Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility

Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Album Fotografico | Download | Links | FAQ |Ricerca Avanzata | le biciclette provate da noi ] mago job
Ultime novità: * è cambiata la denominazione del forum, leggere qui le motivazioni

* per evitare lo spam, l'iscrizione attende l'approvazione degli Amministratori, un po' di pazienza per favore

attenzione che la mail automatica di conferma iscrizione non sempre funziona, provare ad accedere lo stesso o scrivere in amministrazione

* per comunicazioni scrivere a postmaster@jobike.it o contattare uno degli amministratori (elle, job, pixbuster)

* registro bici rubate

* qui tutti i modelli testati da noi a confronto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Discussioni
 Prove e collaudi
 Pix-test n.9 - Wayel con trasmissione a cardano
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 3

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11909 Messaggi

Inserito il - 07/06/2008 : 23:16:52  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sono andato alla Wayel (a Bologna dalle parti dell’aeroporto) dove sono stato accolto molto cordialmente e con grande disponibilità
Ho potuto provare il modello da uomo CITY ONE in versione con cambio Nexus a 3 e a 7 rapporti


La Ditta

La Wayel è una nuova branca della ditta Termal (che si occupa di distribuzione di materiale per il condizionamento a livello nazionale ed europeo)
Ora producono quest’unico modello di bici elettrica ma in futuro hanno intenzione di allargare la gamma dei modelli e di estenderla anche a scooter, sempre elettrici



Le caratteristiche della bici elettrica sono queste:

Trasmissione del moto dai pedali alla ruota posteriore tramite giunto cardanico Shimano
Telaio in alluminio realizzato appositamente per integrare la trasmissione a cardano
Ruote da 28” x 1.5” con cerchi double-wall (nella versione da donna le ruote sono da 26”)
Pedali e leve dei freni in alluminio
Comando del cambio Shimano Revoshift montato a destra
Cambio Shimano Nexus a 3 rapporti (oppure a 7 opzionale) azionabile da fermo
Freno anteriore V-brake, posteriore a tamburo compatibile con il cambio Nexus
Movimento centrale integrato nel sistema a cardano
Ammortizzatore anteriore
Sella imbottita ma non ammortizzata

Motore anteriore 180W – 24V brushless, geared , con ruota libera

Batteria al Litio 24V 10 Ah (fornibile anche il pacco doppio composto da due 10Ah commutabili)

Il peso della bicicletta, compresa la batteria, varia da 23Kg per la versione da donna ai 25 per quella da uomo con il cambio a 7 rapporti
Il peso della batteria standard è di 2.6 kg

Accessori disponibili: seggiolino per bambini posteriore, antifurto elettronico integrato

La garanzia è di 2 anni sulla bicicletta e di 1 anno incondizionato sulla batteria



Considerazioni “da fermo”

L’obbiettivo che si sono posti nel realizzare questo modello è una bici elettrica semplice da usare, di bell’aspetto, adatta ad un uso cittadino e rivolta tipicamente al professionista che si vuol spostare in ambito urbano senza problemi di vestiario ne di sudore e tantomeno di zone a traffico limitato e parcheggi

Lo scavalco è un po’ alto anche nella versione da donna e le misure del telaio sono adatte a persone medio alte

La ruota anteriore – motorizzata – scorre libera senza il minimo attrito dovuto al motore

L’impianto luci (beh le luci sono una mia fissazione) non è adeguato: è formato da un fanale anteriore a tre led bianchi alimentato da batterie estraibili che si ricaricano tramite un minuscolo pannello fotovoltaico
Purtroppo la quantità di luce emessa è sufficiente per farsi vedere (ma manca una funzione di lampeggio) ed è del tutto insufficiente per illuminare la strada
Anche il fanale posteriore (a tre led rossi) è alimentato dal suo pannellino solare, ma la luce che emette non è particolarmente potente; in più è montato lateralmente alla ruota ed essa crea degli angoli bui

La batteria si estrae con facilità e viene bloccata in posizione dalla chiave; il suo peso è contenutissimo ed è dotata di una maniglia integrata che ne rende molto agevole il trasporto
Il connettore di ricarica è sulla batteria stessa perciò è possibile ricaricarla sia lasciandola sulla bici, sia estratta
La stessa chiave che blocca la batteria avvia l’alimentazione alla centralina

La segnalazione dello stato di carica della batteria è posta sulla faccia superiore del contenitore; è attivabile solo tramite la pressione di un pulsantino posto di fianco agli stessi led perciò non è usabile stando seduti in sella (e l’indicazione non è ripetuta sul manubrio); la visibilità dei led è poi compromessa dalla presenza della sella che costringe a guardarli stando di lato alla bici e, da questa posizione, la loro luminosità è molto scarsa

La ruota anteriore può essere smontata facilmente nonostante la presenza del motore perché è presente un connettore

La ruota posteriore è appena un po’ più complessa da smontare per la presenza della trasmissione a cardano; ma, rimossa una piccola protezione e allentati (ovviamente) i bulloni di fissaggio, la ruota scorre fuori dalla parte posteriore (forse con qualche difficoltà per via del parafango) separandosi dalla trasmissione cardanica

Il sistema del PAS, montato sul pedale sinistro, è a mio parere un po’ troppo esposto: vedrei volentieri una piccola copertura che lo difenda e che lo nasconda allo sguardo

La trasmissione cardanica sostituisce una parte del telaio e il supporto della ruota dalla parte destra della bici

L’aspetto generale è piacevole, ma, a mio parere, ci sono due cose da migliorare:
- il cablaggio che è troppo in vista e non opportunamente fissato
- il sistema di fissaggio della batteria al telaio che ha un’aria un po’ provvisoria e con le viti di fissaggio troppo visibili



Considerazioni “in marcia”

La posizione in sella è come su una bicicletta muscolare classica; le possibilità di regolazione non sono molto estese per cui una prova di adattabilità alle proprie misure mi pare necessaria (per la cronaca io sono alto 1.71 e ho trovato facilmente la posizione giusta)

Il manubrio è largo ma non eccessivo e consente una buona manovrabilità; le manopole sono di tipo ergonomico e danno una buona sensazione di appoggio

L’ammortizzatore anteriore è piuttosto morbido e assorbe efficacemente le irregolarità della strada, forse un po’ a discapito della precisione di guida (che dato il previsto utilizzo urbano non è assolutamente un difetto)
La sella è “gel” ed è morbida, ma le sconnessioni della strada più evidenti sono comunque avvertibili con una certa durezza; purtroppo l’adozione di un cannotto ammortizzato penalizzerebbe l’adattabilità alle persone di media statura

Il cambio Nexus funziona egregiamente ed è preziosa la possibilità di cambiare da fermo quando ci si ferma improvvisamente o senza ricordarsi di scalare marcia
La versione a tre rapporti ha le marce ben scalate e ben utilizzabili; la versione a 7 rapporti li ha forse troppo ravvicinati (il rapporto più corto e quello più lungo non sono sostanzialmente diversi dagli estremi del 3 rapporti)
e mi è risultato poco vantaggioso rispetto alla versione più semplice

Il freno anteriore (V-brake) è potente e modulabile; quello posteriore a mozzo ha una frenata molto morbida che se da un lato evita i bloccaggi della ruota, dall’altra non consente di arrivare fino al limite dell’aderenza
Buoni per un uso cittadino da parte di qualsiasi elettrociclista, ma non adatti ad usi un po’ più sportivi


Pedalabilità a motore spento

La bicicletta è ben scorrevole e il cardano non oppone una resistenza avvertibile; c’è una maggior “spugnosità” nella pedalata dovuta probabilmente ai giochi fra le due coppie coniche ma è una sensazione lieve
Il motore, grazie alla ruota libera interna, non oppone alcuna resistenza e non ostacola la sterzata
La posizione in sella di tipo “ciclistico” consente di spingere bene sui pedali
Per merito dei pesi contenuti di bici e batteria, sembra di viaggiare su una normalissima bici turistica


Assistenza elettrica

Il motore è silenzioso in tutte le condizioni di utilizzo

Alla partenza l’assistenza è molto morbida (dovuta certamente alla potenza minore del massimo di legge, ma anche alla taratura della centralina che evita spunti molto forti, a tutto vantaggio della durata della batteria)
Si avvia in modo quasi impercettibile dopo un mezzo giro di pedale (ma non sono riuscito a capire bene quando per via della dolce progressività )
Questa progressività non mette sicuramente in imbarazzo chi non ha mai usato una bici elettrica

Non c’è alcun metodo di regolazione dell’assistenza e il PAS è realizzato con la solita ruota a magneti e sensore posti sul movimento centrale
Ma la logica di erogazione della potenza è più raffinata di altri modelli, sempre senza regolatore, che ho fin qui provato
La centralina tiene conto probabilmente della velocità di pedalata e della velocità del motore
Non so con quale algoritmo, ma l’effetto pratico è che :
- se si finge di pedalare, la potenza cala fino ad annullarsi
- se si spinge con forza sui pedali, la potenza del motore aumenta
Questa logica consente una specie di regolazione della forza esercitata dal motore un po’ come nelle bici dotate di sensore di sforzo
Perciò è possibile dosare l’intervento del motore spingendo più o meno sui pedali, anche se in modo molto meno pronto ed efficace rispetto alle bici con sensore di sforzo
Comunqe la sensazione è di una buona naturalezza della pedalata
Mantenere una andatura più lenta del massimo non è molto agevole rispetto alle bici con sensore di sforzo o regolatore a manopola
La “ripresa” quando si rallenta e si vuole riaccelerare non è particolarmente pronta e questo contrasta con la vocazione prettamente cittadina di questo modello
Al raggiungimento dei 25 km/h il motore viene staccato … inesorabilmente
Sono presenti i micro sui freni per uno sgancio immediato del motore in caso di frenata, ma smettendo di pedalare il motore si arresta con poco ritardo
Lo sforzo da esercitare sui pedali a velocità di crociera è limitato ma non può essere del tutto assente


Prestazioni

I 25 km/h si raggiungono anche se non molto rapidamente

Abbiamo eseguito una prova su una lunga rampa a spirale con pendenza del 12% e l’ho superata senza problemi da parte del motore e senza dover esercitare uno sforzo pesante

L’autonomia (che non ho potuto provare personalmente) mi è stata dichiarata sui 35km su percorso prevalentemente pianeggiante; è un dato che mi hanno assicurato provenire da esperienze pratiche e non da calcoli teorici
Ovviamente questa autonomia si moltiplica esattamente per due con l’adozione della batteria doppia (e il peso totale non verrebbe assolutamente compromesso)


La rete di vendita

Hanno intenzione di appoggiarsi esclusivamente a rivenditori distribuiti in tutta Italia, in grado di risolvere i piccoli problemi
Perciò non è nei loro programmi la vendita via internet (salvo richieste molto particolari)
Le biciclette vengono spedite ai rivenditori completamente montate


Considerazioni finali mie personali

L’adozione della trasmissione a cardano ne fa una bici dall’aspetto insolito ma interessante
Consente di viaggiare senza porsi il problema di sporcare i pantaloni (ma a ciò si arriva anche con un semplice carter sulla trasmissione a catena)
Ha il pregio di una efficienza che, a scapito di un minore valore iniziale, si mantiene del tutto costante nella vita della bici, senza manutenzioni necessarie;
però va detto che altre parti della bici come freni e pneumatici hanno comunque bisogno di manutenzione, per cui non vedo come vantaggio sostanziale la presenza del cardano
A mio parere è una piacevole soluzione estetica ma non porta particolari miglioramenti dal punto di vista tecnico-manutentivo

Questo modello ha delle piccole lacune dovute alla novità del progetto e che verranno via via risolte
Mi sembra adatta al target previsto: una semplicissima bici da spostamenti cittadini, ma ho una piccola riserva nel mio giudizio dovuta alla poca reattività del motore nelle ripartenze e nelle accelerazioni, che sicuramente la penalizza un po’ nel traffico intenso


Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 08/06/2008 : 00:04:08  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

il solito tocco da maestro

(e questo significa anche che sei guarito dalla congiuntivite, e mi fa molto piacere)

la bici ne esce piuttosto bene, in limiti chiaramente definiti

piccole osservazioni sparse:

garanzia di un anno sulla batteria, ti hanno detto: questo contrasta con quanto ci ha riportato carlov, ossia due anni - conoscendo la sua serietà è strano e fa pensare a un cambiamento di strategia, sarebbe interessante un'indicazione precisa della casa, fermo restando che anche un anno sul litio è una garanzia apprezzabile su una bici economica

sono sorpreso dalla sensazione di poca differenza tra i due cambi: il nexus 3 ha un'ampiezza del 177% se non sbaglio, il 7 del 244%... la differenza si dovrebbe sentire e mi chiedo che cos'è che la occulta

che cablaggio e fissaggio della batteria non siano (ancora) perfettamente integrati non mi sorprende, perché questa bici mi sembra sostanzialmente costruita su un kit (tipo il cycleman), non dovrebbe essere difficile migliorarli

anche la questione dell'ammortizzazione della sella dovrebbe essere facilmente migliorabile con l'adozione di una sella con le molle, che non alza quanto un cannotto ammortizzato e se è buona rende anche di più

che l'indicatore di carica sia visibile solo da fermo non mi pare un grosso difetto: in movimento sono troppo spesso imprecisi

ottimi i riscontri sulla naturalezza di guida e la scorrevolezza, e molto interessante il comportamento del motore, anche se mezzo giro di pedale per l'avvio è un po' un limite in certe situazioni di traffico che richiedono reattività e nelle ripartenze in salita

una lunga rampa al 12% fatta senza sforzo è un buon risultato per un motore poco potente come questo... mi sembra nell'insieme una bici che si mette in concorrenza con le italwin leggere o la emove economy

(giustamente il prossimo test di extraenergy darà le suoe valutazioni divise per tipologia di utilizzo: da quello che hai illustrato questa bici sembra effettivamente una scelta valida in alcuni casi e una scelta sbagliata in altri)

e per concludere: grazie pix, non so come faremmo senza di te!

l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11909 Messaggi

Inserito il - 08/06/2008 : 00:22:55  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie Elle, troppo buono

La garanzia di un anno mi è stata confermata ufficialmente; so che alla Wayel leggeranno questa prova e spero possano confermare o smentire


Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

hombre
Utente Senior



1380 Messaggi

Inserito il - 08/06/2008 : 03:24:57  Mostra Profilo Invia a hombre un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Complimentissimi per il report della prova

Mi confermi quello che un po' m' aspettavo e cioè di una bici con degli inevitabili( e superabili) difetti di gioventù, dei limiti dovuti alla scarsa potenza del motore, ma tutto sommato valida

Microbike City 26 Full Optional
Microbike- Dahon Roo- Tender 20
Torna all'inizio della Pagina

Tino
Utente Master

fondatore



Veneto


3296 Messaggi

Inserito il - 08/06/2008 : 10:03:05  Mostra Profilo Invia a Tino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mi unisco ai ringraziamenti di quanti mi hanno preceduto, Pix.

Avrei qualche riserva sull'effettiva velocità raggiunta col motore da 180 W. Hai utilizzato il loro ciclocomputer o avevi un sistema GPS ?

ciao

"Crazy Horse"
Torna all'inizio della Pagina

WAYEL Eco in motion
Utente Normale




85 Messaggi

Inserito il - 08/06/2008 : 10:18:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di WAYEL Eco in motion Invia a WAYEL Eco in motion un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Buongiorno a tutti, confermo a pixbuster il dubbio sulla garanzia relativa alla batteria.
Le nostre batterie sono garantite 1 anno con uso illimitato.
Per Tino e tutti coloro che avessero il desiderio di provare la nostra bicicletta, sappiate che siete i benvenuti.
Vi segnalo un film in youtube http://it.youtube.com/watch?v=8HsXSTx83NM girato sulla pista ciclopedonale della valle Brembana in provincia di Bergamo. http://www.valbrembanaweb.com/valbrembanaweb/manifestazioni/ottobre_2007/inaugurazione-pista-ciclabile/

Un cordiale saluto
Marco Wayel Team

Azienda Italiana - Siamo i produttori LASCIATI PEDALARE,VIENILA A PROVARE !!! contattaci in privato.
http://it.youtube.com/watch?v=0nEVjfyj9kg
Torna all'inizio della Pagina

carlov
Utente Medio



226 Messaggi

Inserito il - 08/06/2008 : 10:44:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carlov Invia a carlov un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
elle ha scritto:


garanzia di un anno sulla batteria, ti hanno detto: questo contrasta con quanto ci ha riportato carlov, ossia due anni - conoscendo la sua serietà è strano e fa pensare a un cambiamento di strategia, sarebbe interessante un'indicazione precisa della casa, fermo restando che anche un anno sul litio è una garanzia apprezzabile su una bici economica


io ero rimasto alle informazioni che mi erano state date alla Fiera di Milano, evidentemente c'è stato un cambiamento di strategia ma, come dice Elle, su una bici economica 1 anno di garanzia piena sulle Litio non è male (anche se la EMOVE Economy ad esempio, di pari prezzo, ne offre 2, ma è ancora un caso unico in questa fascia di prezzo...).

carlov - Fashion Motors Roma
www.fashionmotors.it
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 08/06/2008 : 10:50:08  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sì, è bene chiarirle queste cose... un po' un peccato e dobbiamo correggere le informazioni date altrove...

che vorrà dire "1 anno con uso illimitato"? non è sempre illimitato l'uso?

a completare il quadro servirebbe anche l'indicazione del costo della batteria sostitutiva e dell'opzione doppia batteria

se wayel ci fornisce questi dati ci fa un piacere


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

ghironda
Utente Senior


Emilia Romagna


1365 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 08:23:03  Mostra Profilo Invia a ghironda un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
elle ha scritto:
sono sorpreso dalla sensazione di poca differenza tra i due cambi: il nexus 3 ha un'ampiezza del 177% se non sbaglio, il 7 del 244%... la differenza si dovrebbe sentire e mi chiedo che cos'è che la occulta



In realtà il nexus 3 ha un'ampiezza pari al 186%, quindi la differenza si riduce a circa un quarto, che in effetti non è poi tantissimo.
Di sicuro fa più effetto la differenza nel numero dei rapporti che non il loro valore assoluto.

Secondo me "l'occultamento" è dato proprio dall'assistenza del motore, che rende maggiormente agevoli i salti fra un rapporto e l'altro del nexus 3 rispetto al 7.

Dovendo scegliere, su una bici assistita preferirei l'economicità e la semplicità del 3, mentre su una muscolare giudicherei indispensabile la possibilità di avere sempre a portata di piede il rapporto "giusto".

Ovviamente mi unisco ai ringraziamenti!
Torna all'inizio della Pagina

giampiero
Utente Attivo




539 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 10:48:42  Mostra Profilo Invia a giampiero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ghironda ha scritto:

Dovendo scegliere, su una bici assistita preferirei l'economicità e la semplicità del 3, mentre su una muscolare giudicherei indispensabile la possibilità di avere sempre a portata di piede il rapporto "giusto".


E` vero, ma il punto e` che - secondo la scheda del buon Pix - la Wayel a motore spento se la cava benissimo come muscolare, quindi un bel 7V avrebbe senso.

Ciao
gp

Strida 1 1987 (2010)
Flyer C8HS 20xx (2016)
Torna all'inizio della Pagina

ghironda
Utente Senior


Emilia Romagna


1365 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 11:57:12  Mostra Profilo Invia a ghironda un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
...Comunque sia io non riesco a giustificare la presenza del cardano

Quale problema risolve?
-Quello dell'efficienza no (a meno che la catena non sia incollata di ruggine)
-Quello del costo neanche a parlarne.
-Quello della robustezza? Mah, quante catene avete rotto fino ad ora?...io neanche una.
-Quello della pulizia? Può darsi, ma basta lubrificare una catena con uno di quei lubrificanti a base di cera (tipo WhiteLightning e simili) per risolvere con un sol colpo il problema della manutenzione e quello della pulizia: Provare per credere: non unge, non macchia, non attira polvere o sporco.

Di contro, se succede qualcosa ci vuole un meccanico "marziano" e la presenza del cardano rende più difficoltosa la regolazione del movimento centrale e del mozzo della ruota, tutte cose che in condizioni normali un meccanico di bici (o un semplice appassionato) fa in un attimo.

Magari sbaglio, ma secondo me ci sono molte altre cose sulle quali si potrebbe intervenire per rendere migliore una bici "utilitaria" prima di buttare alle ortiche un sistema di trasmissione che a tutt'oggi mi sembra più che adeguato!
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 15:31:25  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie della correzione dell'ampiezza del nexus 3 ghironda, avevo confuso con lo sturmey... (qui c'è una bella tabellina dei cambi interni) e anche la spiegazione dell'occultamento del vantaggio del nexus 7 è convincente, anche se devo dire che io per esempio mi accorgo distintamente della differenza tra lo sram p5 montato sulla vecchia giant e il nexus 8 montato sulla flyer T8 (circa un quarto anche lì), specialmente nelle marce superiori essendo la giant settata piuttosto in basso - ma questo si lega senz'altro anche al diverso modo di funzionamento del motore centrale... in effetti diverse persone competenti concordano sull'idea che per una bici con motore al mozzo tre marce ben spaziate siano sufficienti... mi incuriosirebbe però sapere ad esempio con quale dei due cambi, 3 o 7, pix ha fatto senza sforzo la pendenza del 12%... del tutto d'accordo con le tue osservazioni sul cardano: sembra anche a me più una scelta d'immagine che altro


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

carlo n
Utente Master




3481 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 15:32:19  Mostra Profilo Invia a carlo n un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ghironda mettila come vuoi, ma io rimango del parere che il cardano è una gran bella faccenda
al fine di essenzializzare la pedelec.

Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 15:35:26  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
a me sembra che ghironda - e mi viene da essere d'accordo con lui - stia mostrando che non le essenzializza affatto, se non nell'aspetto, seppure

da un punto di vista meccanico pare più una complicazione che non una semplificazione... tanto più che il solo cambio interno è sufficiente ad assicurare il perfetto allineamento della catena e l'assenza di scatenamenti


---

edit: ho visto l'aggiornamento in firma carlo... come ti piace?






l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

ghironda
Utente Senior


Emilia Romagna


1365 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 15:48:21  Mostra Profilo Invia a ghironda un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
elle ha scritto:

a me sembra che ghironda - e mi viene da essere d'accordo con lui - stia mostrando che non le essenzializza affatto, se non nell'aspetto, seppure



Esatto, a me sembra una complicazione, sicuramente molto più costosa e probabilmente meno affidabile (almeno oggi) che finchè funziona riesce ad essere leggermente meno efficiente e versatile di un sistema a catena col carter chiuso.

Di quello che potrebbe succedere al verificarsi del primo problema non voglio neanche pensarci!

E se volessi accorciare o allungare tutti i rapporti, con una trasmissione normale mi basterebbe cambiare un pignone, col cardano cambio bici...

Ripeto: di cose migliorabili in una bici ce ne sarebbero a pacchi, perchè voler cambiare una delle cose che funziona meglio?

Sempre e solo a mio parere!
Torna all'inizio della Pagina

carlo n
Utente Master




3481 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 15:48:27  Mostra Profilo Invia a carlo n un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
forse avete ragione voi tradizionalisti, cmq io ci andrei cauto a buttare alle ortiche l'appena spuntato cardano
Torna all'inizio della Pagina

duomodimilano
Utente Medio



Lombardia


241 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 18:03:45  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di duomodimilano Invia a duomodimilano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
guardiamo la bici negli ultimi ... 50 anni?


* da città, corsa, mtb, etc
* cambio (prima i "Bianchi" ora Shimano, Nexus, etc)
* ammortizzatori
* pieghevole
* elettrizzata!
* luci (dinamo poi pile)
* cardano

tralasciando ovviamante i vari miglioramenti di quello che a tutt'oggi bene o male resta simile ma di qualità superiore, direi ke il cardano è una delle poke cose davvero "rivoluzionarie" ke si possono eseguire su una bici!!
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 18:16:12  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mmm... rivoluzionaria...



fanno... 110 anni

The first shaft driven bicycle was built in France in the early 1890’s and was quickly copied by the American League Cycle Co. The famous black athlete Marshall ‘Major’ Taylor rode an Orient Chainless bike in his races and became cycling world champion in 1899.


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

carlo n
Utente Master




3481 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 19:10:02  Mostra Profilo Invia a carlo n un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
cmq il cardano applicato a una pedelec secondo me è un'innovazione da plaudire
Torna all'inizio della Pagina

dido
Utente Medio




438 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 20:43:24  Mostra Profilo Invia a dido un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grande pix bel reportage,ti manderemo in giro per l'Italia come primo collaudatore del forum jobike.

Primus nine Italicus, che ha generato una progenia che si sta allargando giorno dopo giorno.
CHE IL NINE SIA CON VOI
Torna all'inizio della Pagina

duomodimilano
Utente Medio



Lombardia


241 Messaggi

Inserito il - 09/06/2008 : 23:17:01  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di duomodimilano Invia a duomodimilano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
beh avevo il cugino ke megli anni 70 aveva una moto bmw 750 a cardano, sò bene ke nn è una novità... ma di fatto ki di noi VIVI aveva visto circolare una bici di 100 anni fà a cardano??
Torna all'inizio della Pagina

jumper
Utente Master




3304 Messaggi

Inserito il - 10/06/2008 : 01:14:58  Mostra Profilo Invia a jumper un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
duomodimilano ha scritto:

beh avevo il cugino ke megli anni 70 aveva una moto bmw 750 a cardano, sò bene ke nn è una novità... ma di fatto ki di noi VIVI aveva visto circolare una bici di 100 anni fà a cardano??


Chiunque giri un po' su Internet (non di 100 anni fa, ma a cardano moderna)
Vedere http://en.wikipedia.org/wiki/Shaft-driven_bicycle
o http://www.bikecommuters.com/2007/06/28/dynamic-crosstown-7-shaft-drive-bicycle/
Esempio




Torna all'inizio della Pagina

jumper
Utente Master




3304 Messaggi

Inserito il - 10/06/2008 : 01:27:07  Mostra Profilo Invia a jumper un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E... ci sono anche trasmissioni a .. cinghia dentata



Stessa efficienza della catena, abbinabili con un cambio a mozzo, silenziosissime, niente olio, una cinghia nelle moto dura anche 30.000 km ...

Questo per dire che le hanno provate veramente tutte

Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11909 Messaggi

Inserito il - 11/06/2008 : 22:12:41  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
elle ha scritto:
... mi incuriosirebbe però sapere ad esempio con quale dei due cambi, 3 o 7, pix ha fatto senza sforzo la pendenza del 12%...


L'ho fatta con il 7 ma, a sensazione, l'avrei potuta fare anche con il 3 senza impegnare tutta la mia vigorosa massa muscolare (?)


Per quel che riguarda il cardano: la loro tesi è offrire una bici con bassa necessità di manutenzione e che si distingua dalle mille altre offerte
Se la prima osservazione non mi trova d'accordo, la seconda mi sembra ineccepibile



Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

anaglier
Utente Medio



Lazio


115 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 12:02:15  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di anaglier Invia a anaglier un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao a tutti,
oggi se tutto va bene mi becco una Wayel a tre marce one city uomo che potro' usare per un po di tempo a Roma.
Ho la mia Euro 7 in assistenza (il problema che ho segnalato qui http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1894 pare sia un probema del motore, speriam bene....)e un amico me la presta in sostituzione della frisbee (che culo, si direbbe a Roma)....
Oggi pomeriggio vado a prenderla e potro' usarla per un bel po sulle stesse percorrenze della Euro 7 (circa 30 km giornalieri divisi in due tappe da 15 km con possibilita' di ricaricare tra una tappa e l'altra con prevalenza di ciclabile e 4 salite sopra il 10% di circa 1 km ciascuna).
Certo dopo il Pix ho un leggero timore reverenziale a inserire dei commenti.... Comunque ci provero'.
io non sono molto alto (1.74 circa) e con la ruota da 28 chissa come mi trovero.... staremo a vedere.
Un saluto a tutti

anaglier

Frisbee Euro 7
Anno 2008
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 13:06:01  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

sarà un confronto interessante anaglier, probabilmente ti colpirà il minor peso venendo da una frisbee al piombo e forse questo compenserà in parte la minore potenza: raccontaci poi tutto


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

solenero
Utente Attivo



Piemonte


632 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 14:06:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sabato scorso ho provato per circa 10km la One City modello da donna su un percorso prettamente in salita e anche tosta.
Qui a Torino ho preso la bici in prestito dal concessionario Wayel di via bava 21 e sono andato in collina fino oltre villa Genero che ha una bella pendenza.....in alcuni tratti è anche vicina al 20%

Devo dire che mi sono ricreduto sul motore da 180W, assiste veramente bene. Anche la batteria si comporta bene, alla fine del percorso non aveva nemmeno spento uno dei tre led dello stato di carica. I freni invece li ho trovati un po' debolucci nel senso che giu' dalle discese stentano a ridurre la velocita'. Tuttavia nel complesso la Wayel è davvero divertente sui falso piani e in pianura viaggia che è uno spettacolo (secondo me spinge oltre 25km/)
E' be rifinita e ha un ottima distribuzione dei pesi.

Unico dubbio che mi è rimasto è la batteria. Avrei preferito la possibilità di scegliere tra la litio e la NIMH (che avrebbe abbassato il prezzo di acquisto della bici e anche un eventuale riacquisto del ricambio sarebbe stato + economico)

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry
Comprare su Amazon e carburanti a meta´ prezzo https://www.sixthcontinent.com/citizen_affiliation/103120/1

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 14:28:53  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


20% ?! sei sicuro?


per la batteria penso che non sia impossibile trovare dei ricambi che costano molto meno in kit analoghi - obbiettivamente la batteria della wayel mi sembra molto cara


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

solenero
Utente Attivo



Piemonte


632 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 19:18:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
.it
elle ha scritto:



20% ?! sei sicuro?

per la batteria penso che non sia impossibile trovare dei ricambi che costano molto meno in kit analoghi - obbiettivamente la batteria della wayel mi sembra molto cara



ciao elle ...ce una salita analoga vicino a casa mia dove ce il cartello stradale. chiaramente non è un 20% costante ma ti assicuro che sale ...e ci sono delle belle rampe. per analogia l'ho paragonata a okkio.
Ira della wayel mi ha invitato ad anadare provarla sulla salita di Superga......che è veramente tosta....sono in pochi a farla con una muscolare.
Appena ho un po di tempo ci vado e naturalmente la provo anche sul mio percorso casa lavoro.

In questi gg. sto' andando al lavoro in bici e i 23 km del ritorno sono una bella faticata.Per foruna ho rimesso in sesto la bici di mio papa' con un bel manubrio da strada, dei pedali in alluminio, un rocchetto nuovo etc etc....

Mi interessa il discorso della batteria......ho visto un kit analogo a quello wayel sul sito asvea.ma è caro 340euro in linea con il prezzo wayel. ome forse avevo gia' accennato batteria e centralina sono integrate in un unico pezzo. Intendiamoci se tutto fila liscio e la batteria è ok me ne posso anche fregare. Ma se dopo i 6 mesi di garanzia mi molla è un problema. Non ho voglia di spararmi 400euro in caso di sfiga.Stesso discorso per la batteria 'Helkama che addirittura costa 600euriiiiiiii.........fiskiaaaaaaaaaaaaaaa......

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry
Comprare su Amazon e carburanti a meta´ prezzo https://www.sixthcontinent.com/citizen_affiliation/103120/1

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 20:38:03  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mah... provala quando puoi quella salita, e se ti riesce magari anche di avere i dati esatti della pendenza impariamo tutti qualcosa

io onestamente ho trovato un risultato notevole per un motore del genere su ruota da 28 e accompagnato da un cambio di media ampiezza riuscire a fare la rampa del 12% citata da pix, posso credere che arrivi a un 14 come il miglior heinzmann a 24V... ma il 20 mi sembrerebbe davvero incredibile: sarebbe l'unico motore del genere a permetterlo... comunque niente di meglio che provare, quindi appena lo fai raccontaci

quanto alle batterie: qui p.e. costano meno della metà dei 456 euro della wayel (ma non hanno la stessa bella colorazione carminio) e sono ugualmente garantite un anno... la centralina dovrebbe trovarsi all'interno del supporto che regge la batteria e quindi essere del tutto indipendente dalla batteria stessa... per le batterie panasonic il discorso è in parte diverso: anch'esse potrebbero costare significativamente meno da noi (anche un 25%... non so esattamente chi è che specula in queste cose) ma l'affidabilità è molto collaudata, la garanzia di due anni e anche così care rappresentano una quota minore del valore complessivo del mezzo


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

solenero
Utente Attivo



Piemonte


632 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 21:10:45  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
puo' anche darsi che il cartello stradale sia sbagliato.....nn mi stupirei molto. Sta di fatto che cmq il motorino della wayel mi ha molto stupito, nn credevo potesse reggere e sopratutto fare un percorso simile senza esitare.
Mi sono fermato piu' volte a controllare il riscaldamento della parte esterna del motore e incredbilmente era appena appena tiepido. Ho notato che il motore è abbastanza rumoroso, ma mi hanno riferito che non ce una regola fissa, anche i motori dei vectrix alcuni sono + silenziosi altri meno......ma non pe questo vanno male, anzi questo mi sembrava spingesse di + della wayel che avevo provato a Cirie'.
Roberto, uno dei soci di Zero Fumo, al ritorno mi ha subito chiesto le mie impressioni, in quanto lui la usa solo per andare a prendere il gelato in piazza Vittorio era curioso di sapere se la bici poteva farcela su quella salita. Credo non fosse molto convinto delle capacita' del mezzo in salita.

Lui in genere usa il Vectrix e le bici rappresentano una novita'. Posso solo lodare l'estrema disponibilita' del concessionario nel prestare il mezzo. Non mi hanno nemmeno chiesto un documento e nessuno ha preteso di venire con me ....come invece è avvenuto in altri negozi.

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry
Comprare su Amazon e carburanti a meta´ prezzo https://www.sixthcontinent.com/citizen_affiliation/103120/1

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 22:32:13  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


se fa un po' di rumore è perché è un geared come il bafang (se non proprio un bafang), e questi effettivamente possono avere variazioni di rumorosità - anche se ce ne sono di molto silenziosi... (da come viene descritto il comportamento di questa bici ho l'impressione, ma è solo un'impressione, che sia stato fatto qualcosa di intelligente con la centralina su un kit per altri versi piuttosto standard)


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

solenero
Utente Attivo



Piemonte


632 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 23:03:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la bici e disegnata in italia e prodotta in cina....cmq tra quelle che ho potuto vedere e provare è quella piu' bella.....poi ho capito perche' il cardano è "portante" si nota proprpio che fa' parte integrante del telaio.

A riguardo della rumorosita' potrebbe essere una questione di cuscinetti....magari non è che ne usino proprio di ottima qualita' e a volte forse ne capitano alcuni fatti meglio altri meno.....La SKF fa' dei mega cuscinetti sigillati di tutte le misure ma costano una cifra perche' è roba da aviazione

Credevo di poter prendere in considerazione l'eletrificazione della mia muscolare, ma oggi ho visto che ha la forcella anteriore con il perno passante a sgancio rapido quindi niente motore sul mozzo anteriore....al limite potrei prendere in considerazione un motore sul mozzo posteriore.....vabbe' va finisco qui sono gia' OT

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry
Comprare su Amazon e carburanti a meta´ prezzo https://www.sixthcontinent.com/citizen_affiliation/103120/1

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 22/07/2008 : 23:43:04  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ho capito il problema della forcella... ma se ti va apri un altro topic sull'ipotesi di elettrificazione e ci facciamo aiutare dai più esperti

la bici senza dubbio è un disegno originale, ma la parte elettrica a me sembra interamente un kit come quello del link che ho dato prima per la batteria o quello della pieghevole che ho postato oggi - però, ripeto, con un buon adattamento dell'elettronica di controllo al funzionamento solo pas... questa almeno è la mia impressione: non è una bici improvvisata

hai idea della velocità che avevi sulla salita di cui parlavi prima?

l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

WAYEL Eco in motion
Utente Normale




85 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 10:16:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di WAYEL Eco in motion Invia a WAYEL Eco in motion un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Buongiorno a tutti,
mi intrometto solo per precisare alcuni punti:
la garanzia delle batterie è di 1 anno, ma per togliere i dubbi sulla durata a Solenero " che è il secondo test drive di jobike" le batterie saranno garantite per 25.550 Km. Il nostro rivenditore di Torino offrirà una bicicletta One City e tutta l'assistenza post vendita compresi " gli aggiornameti" totalmente in forma gratuita.Quindi sentiti tranquillo per il post vendita e l'assistenza clienti.
Abbiamo degli accessori extra listino che gradiremmo sottoporre a un test e se Solenero fosse disposto non manchi a comunicarmelo.
Nulla è lasciato al caso! Ogni valutazione è utile e verrà scrupolosamente valutata al fine di offrire il marchio Wayel nella massima tranquillità.
Grazie per aver provato le nostre biciclette .
Lasciati pedalare!
Vienila a provare
Ira Wayel Team

Azienda Italiana - Siamo i produttori LASCIATI PEDALARE,VIENILA A PROVARE !!! contattaci in privato.
http://it.youtube.com/watch?v=0nEVjfyj9kg

Modificato da - WAYEL Eco in motion in data 23/07/2008 10:17:59
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 10:36:00  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
buongiorno a voi - un paio di domande perché non ho capito: la garanzia è di un anno o 25550km? quel chilometraggio poi è proprio alto per quella batteria: con l'autonomia di 35km che dichiarate sono 730 cicli, che è al di là del limite normale di questa chimica... se è così perché non dare due anni?

e una curiosità: come verificate il chilometraggio compiuto da una batteria?

@solenero
ho visto la salita di superga, obbiettivamente tosta, con un 9,2% di media su 5km e pendenza massima quasi del 13%... facci sapere poi se la fai

l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

anaglier
Utente Medio



Lazio


115 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 14:12:22  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di anaglier Invia a anaglier un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Solenero,
se vai a Superga saluta gli Immortali da parte mia....

Anaglier

Frisbee Euro 7
Anno 2008
Torna all'inizio della Pagina

WAYEL Eco in motion
Utente Normale




85 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 14:20:50  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di WAYEL Eco in motion Invia a WAYEL Eco in motion un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per Elle, come avrai notato mi rivolgevo a Solenero che ha deciso di farsi una bella pedalata sulla nostra One City.
Per i clienti speciali la garanzia sul prodotto è offerta in base alla disponibilità del nostro interlocutore.
Mi sembra che Solenero stia provando i nostri modelli e comunichi a chi ci legge con massima imparzialità i pregi e i difetti.
Per questo motivo lo vogliamo premiare offrendogli la nostra totale disponibilità Post Vendita.
Noi di Wayel non abbiamo mai detto che i nostri modelli sono prodotti in Italia....
Le nostre biciclette sono disegnate e studiate in Italia.
Ad esempio il telaio è Wayel o meglio abbiamo realizzato la sezione del trafilato e con la collaborazione di una azienda specializzata nella trasformazione dell'alluminio l'abbiamo fatto produrre grazie all'idroformatura.
Per il resto è componentistica di serie. Ma attenzione quando metti i link sui componenti, perchè "il cervello della bicicletta" è studiato in collaborazione con l'Università di Bologna.
I nostri Ingegneri sono ben disposti a rispondere alle tue domande con linguaggio tecnico scientifico.
Io sono laureata in altre materie.
Buonagiornata Elle
Ira Wayel Team

Azienda Italiana - Siamo i produttori LASCIATI PEDALARE,VIENILA A PROVARE !!! contattaci in privato.
http://it.youtube.com/watch?v=0nEVjfyj9kg
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 14:46:52  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie della risposta ira... come capisci per noi qui è importante avere chiarezza sulle condizioni normali, se poi riservate un trattamento speciale a qualcuno non possiamo che esserne contenti per lui - quindi, se ho capito: la garanzia normale sulla batteria è di un anno, mentre a solenero date assicurazione su quel chilometraggio (ed essendo una questione privata non chiedo altro)- tutto chiaro...

quanto alla produzione: come hai visto non ho mai contestato l'originalità del progetto complessivo e per la parte elettrica ho già espresso l'opinione che la centralina sia stata modificata con abilità rispetto al kit iniziale - mi sorprenderebbe però se ci fossero ragioni tecniche per non usare la batteria di cui ho dato il link o altre della medesima matrice, che consentirebbero un taglio netto dei costi di esercizio... in generale mi sorprende sempre che questo aspetto non sia molto considerato dai produttori: nell'indecisione tra due bici sapere che l'uso dell'una mi costa magari la metà di quello dell'altra è un forte incentivo all'acquisto

(poi anch'io, come molti dei nostri iscritti, sono laureato in altre materie... il che non c'impedisce di essere molto curiosi! )



l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

WAYEL Eco in motion
Utente Normale




85 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 15:10:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di WAYEL Eco in motion Invia a WAYEL Eco in motion un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bene, tutto chiaro.

Non posso dirti tutto, comunque della batteria che hai linkato, abbiamo adottato il contenitore e il supporto con la sede per la centralina. Ma ti garantisco che Wayel ha studiato e messo in opera quei componenti che...... a parer vostro facciano i miracoli con un motore da 180 watt.
Vuoi un mio parere personale?
Le aziende di settore devono ricercare di più.
Troppo generico realizzare versioni brendizzate con marchi nazionali ma realmente solo importati.
I nostri centri assistenza sono dotati del manuale di manutenzione con foto per lo smontaggio... Passo dopo passo.Spaccato con ricambi e i componenti restano di serie sempre quelli.


Prima di produrre chiediamo garanzia sui componenti almeno per 10 anni.


Cosi facendo i pezzi più delicati li produciamo vicino a noi.
I nostri rivenditori sono i nostri primi consulenti.

Migliorando noi va a beneficio di tutta la filiera, partendo dal clente.

In fondo Wayel è il cliente che ci ha scelto!


Bella la battuta sulla laurea.

Era una battuta , vero?

Azienda Italiana - Siamo i produttori LASCIATI PEDALARE,VIENILA A PROVARE !!! contattaci in privato.
http://it.youtube.com/watch?v=0nEVjfyj9kg
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 15:23:51  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
cos'altro poteva essere se non una battuta? il nostro non è un forum tecnico, anche se alla fine tutti insieme raccogliamo una competenza anche tecnica sull'argomento credo unica in italia... ma accanto a queste competenze che dobbiamo agli amici con le lauree giuste () c'è qui una grande raccolta di informazioni e soprattutto esperienze reali, che spesso sono correttivi importanti di visioni soltanto teoriche o settoriali...

(quanto alla batteria: capisco che difendiate la vostra ma confesso che se io avessi una wayel e avessi bisogno di sostituire la batteria prenderei seriamente in considerazione la possibilità di farlo con una non vostra che costa meno della metà e ha la medesima garanzia... posso sbagliarmi, ma non credo)



l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

Armadillo
Utente Normale



69 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 16:48:17  Mostra Profilo Invia a Armadillo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
elle ha scritto:

buongiorno a voi - un paio di domande perché non ho capito: la garanzia è di un anno o 25550km? quel chilometraggio poi è proprio alto per quella batteria: con l'autonomia di 35km che dichiarate sono 730 cicli, che è al di là del limite normale di questa chimica... se è così perché non dare due anni?

e una curiosità: come verificate il chilometraggio compiuto da una batteria?



Mi sembra che ti sei fossilizzato un po' sui numeri senza porti nessuna domanda. Cosa vuol dire 500-600 cicli di vita per una batteria?
La risposta te la do io. Vuol dire che dopo i famosi 500-600 cicli la batteria non è morta (come tu credi o almeno questo si capisce da quasi tutti i tuoi post nei quali denigri le batterie al litio) ma vuol dire che la batteria ha un'energia immagazzinabile e quindi sfruttabile inferiore all'80%.
Questo vuol dire che la batteria ha ancora parecchia vita anche se i test che vengono eseguiti dai produttori non vanno ad esaminare ne il tempo rimanente di vita ne il decadimento della stessa. Direi senza aver dubbi che i km prospettati da Ira sono fattibili senza grossi problemi.
Ipotizziamo che dopo 550 cicli la batteria abbia ancora l'80% dell'energia massima. Su 35 km al 100% vuol dire che all'80% ne farò ancora 28km. Il che mi sembra ancora un ottimo risultato. Se provi a far 2 conti forse si superano i 30000 e forse anche i 40000 km ovviamente rispettando le indicazioni del costruttore.

Io direi che la scelta di mettere un motore da 180W abbianto a batteria da 10Ah e 24V è una scelta progettuale MOLTO azzeccata in quanto non si va mai a sollecitare la batteria oltre i valori nominali aumentandone ulteriormente i cicli di vita che si traduce in kilometraggio
Torna all'inizio della Pagina

Armadillo
Utente Normale



69 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 17:18:35  Mostra Profilo Invia a Armadillo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sono un po' perplesso da quello che continuo a leggere riguardo ai kit.
Da quello che si scrive in questi post sembra che le varie aziende vadano in cina ad acquistare a scatola chiusa i prodotti e vengano a proporceli a noi. Dopo le stesse persone che scrivono che quelli montati sulle biciclette sono dei kit correggono il tiro e dicono che la centralina è stata modificata dall'azienda "importatrice".
Come è possibile?
Prima cosa vorrei far notare che un buon progetto (motore-controllo) parte proprio dall'abbinamento di questi due oggeti. Quindi il controllo va progettato per quel motore e viceversa, adattare controlli progettati su motori diversi non è una buona cosa anche se probabilmente inizialmente funziona ma nel tempo si hanno dei deterioramenti non indifferenti.

Elle non mi cadere in basso e dirmi che il kit è quello proposto nel link che hai dato dove l'unica cosa che sembra essere uguale è la scatola (involucro) delle batterie......... è quello il kit?

Elle, se è vero che Wayel ha modificato il controllo allora probabilmente ha modificato il controllo e il motore e non è escluso che lo abbia fatto progettare appositamente per lei. Comunque sia sicuramente ha fatto un'analisi seria e mirata visto che sul mercato italiano non esistono motori così poco potenti e allo stesso tempo così poco performanti (almeno così si capisce dai commenti che sono stati fatti in questo forum) e sopratutto ha capito la cosa fondamentale ossia che l'elemento più importante per un motore non è la potenza ma la coppia. La potenza serve solo alla velocità massima o al più per far pubblicità. Altro aspetto interessante di Wayel è che quello che dichiarano è vero o addirittura al ribasso ossia:
-dicono che supera percentuali del 10% e probabilmente riesce a superarle del 20% (forse questo è esagerato ma 12% mi sembra di capire di si)
-dicono che fa 35km e in realtà fa quei km facendo delle salite a magari anche con persone che pesano ben più di 60kg; mi viene da dire che se prendevano una persona di 60kg e la facevano andare in pianura a velocità costante probabilmente ne facevano 60 di km
-hanno scelto un motore da 180W senza badare troppo alla pubblicità (fa figo averne uno da 250W)
-hanno scelto una tensione di 24V invece che 36V e anche questo è un elemento negativo in pubblicità

Insomma non mi sembra che abbiano fatto le cose di cartello e basta; mi sembra che ci sia anche della sostanza tecnica (basta vedere i commenti di pix o di carlov)

Per concludere hanno anche fatto dei test con l'università di Bologna e non credo siano test banali e stupidi ne tantomeno di cartello. Sarebbe bello sapere quali test hanno fatto e cosa hanno testato. Comunque rimane la serietà dell'azienda nel senso che sono andati ad analizzare i propri oggetti con delle università e non si sono dedicati a fare prove come trovate pubblicitarie (dai giornalini di Frisbee per le prove sul giro dei passi)
Torna all'inizio della Pagina

elle
Amministratore

fondatore




17605 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 18:30:26  Mostra Profilo Invia a elle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Armadillo ha scritto:

elle ha scritto:

buongiorno a voi - un paio di domande perché non ho capito: la garanzia è di un anno o 25550km? quel chilometraggio poi è proprio alto per quella batteria: con l'autonomia di 35km che dichiarate sono 730 cicli, che è al di là del limite normale di questa chimica... se è così perché non dare due anni?

e una curiosità: come verificate il chilometraggio compiuto da una batteria?



Mi sembra che ti sei fossilizzato un po' sui numeri senza porti nessuna domanda. Cosa vuol dire 500-600 cicli di vita per una batteria?
La risposta te la do io. Vuol dire che dopo i famosi 500-600 cicli la batteria non è morta (come tu credi o almeno questo si capisce da quasi tutti i tuoi post nei quali denigri le batterie al litio) ma vuol dire che la batteria ha un'energia immagazzinabile e quindi sfruttabile inferiore all'80%.
Questo vuol dire che la batteria ha ancora parecchia vita anche se i test che vengono eseguiti dai produttori non vanno ad esaminare ne il tempo rimanente di vita ne il decadimento della stessa. Direi senza aver dubbi che i km prospettati da Ira sono fattibili senza grossi problemi.
Ipotizziamo che dopo 550 cicli la batteria abbia ancora l'80% dell'energia massima. Su 35 km al 100% vuol dire che all'80% ne farò ancora 28km. Il che mi sembra ancora un ottimo risultato. Se provi a far 2 conti forse si superano i 30000 e forse anche i 40000 km ovviamente rispettando le indicazioni del costruttore.

Io direi che la scelta di mettere un motore da 180W abbianto a batteria da 10Ah e 24V è una scelta progettuale MOLTO azzeccata in quanto non si va mai a sollecitare la batteria oltre i valori nominali aumentandone ulteriormente i cicli di vita che si traduce in kilometraggio


certo c'è da chiedersi cosa spinga una persona a intervenire a vanvera e con tanta tracotanza


l.

giant lafree, 2006 - brompton M3L, 2007 - flyer T8, 2008 - xootr swift, 2009 - specialized tricross, 2012 - tag egolite, 2014
Torna all'inizio della Pagina

Armadillo
Utente Normale



69 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 18:36:32  Mostra Profilo Invia a Armadillo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
elle ha scritto:

certo c'è da chiedersi cosa spinga una persona a intervenire a vanvera e con tanta tracotanza




Tratto dal Garzanti:Tracotanza: s. f. l'essere tracotante; arroganza, insolenza: rispondere con tracotanza.

Gli insulti gratuiti te li puoi tenere.

Qui hai dimostrato quanto sei capace ad usare internet per la ricerca di utili informazioni e quanto poca capacità critica delle stesse informazioni. Se non le capisci non è di certo colpa mia....

Torna all'inizio della Pagina

solenero
Utente Attivo



Piemonte


632 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 18:43:10  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando



hai idea della velocità che avevi sulla salita di cui parlavi prima?

[/quote]

credo che la velocita' fosse circa 12-13km/h ...forse anche meno sulle rampe + decise. E' cmq una salita che con la muscolare per inclinazione e lunghezza non sarei riuscito a fare tutta di un fiato (non sono + allenato)
Sono anche entrato nel parco di villa genero e sono salito fino alla cima della collina, poi sono ridisceso e sono risalito dalla strada di pecetto sempre fino alla sommita' di villa genero

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry
Comprare su Amazon e carburanti a meta´ prezzo https://www.sixthcontinent.com/citizen_affiliation/103120/1

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

solenero
Utente Attivo



Piemonte


632 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 19:13:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solenero Invia a solenero un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
WAYEL Eco in motion ha scritto:

Buongiorno a tutti,
mi intrometto solo per precisare alcuni punti:
la garanzia delle batterie è di 1 anno, ma per togliere i dubbi sulla durata a Solenero " che è il secondo test drive di jobike" le batterie saranno garantite per 25.550 Km. Il nostro rivenditore di Torino offrirà una bicicletta One City e tutta l'assistenza post vendita compresi " gli aggiornameti" totalmente in forma gratuita.Quindi sentiti tranquillo per il post vendita e l'assistenza clienti.
Abbiamo degli accessori extra listino che gradiremmo sottoporre a un test e se Solenero fosse disposto non manchi a comunicarmelo.
Nulla è lasciato al caso! Ogni valutazione è utile e verrà scrupolosamente valutata al fine di offrire il marchio Wayel nella massima tranquillità.
Grazie per aver provato le nostre biciclette .
Lasciati pedalare!
Vienila a provare
Ira Wayel Team


Buongiorno Ira e grazie ancora per la vostra disponibilita' .
tornero' a provare la one-city e gli accessori molto volentieri e sopratutto voglio fare la salita di Superga. Se il vostro 180 watt
supera quelle pendenze lo potete scrivere a caratteri cubitali.
Inoltre se mi verra' consentito la provero' sul mio percorso casa-lavoro che come ho gia' scritto è una bella faticata.

La wayel rende molto bene anche in decisi falso piani tipo il corso quintino sella che porta poi a villa regina....non si sente quasi la diminuizione della velocita' anche nella fase finale del rettilineo in cui comincia a salire in modo + deciso

25.550 km di garanzia è un bell'incentivo significa per me 2 anni e mezzo di pedalate......ed è anche una gran bella rassicurazione


Per L'amico che mi ha chiesto di fare un saluto agli immortali ...certo non manchero' e magari testimoniero' con una foto

Ezio KavalKa una KalKoff Agattu 7G con qualche decina di migliaia di km

TORPADO Full Thor with Bafang Max 11/2018 new entry
Comprare su Amazon e carburanti a meta´ prezzo https://www.sixthcontinent.com/citizen_affiliation/103120/1

http://stores.ebay.it/Vintage-n-rare-Perfumes-Perfume
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11909 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 19:29:41  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Armadillo, se tu avessi letto i vecchi post (non è una critica è una constatatazione: ormai di post "vecchi" ce ne sono davvero tantissimi), avresti letto che sappiamo tutti che dopo i cicli previsti da una batteria, essa non va a zero improvvisamente
Abbiamo spesso discusso proprio sul valore residuo di capacità dopo i cicli previsti
Visto che questo valore non viene praticamente mai dichiarato, abbiamo sempre il dubbio che i cicli garantiti siano riferiti ad un decadimento della batteria ben inferiore all'80%, forse vicino al 50%
Allora ogni acquirente deve essere informato su questo valore per capire quando realmente è probabile che gli servirà una batteria nuova (io, ad esempio, l'80% lo ritengo già un valore insopportabile perchè non mi consentirebbe più di andare sul lago di Garda)

E lasciami dire che Elle non è certo contrario alle litio: quello sono io, che continuo a preferire le piombo per il mio tipo di utilizzo
In più di lui non si può certo dire che sia poco critico o che non accetti nuove visioni dei problemi; credo che almeno 5000 delle sue risposte lo documentino

Ho anche un'altra perplessità: salite molto ripide, motore di piccola potenza, batteria che non può erogare correnti troppo elevate sono dati che contrastano
Vero che se il motore riesce ad esplicare una forte coppia a velocità molto basse e con un buon rendimento, si possono ottenere buoni risultati, ma è proprio quello che stiamo cercando di capire

Aggiungo che i 250 W non sono una stupida moda ma il massimo consentito dalla legge per motori che sono sempre troppo deboli quando si va in salita




Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

Armadillo
Utente Normale



69 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 20:04:44  Mostra Profilo Invia a Armadillo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
pixbuster ha scritto:

Ho anche un'altra perplessità: salite molto ripide, motore di piccola potenza, batteria che non può erogare correnti troppo elevate sono dati che contrastano
Vero che se il motore riesce ad esplicare una forte coppia a velocità molto basse e con un buon rendimento, si possono ottenere buoni risultati, ma è proprio quello che stiamo cercando di capire


No, i dati non contrastano. In salita serve coppia, la coppia è data dalla corrente ma quella di motore, non di batteria. La potenza incide sulla velocità non sulla salita superabile. Supponiamo di prendere una certa salita e supponiamo che sia un motore da 180W con molta coppia che uno da 250W con poca coppia riescano a superarla. La differenza sta nel fatto che il motore da 180W la supera ad una velocità inferiore rispetto a quello da 250W. Però se la salita pende "troppo" allora il motore con più coppia riuscirà a superarla (piano) mentre quello con meno coppia non ce la farà più.


Aggiungo che i 250 W non sono una stupida moda ma il massimo consentito dalla legge per motori che sono sempre troppo deboli quando si va in salita



Lo so che è il massimo per legge ma spesso quello che si capisce da questi post (per fortuna i tuoi sono molto chiari e sono più chiari anche dei miei) è che una bicicletta con motore da 180W o da 220W è pessima in salita mentre quella da 250W è meglio. Non è così, può essere ma non è detto e credo che la Wayel lo dimostri (sempre stando a quello che c'è scritto in questo forum).
Torna all'inizio della Pagina

pixbuster
Amministratore

fondatore



Veneto


11909 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 21:16:11  Mostra Profilo Invia a pixbuster un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Armadillo, personalmente non so ancora se la Wayel lo dimostra: ma sono tecnicamente curioso di saperlo

Anche il fatto che per superare una certa salita sia importante la coppia è un fatto piuttosto risaputo: vedi le interminabili discussioni sul raffronto motore centrale-motore al mozzo

Qui cerchiamo di raccogliere i dati sperimentali: se la Wayel ha messo a punto un motore che consente elevate coppie a giri di ruota molto bassi e con rendimento elevato, è una buona notizia; ancora da confermare, ma una buona notizia

Certo che limitare la potenza e perciò le correnti erogate dalla batteria, è una buona tattica per garantirne una elevata durata, ma implica basse velocità appena la strada supera il 2-3% di pendenza


Sono convinto che la maggior parte degli utilizzatori non si renderebbe conto della differenza, ma noi del Forum si

Allora aspettiamo i dati sperimentali (che verranno come sempre integrati da quelli teorici) e nel frattempo cerchiamo di mantenere la conversazione sul piano del reciproco rispetto e della correttezza


Una noticina: dici "corrente di motore, non di batteria"; sai qualcosa che noi non sappiamo sulla centralina della Wayel? perchè su tutte le bici conosciute, la corrente al motore E' quella della batteria (ovvero non ci sono azionamenti del tipo inverter all'interno)

Pix su Frisbee Atlas, su pieghevole 20" Kawasaki con kit Bafang centrale e su Cargo muscolare "artigianale"
Torna all'inizio della Pagina

antonio
Utente Senior



Marche


1414 Messaggi

Inserito il - 23/07/2008 : 23:50:24  Mostra Profilo Invia a antonio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Armadillo ha scritto:

Sono un po' perplesso da quello che continuo a leggere riguardo ai kit.
Da quello che si scrive in questi post sembra che le varie aziende vadano in cina ad acquistare a scatola chiusa i prodotti e vengano a proporceli a noi. Dopo le stesse persone che scrivono che quelli montati sulle biciclette sono dei kit correggono il tiro e dicono che la centralina è stata modificata dall'azienda "importatrice".
Come è possibile?
Prima cosa vorrei far notare che un buon progetto (motore-controllo) parte proprio dall'abbinamento di questi due oggeti. Quindi il controllo va progettato per quel motore e viceversa, adattare controlli progettati su motori diversi non è una buona cosa anche se probabilmente inizialmente funziona ma nel tempo si hanno dei deterioramenti non indifferenti.

Elle non mi cadere in basso e dirmi che il kit è quello proposto nel link che hai dato dove l'unica cosa che sembra essere uguale è la scatola (involucro) delle batterie......... è quello il kit?

Elle, se è vero che Wayel ha modificato il controllo allora probabilmente ha modificato il controllo e il motore e non è escluso che lo abbia fatto progettare appositamente per lei. Comunque sia sicuramente ha fatto un'analisi seria e mirata visto che sul mercato italiano non esistono motori così poco potenti e allo stesso tempo così poco performanti (almeno così si capisce dai commenti che sono stati fatti in questo forum) e sopratutto ha capito la cosa fondamentale ossia che l'elemento più importante per un motore non è la potenza ma la coppia. La potenza serve solo alla velocità massima o al più per far pubblicità.

Sarà come dici tu ma io quando faccio le salite con l'assistenza al massimo faccio molto meno fatica che con l'assistenza al minimo anche alla stessa velocità. A meno che nella mia si regoli la coppia e non la potenza o chi sa che altro...

04.10.2007 FLYER serie S urban - telaio numero HE 706308
31.08.2009 FLYER I:SY urban - telaio numero HE 909280
26.11.2009 BROMPTON ML6-12% -numero di serie 0910125879
19.01.2011 BROMPTON ML2 +8% -numero di serie 0910125889

Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility © 2000-06 jobike Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 1,45 secondi. Versione 3.4.06 by Modifichicci - Herniasurgery.it | Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Platinum Full - Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.