di torsione eccezionale nella sua classe con una caratteristica unica per aumentare la potenza su pendenze ripide

Bhooo?


Modificato da - Sergiom2 in data 08/08/2019 21:04:31
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 21:01:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Cosa sia questa "caratteristica unica" lo sanno solo loro!
Ha una livella che misura la pendenza che in salita fa schizzare la centralina oltre i 15A?


Modificato da - Sergiom2 in data 08/08/2019 21:16:15
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 21:43:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
@Job
Non mi fiderei più di tanto delle recensioni su Amazon... Si passa da chi osanna a chi sminuisce. Spesso sono recensioni fatte al volo da chi non ne capisce molto.

Vorrei dire a Sandro di usarla ovunque e se bruci tutto ti rimborsano... Ma usala!!!
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 21:46:48  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La carettarestica unica della NCM è che si può sbloccare la centralina portandola a 720W di picco, cosa che non ho mai veduto su altre bici commerciali...
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 08/08/2019 : 21:58:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
In America, sotto un altro brand è 500W e dalle foto, video sembrano identiche...
Ha una 9 MOSFET che può sicuramente arrivare a 720W se non oltre.
Sergiom ci è andato sul Vesuvio, 10km per 1000 metri di dislivello. Quindi 10% di media ma sicuramente con strappi oltre il 15% e non ha bruciato niente!
Sandro, goditela!!!
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 09/08/2019 : 11:07:01  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
A proposito che fina ha fatto Sergiom? Sarà ancora viva la sua Milano?
Torna all'inizio della Pagina

marianor
Utente Medio


Emilia Romagna


452 Messaggi

Inserito il - 09/08/2019 : 12:40:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Credo sia stato espulso,o al limite si é autoeliminato dal forum,certamente era/é un utente caliente e senza compromessi e questo lo ha spesso messo in situazioni difficili. Di certo ha avuto il grosso pregio di sdoganare ncm qui in Italia. Se ci leggi Sergione ciau #128522;

se la montagna viene da te e tu non sei maometto scappa perchè è una frana
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 17:31:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Update: oggi ho portato la Moscow ad un ciclista perché dopo 400km in discesa i freni iniziavano a non frenare più (era troppo lungo) e il cambio non l'avevo mai fatto controllare. Il tipo mi ha detto che non potrà fare molto perché il sistema frenante è "pessimo". Secondo voi è così pessimo? Mantenendo i dischi e cambiando il sistema in idraulico cambierebbe qualcosa, e quanto costerebbe?
A me va bene l'unica cosa che non mi piace è che in discese ripide quando si scaldano iniziano a perdere performance e fanno rumore, cambierebbe molto mettendo l'idraulico?

PS: sono ancora senza parafanghi e mi sono abituato ad essere sporco :D
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 18:32:51  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dipende dal ciclista.
Il cilista di alta gamma:
Se hai freni meccanici sono pessimi solo a guardarli e forse si rifiuterà di toccarli, se hai freni entry level idraulici ti dirà che non sono adeguati, se hai un medio alto saranno ormai vecchi, se hai il top di gamma nuovo ti farà spendere 60 euro per le superpastiglie che rilasciano anche il profumo al mentolo e sarà soddisfatto.
Se ha venduto lui la bici non dirà mai che sono "pessimi", dirà semplicemente che per l'uso che ci fai tu c'è di meglio, che non sono adeguatie che la colpa è comunque tua e vanno cambiati (non puuò dire che sono pessimi, lla bici l'ha venduta lui)
Il ciclista abituato a citybike, in citta di pianura, specialmente in luoghi turistici dove circola di tutto anche roba vecchidi 40 anni probabilmente te le cambia senza dire nulla...
Il sistema idraulico a parità di spinta sulle leve ti dà più potenza è indubbio ma il fischio non dipende dall'olio dentro i tubi bensì dalla mescola della pastiglia che si "vetrifica" per il calore e poi frena poco e con fischi vari. Ci sono pastiglie organiche, frenano bene anche a freddo ma si consumano subito e si possono vetrificare alla svelta, perchè soffrono il calore, semimetalliche e metalliche sempre più dure, hanno bisogno di scaldarsi per frenare bene e vetrificano meno. L'unica è provare i vari tipi, è un terno al lotto e ci sono discussioni infinite sui siti di mtb, con i soliti sofisticatoni che propongno quelle fatte dello stesso materiale delle mattonelle anticalore dello shuttle che ha dir loro sono super e ovviamente costano come un paio di freni idraulici entry level
Detto ciò, se fai spesso percorsi in fuoristrada un upgrade a freni idraulici secondo me è necessario, non per il fischio ma per evitare la continua regolazione, dato che con discese toste il consumo è inevitabile..
Cosa faccio io? siccome mi ostino a fare fuoristrada, col mio peso basta lasciare i freni e sono a 50 all'ora in 30 metri, e HO PAURA, le pastiglie mi durano esattamente 26 giorni (20 km al giorno circa) ,per cui vado su aliexpress compero 8 serie di pastiglie a 25 euro e chissenefrega , alcune fischiano, altre no, la potenza frenante non sarà di quelle spaziali ma per il mio uso funzionano... Anzi mi hai ricordato che devo comperarle per la bici col tsdz2, ne ho rimaste solo 3...(tre coppie)

Modificato da - andrea 104KG in data 05/09/2019 18:36:40
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 19:46:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie per le info!
Ho appena ritirato la bici e ora non mi sembrava così inorridito dai freni, infatti ora mi pare che frena molto bene e sono contento del risultato.
L'unica cosa che mi preoccupa sono le discese molto ripide e se la differenze dell'idraulico è solo la regolazione allora farò come te ma devo imparare e regolare da solo ed a cambiare eventualmente pasticche (e comprare lo stand per alzare la bici!) anche perché mi ha detto che l'upgrade costerebbe 250 da lui. Quindi è normale che dopo continue frenate ripide se si scaldano troppo frenano meno?
Io comunque non sono un frenatore come te, vado in discesa anche a 60km/h a volte per piccoli pezzi e poi do dei colpi decisi per rallentare.
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 20:06:32  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
si è normale, tutti gli impianti frenanti soffrono il caldo, anche quelli top
comunque una coppia di freni molto usati su ebike fino 3500 euro è questa e non costa un occhio della testa
https://www.bike-discount.de/it/comprare/shimano-br-mt501-disc-brake-set-721660
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 20:38:13  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
I freni a disco idraulici in caso di surriscaldamento prolungato si comportano ancor peggio di quelli meccanici, prima perdono efficienza come i tuoi, poi va in ebollizione l'olio e rimani senza freni, a meno che tu non ti porti dietro l'attrezzatura per fare gli spurghi!!!

Se vuoi avere il top dai freni meccanici della NCM devi sostituire le guaine di serie con quelle che all'interno hanno un tubetto di Teflon, montare pastiglie di ottima qualità e poi lubrificare accuratamente le leve freno: Comperati poi la brugola necessaria per registrare la pastiglia interna, perchè se aspetti molto tempo prima di fare questa operazione si consuma in maniera anomala e anche dopo la registrazione non frenerà più al 100%.

Torna all'inizio della Pagina

nando_mac
Utente Medio



Abruzzo


317 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 21:37:38  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

I freni a disco idraulici in caso di surriscaldamento prolungato si comportano ancor peggio di quelli meccanici, prima perdono efficienza come i tuoi, poi va in ebollizione l'olio e rimani senza freni, a meno che tu non ti porti dietro l'attrezzatura per fare gli spurghi!!!

Se vuoi avere il top dai freni meccanici della NCM devi sostituire le guaine di serie con quelle che all'interno hanno un tubetto di Teflon, montare pastiglie di ottima qualità e poi lubrificare accuratamente le leve freno: Comperati poi la brugola necessaria per registrare la pastiglia interna, perchè se aspetti molto tempo prima di fare questa operazione si consuma in maniera anomala e anche dopo la registrazione non frenerà più al 100%.



Quotissimo, visto in diretta, leva a battuta e amico nei cespugli. Molto dipende anche da come si frena, in caso di pressione continuata anche lieve non regge nessun tipo di freno, in questo caso meglio frenate brevi e decise , a impulso.
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 21:59:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Barba 49 ha scritto:

Se vuoi avere il top dai freni meccanici della NCM devi sostituire le guaine di serie con quelle che all'interno hanno un tubetto di Teflon, montare pastiglie di ottima qualità e poi lubrificare accuratamente le leve freno: Comperati poi la brugola necessaria per registrare la pastiglia interna, perchè se aspetti molto tempo prima di fare questa operazione si consuma in maniera anomala e anche dopo la registrazione non frenerà più al 100%.




OK devo prima studiare le cose che hai scritto perché non so nulla. La brugola era già inclusa col la bici credo perché ho provato ad avvicinare la pastiglia al disco una volta. Per il fatto che non frena più al 100% se non regoli intendi se non cambi la pastiglia o in modo permanente? Cioè cosa si danneggia?

Ho un'altra domanda prima di tornare dal ciclista per non fare brutta figur...siccome mi ha anche regolato il cambio ho notato che ha ancora lo stesso problema di prima ma in maniera minore. Io viaggio quasi sempre con 2a davanti e 3-4a dietro, ho notato che quando passo dietro alle 6-7 la catena tocca ad intermittenza qualcosa. E' normale questa cosa o è stato regolato male?
Torna all'inizio della Pagina

nando_mac
Utente Medio



Abruzzo


317 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 22:29:22  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Se non controlli/regoli la pastiglia interna per troppo tempo il rischio e che si venga a formare troppa luce tra disco e pastiglia stessa che, essendo fissa, una volta che tu poi vai frenare, il disco essendo flessibilile si inclinerà troppo andando di fatto come una mola da taglio ad incidere la pastiglia che prenderà un' usura anomala, usura che manterrà anche quando andrai successivamente a ripristinare i giusti giochi provocando stridii e quant' altro non ci deve essere.
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 22:44:42  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ma ci sono 1000 tutorial su YouTube...
1. Prendi la brugola e avvita un po' alla volta la pastiglia fissa fino a frenare la ruota. Poi svita una tacca alla volta finché la ruota gira libera.
2. Regola la pastiglia mobile con le regolazioni che hai sulle leve e sulla pinza.
Ci vogliono 2 minuti...

Modificato da - Sergiom2 in data 05/09/2019 22:52:49
Torna all'inizio della Pagina

job
Amministratore

fondatore



Friuli-Venezia Giulia


7436 Messaggi

Inserito il - 05/09/2019 : 23:50:52  Mostra Profilo Invia a job un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
qui http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=78046

avevo messo 2 tutorial che ho trovato su youtube e mi sembravano fatti bene, uno per regolare uno per pulire .

"carrarmatino" Flyer T4 30/9/2006 (22/5/2011 sostituito motore)
"lancillotto" Brompton P6R + nano motor 14/12/2007
"piccola peste" Dahon Speed Pro TT 14/10/2008
"frankenstein" Trek liquid 25 + kit ezee 21/11/2008 dismessa il 28/02/2010
"jobbent" Tw-bents Adventure Plus 08/05/2009 elettrificata con ezee 350W dal 28/02/2010
"the tractor" surly pugsley 27/08/2009 + Cyclone 500 13/11/2009
"the lift" haybike eq xduro fs 12/10/2011
"bumblebee" NCM Milano 24/07/2019
"steamroller blues" NCM Aspen 19/12/2019
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 06/09/2019 : 07:52:02  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Quoto Nando-Mac, se non fai spesso la regolazione della pastiglia interna questa si consumerà "a cuneo", quindi anche dopo il ripristino del gioco la sua superfice di attrito sarà assai inferiore a quella originale, e la stessa cosa vale (in senso inverso) per la pastiglia esterna...

Il trucco è semplice, ogni volta che arrivi a casa e sei fermo prova a tirare i freni, se vedi che il disco flette anche solo leggermente verso l'interno devi avvicinare la pastiglia interna fino a quando questa flessione scompare, poi se è il caso regoli la tensione del cavo con i due registri presenti sulla leva del freno e sulla pinza.

Riguardo alla guaina con teflon basta che la acquisti e la fai sostituire da un ciclista, visto che non sei in grado di farlo da solo...

Modificato da - Barba 49 in data 06/09/2019 08:04:19
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 06/09/2019 : 08:12:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie, per il problema del cambio invece?
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 06/09/2019 : 10:21:29  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il rumore che senti proviene probabilmente dalla catena che sfrega nel deragliatore del cambio centrale, fai regolare meglio la tensione del cavo oppure fai da solo delle prove spostandolo millimetricamente con i registri appositi finchè non cessa il rumore.
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 06/09/2019 : 14:53:32  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ho notato che il ciclista mi ha regolato in modo che la pastiglia fissa tocchi sia dietro che avanti i dischi, secondo voi l'ha fatto apposta per qualche motivo che vi viene in mente (tipo per compensare un'usura ineguale) o mi conviene allentare di mezzo giro? Durante la marcia non me n'ero accorto però a ruota libera le ruote vengono frenate... non esageratamente tipo bloccate però c'è un progressivo rallentamento da sfregamento.

Per il cambio ci provo!
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 06/09/2019 : 17:46:28  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Tanto dopo 2 giorni non tocca più lascia perdere... a meno che non sia proprio bloccata...
Torna all'inizio della Pagina

luc_maz48
Utente Master



Piemonte


6015 Messaggi

Inserito il - 06/09/2019 : 23:09:42  Mostra Profilo Invia a luc_maz48 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
-sandro- ha scritto:

A proposito che fina ha fatto Sergiom? Sarà ancora viva la sua Milano?


A caso, ripeto a caso rileggendo alcuni post relativi a (...48V Ah e/o Wh) che mi interessavano, ho notato che:
Sergiom1961 è diventato Sergiom2! Avevo però notato che Paolorusso (come nuovo utente), seguiva con particolare interesse le stesse discussioni e interveniva come utente conoscitore, con tecnica e preparazione. Con piacere, oggi (n.d.r.) è appunto Sergiom2!
Benvenuto! Pardon, Bentornato!

Vedi:
http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=76045&whichpage=27
a pag. 27 Inserito il - 02/09/2019 : 22:22:25





Pieghevole Hinergy Click 20", 36V 250Watt, 7vel. Batteria Long, con celle Samsung 36V 11,6 Ah.
Tandem pieghevole Graziella 20", con Kit Bafang motore centrale BBS01 36V 250W 15A.



Modificato da - luc_maz48 in data 06/09/2019 23:13:45
Torna all'inizio della Pagina

Sergiom2
Utente Master


Campania


2668 Messaggi

Inserito il - 06/09/2019 : 23:22:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie Luc
Torna all'inizio della Pagina

mibe
Utente Attivo


Trentino - Alto Adige


835 Messaggi

Inserito il - 23/09/2019 : 10:13:38  Mostra Profilo Invia a mibe un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
https://youtu.be/KM65V671Aeg

La vita è come una ruota.
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 30/09/2019 : 11:24:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Piccolo update sulla NCM Moscow.

La uso ormai da luglio per andare a lavoro e sono molto soddisfatto. Per quanto mi riguarda faccio 20 km a/r. Nell'andata in discesa ho il motore spento quindi non conta. Per i 10 km del ritorno alla massima assistenza riesco a farli 3 volte con un dislivello medio netto di 350m di cui gli ultimi 100m negli ultimi 2km. Quindi direi che riesco a fare 30km con un dislivello di 1000m con una carica arrivando a 1-2 tacche rimanenti. Se invece i primi 8km dolci li faccio al livello 4 rimango con 2 tacche alla terza corsa, forse ce ne potrebbe uscire una quarta ma non sono molto sicuro.
Ho notato che dalla carica piena sulla stessa salita alla stessa assistenza si parte a 26km/h e si scenda a 20km/h a batteria scarica.

L'unico difetto come dicono altri sulla Milano è che in modo totalmente random a volte l'assistenza riparte troppo in ritardo.
Torna all'inizio della Pagina

andrea 104KG
Utente Master


Marche


9333 Messaggi

Inserito il - 30/09/2019 : 14:08:20  Mostra Profilo Invia a andrea 104KG un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Prova il trucco del freno spiegato da sergio!
Torna all'inizio della Pagina

-sandro-
Utente Medio


Trentino - Alto Adige


498 Messaggi

Inserito il - 03/10/2019 : 12:34:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
andrea 104KG ha scritto:

Prova il trucco del freno spiegato da sergio!


Ho provato ma non vedo differenze.

Secondo voi questo modello può essere usato sotto la pioggia battente? A quali rischi di degrado vado in contro? Io sono preoccupato per la prestazione dei freni che se non ricordo male con un'altra bici iniziavano a perdere performance.

Modificato da - -sandro- in data 03/10/2019 12:55:58
Torna all'inizio della Pagina

Barba 49
Utente Master



Toscana


31438 Messaggi

Inserito il - 03/10/2019 : 15:44:03  Mostra Profilo Invia a Barba 49 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
I freni a disco perdono performance con la pioggia, ma in compenso i V-Brake non funzionano proprio, quindi non vedo cosa tu possa fare per migliorare la situazione se non tenerli sempre puliti e ben registrati e dare una frenata ogni tanto anche se non c'è bisogno per togliere il velo di acqua dai dischi...

Le auto di fascia alta hanno questo automatismo di serie, tu devi ricordarti di farlo spesso mentre piove.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 8 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility © 2000-06 jobike Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,84 secondi. Versione 3.4.06 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Platinum Full - Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.